Pocket Gopher: sono loro i nuovi coltivatori di radici?

171

Nelle praterie dell’America settentrionale e centrale, i pocket gopher sono famosi per condurre stili di vita solitari e sotterranei mentre consumano radici.

I ricercatori hanno ora scoperto che i roditori tascabili “coltivano” radici che crescono nei loro tunnel per soddisfare l’elevato fabbisogno energetico del loro stile di vita scavatore.

Stimano che tra il 20% e il 60% del fabbisogno calorico giornaliero dei roditori sia soddisfatto da queste radici.

Gopher come “coltivatore di radici”

(Foto: Lukáš Vaňátko/Unsplash)

Secondo FE “Jack” Putz dell’Università della Florida, Gainesville, i gopher tascabili del sud-est sono i primi allevatori di mammiferi non umani.

Le specie di formiche, scarafaggi e termiti fanno tutte agricoltura, mentre altri animali no, secondo ScienceDaily.

Secondo Veronica Selden e Putz, i pocket gopher non si limitano a consumare radici che si sviluppano proprio così lungo i corsi dei nuovissimi tunnel che scavano.

Creano invece circostanze favorevoli per lo sviluppo delle radici usando i propri escrementi come fertilizzante.

Gli autori sostengono che, poiché i roditori tascabili del sud-est incoraggiano la crescita delle radici nei loro tunnel e successivamente raccolgono o ritagliano quelle radici, hanno scoperto un metodo di produzione alimentare simile all’agricoltura.

Secondo Putz, dipende davvero da come viene definita “agricoltura”. I Gopher non sono considerati agricoltori se è necessario piantare colture.

Per qualcuno con un punto di vista più orticolo, tuttavia, in cui le colture sono gestite con cura, come gli alberi da frutto nelle foreste, ma non necessariamente piantate, questa descrizione sembra essere troppo restrittiva.

Secondo questo punto di vista, la coltivazione del mais nelle Americhe e la coltivazione annuale di cereali e legumi in Mesopotamia sono tra le origini dell’agricoltura.

Tuttavia, molte culture in tutto il mondo hanno sviluppato un’agricoltura basata su colture perenni, molte delle quali non piantavano ma si occupavano.

Il ritaglio delle radici, secondo Selden e Putz, può aiutare a spiegare perché i gopher mantengono e proteggono reti di tunnel così vaste. Paragonabili ai filari di colture sono i tunnel.

Leggi anche: La misteriosa relazione tra i tartufi e gli uccelli che li amano

I Gopher sono una peste?

I gopher trascorrono la maggior parte del loro tempo a creare enormi reti di tane, che variano in profondità da quattro a 12 pollici e hanno oltre 500 tunnel, secondo la Oregon State University.

Il tumulo di gopher ha una forma distintiva che ricorda un ventaglio che si estende lateralmente sulla superficie e presenta spine o ammaccature alle due estremità.

Su piccoli acri, la cattura è una tecnica affidabile e non tossica di gestione dei parassiti.

La trappola per Macabee a molla a forma di U è lo stile più tipico di trappola per gopher. Esplora i nuovi cumuli per trovare la pista principale del tunnel.

Quando la sonda scende da quattro a 12 pollici in superficie, sai di aver localizzato la pista principale.

È fondamentale trovare la pista principale poiché i roditori potrebbero impiegare del tempo prima di tornare ai tunnel laterali.

Posiziona due trappole all’interno dell’ingresso del tunnel che hai scavato. Per il trasferimento, collegare un filo a ciascuno e ancorare con una bandiera.

Tieni il buco aperto perché il gopher tornerà se la sua tana viene disturbata. Il gopher farà scattare la trappola quando tornerà per chiudere il buco.

L’autunno e la primavera, quando i roditori sono più attivi, sono il periodo migliore per piazzare trappole. Controllare regolarmente le trappole e ripristinarle secondo necessità. Sposta la trappola in una nuova area se non catturi un gopher entro pochi giorni.

I Gopher possono anche essere gestiti utilizzando i barbagianni.

Articolo correlato: Queste 15 specie non ce la faranno a meno che non agiamo ora

© 2022 NatureWorldNews.com Tutti i diritti riservati. Non riprodurre senza permesso.