Questa Giornata della Terra, è ora o mai più

284

In qualità di Presidente e CEO di Defenders of Wildlife, sono abituato a rispondere a domande su sfide complesse come la perdita di biodiversità e il cambiamento climatico. Ultimamente, l’urgenza di costringere all’azione è molto presente nelle mie risposte. Dal ritmo dei tamburi degli scienziati è chiaro che il nostro pianeta è a un punto di svolta. Spesso, quando ci troviamo di fronte a sfide critiche – pandemie, guerre e disastri naturali – vediamo persone che si uniscono e fanno la differenza. È giunto il momento di un coraggio fermo e di un’azione decisiva per preservare e proteggere tutta la vita sulla Terra.

Il tema della Giornata della Terra di quest’anno è “Investi nel nostro pianeta”. In Defenders, usiamo la nostra voce, la nostra esperienza e la nostra determinazione per investire nella conservazione di tutti gli animali e le piante autoctone nelle loro comunità naturali. Il nostro lavoro per salvare le specie in pericolo e proteggere le terre e le acque dall’uso improprio e dallo sfruttamento si estende dal nostro lavoro sul campo in aree remote e selvagge e con agenzie federali, tribù e proprietari terrieri privati, ai tribunali statali e federali, al mondo accademico e alle sale del Congresso, dove formiamo i membri e il loro personale sull’importanza di proteggere e rafforzare le leggi che impediscono l’estinzione delle specie.

Immagine

Carlo Kodio

Defenders lavora instancabilmente per salvare le specie in via di estinzione dall’estinzione e per preservare la biodiversità della nostra nazione. Fino a un milione di specie potrebbero essere estinte nel giro di decenni, ma non è troppo tardi se agiamo ora. Chiediamo all’amministrazione Biden di sviluppare una strategia nazionale per la biodiversità che identifichi e dia priorità ai modi per proteggere e preservare le specie, gli habitat, gli ecosistemi e la diversità genetica. Abbiamo bisogno di un approccio a tutto il governo con leggi e politiche che guideranno una strategia per la biodiversità che obblighi l’impegno di tutti i livelli di competenza e imponga la responsabilità.

Se vogliamo evitare la prossima estinzione di massa, dobbiamo anche considerare urgentemente questa sfida in modo olistico, dobbiamo affrontare ora gli impatti crescenti della perdita di biodiversità e del cambiamento climatico. Defenders investe nella protezione e nel ripristino della vasta rete di terre e acque che supportano la biodiversità, compreso il nostro National Wildlife Refuge System. I rifugi della fauna selvatica fungono da ancore della biodiversità, aule all’aperto, rifugi di specie e porte per la conservazione. Questo è anche il motivo per cui chiediamo all’amministrazione e al Congresso di Biden di intensificare la difesa dell’integrità del rifugio della fauna selvatica e di sostenere l’espansione del National Wildlife Refuge System. Ampliare i rifugi per la fauna selvatica è essenziale per salvare la biodiversità e prevenire l’estinzione delle specie sull’orlo del baratro.

Immagine

Annika Bowden

Fauna selvatica in via di estinzione – l’aquila calva, il falco pellegrino e il furetto dai piedi neri – che sono tornati dall’orlo dell’estinzione, il National Wildlife Refuge System che offre esperienze naturali senza precedenti, l’acqua pulita in cui beviamo e ricreiamo e l’aria limpida che che respiriamo sono tutti emblematici di ciò che possiamo realizzare insieme.

Proteggere il nostro ambiente è un imperativo morale. Non possiamo permetterci di essere compiacenti, sperando che qualcun altro salverà la Terra. Come amministratori responsabili della natura, dobbiamo agire ora; non domani, non il mese prossimo, non l’anno prossimo. È ora o mai più.