Ripristinare la scienza e la responsabilità nella gestione dei paesaggi occidentali di BLM

50

L'amministrazione Biden può invertire i piani che danneggerebbero le terre pubbliche.

Il 2020 è stato un anno grande, strano e straziante. Mentre gli americani erano impegnati a cercare di sopravvivere a una pandemia, a combattere battaglie per la giustizia e ad affrontare altri travagli nella loro vita quotidiana, l'amministrazione Trump ha usato gli sconvolgimenti e i disordini della nostra nazione come copertura per cambiare i principali aspetti della politica federale, compresi quelli che governano il nostro sistema nazionale di terre pubbliche.

Tami A. Heilemann / DOI

Nel corso dell'ultimo anno, il segretario degli interni degli Stati Uniti David Bernhardt ha minato in modo furtivo e significativo il modo in cui il Bureau of Land Management gestisce le foreste e altri ecosistemi nativi in ​​gran parte dell'Ovest americano.

Sotto la direzione di Bernhardt, il BLM, che amministra 245 milioni di acri di terreni pubblici in Occidente, ha emesso una serie di nuove regole e programmi che complessivamente rinunciano a ulteriori revisioni ambientali e pubbliche per un numero illimitato di disboscamento, concatenamento, bulldozer, pascolo intensivo e altro progetti di "trattamento" (cioè rimozione) della vegetazione su milioni di acri di habitat in tutto l'Occidente.

Tom Egan / Difensori della fauna selvatica

Questo tipo di ampia discrezionalità è senza precedenti e per una buona ragione. La manipolazione del paesaggio a questa scala può causare danni enormi e irreversibili e deve essere attentamente pianificata e controllata. Le terre pubbliche federali forniscono l'habitat a oltre 300 specie minacciate e in via di estinzione e ad altre 2.500 piante e animali selvatici a rischio, e alcune di queste specie non si trovano da nessun'altra parte.

Prima della riscrittura di Bernhardt, BLM aveva l'autorità per realizzare questo tipo di progetti. La differenza è che l'agenzia ha dovuto annunciare il progetto e prendere in considerazione il feedback del pubblico, nonché condurre una revisione ambientale e scientifica, modificando di conseguenza il progetto proposto a seconda dello studio scientifico e dell'input dei cittadini. Secondo il nuovo paradigma politico, il BLM può semplicemente inviare i bulldozer.
Lo scopo pubblicizzato di molti di questi progetti è la riduzione dei combustibili o il ripristino ecologico. Anche se questo suona ammirevole, gli esami scientifici di questo tipo di "trattamenti" pianificati frettolosamente su vasta scala mostrano che nella migliore delle ipotesi producono risultati contrastanti per la fauna selvatica, gli habitat e la prevenzione degli incendi. Nel peggiore dei casi, i trattamenti facilitano le invasioni di erbe infestanti, distruggono i suoli fragili che supportano gli ecosistemi aridi e aumentano il rischio e la gravità degli incendi. Considera che il BLM esegue già trattamenti della vegetazione su oltre 1 milione di acri ogni anno, ma le condizioni ecologiche continuano a diminuire.

Bob Wick / BLM

La frettolosa manipolazione del paesaggio che sarebbe approvata carta bianca in base alle nuove regole del BLM non solo rischia le specie in pericolo, ma peggiorerà i nostri problemi climatici riducendo lo stoccaggio e il sequestro del carbonio nelle foreste native e negli arbusti e producendo polvere che accelera lo scioglimento della neve di montagna. Solo questo fenomeno nelle Montagne Rocciose del Colorado minaccia l'approvvigionamento idrico da cui dipendono 40 milioni di persone e il 15% dell'agricoltura nazionale.

Non siamo in discussione con il fatto che il restauro è spesso garantito. Ma l'approccio di BLM per aggirare un'attenta considerazione delle implicazioni della manipolazione della vegetazione su larga scala per la fauna selvatica nativa e l'integrità ecologica va contro la gestione del territorio basata sulla scienza.

Bob Wick / BLM

Gli ecosistemi e il ripristino ecologico sono complicati. Vorresti che il tuo chirurgo considerasse tutte le alternative non invasive prima di operare, utilizzi la scienza più recente e crei un piano di trattamento che tenga conto della tua salute generale. Allo stesso modo, prima di far girare i macchinari pesanti su centinaia di migliaia di acri alla volta, i nostri gestori del territorio dovrebbero valutare attentamente le opzioni di trattamento, consultarsi con esperti scientifici e il pubblico e assicurandosi che tutte le azioni sommate miglioreranno la salute del nostro pubblico terre e la fauna che vi abitano.

Bob Wick / BLM

Bernhardt, invece di abbracciare la scienza e l'inclusione, ha scelto di riscrivere la politica per limitare deliberatamente la supervisione pubblica e la revisione scientifica della sua rimozione della vegetazione e delle attività di eliminazione in tutto l'Occidente.
L'amministrazione Biden può fermare queste decisioni mal concepite e fare della scienza, dell'inclusione e della responsabilità i tratti distintivi del suo Dipartimento degli Interni e del programma di ripristino ecologico del Bureau of Land Management.

* Questo è stato pubblicato per la prima volta come oped su The Salt Lake Tribune il 22 gennaio 2021.