Ripristino del fiume più minacciato

0
2

Oggi, American Rivers ha annunciato che il fiume Snake inferiore è il fiume più a rischio negli Stati Uniti. Per decenni, quattro grandi dighe idroelettriche sul fiume hanno interrotto il flusso d'acqua, uccidendo il salmone, influenzando altri animali selvatici in via di estinzione, violando i trattati tribali e degradando le economie locali. Gli anni di distruzione si stanno sommando e il fiume sta raggiungendo un punto di svolta: dobbiamo agire ora se vogliamo salvare lo Snake River e tutti coloro che dipendono da un fiume sano e scorrevole.

Fortunatamente, le persone in tutto il Pacifico nord-occidentale hanno esplorato un nuovo percorso in avanti. Una proposta del membro del Congresso Simpson a febbraio rappresenta un'opportunità unica per rimuovere finalmente tutte e quattro le dighe e creare un futuro che funzioni per tutti gli abitanti della regione, dai membri della comunità alle orche.

Ripristino delle iconiche salmoni

Mappa di Columbia River Watershed con Snake River evidenziata in giallo e Columbia River evidenziata in blu.

Prima della costruzione delle dighe, si stima che da 10 a 16 milioni di salmoni siano stati generati nel bacino della Columbia, metà dei quali erano diretti allo Snake River (il più grande affluente della Columbia) e ai freddi torrenti alpini e alle insenature che sfociano nel fiume Snake. Nel 2018, solo 665.000 salmoni sono tornati nel bacino della Columbia.

Quando le dighe furono costruite per la prima volta, non esistevano regolamenti per richiedere il passaggio dei pesci. Da allora, i governi hanno speso miliardi di dollari per migliorare il passaggio dei pesci e aumentare la produzione degli incubatoi. Ma i salmoni dello Snake River sono più vicini all'estinzione di quanto lo siano mai stati prima, e rimuovere le dighe inferiori dello Snake River è la nostra migliore occasione per riportare nel nord-ovest popolazioni abbondanti e raccoglibili di salmoni e steelhead. Precedenti rimozioni di dighe, come quelle sui fiumi Elwha, White Salmon, Rogue e Camel, dimostrano che il ripristino di un fiume a flusso libero funziona. Questi fiumi stanno assistendo al ritorno del pesce e al ripopolamento a ritmi mai visti da decenni.

Ryan Hagerty / USFWS

Onorare le promesse fatte alle tribù del nordovest

Quando il governo degli Stati Uniti colonizzò il Pacifico nord-occidentale, le tribù firmarono trattati con il governo federale che manteneva il diritto di pescare e raccogliere risorse in cambio della concessione di vaste aree di terra ai coloni bianchi.

Le quattro dighe inferiori del fiume Snake violano direttamente i trattati con diverse tribù, tra cui i Nez Perce. Durante la costruzione della diga, i nativi americani furono rimossi con la forza dai villaggi di pescatori poiché le dighe creavano bacini idrici che inondavano questi villaggi e diversi luoghi di pesca tradizionali. Il ripristino della parte inferiore del fiume Snake e dei suoi salmoni, steelhead e altri pesci è un'azione essenziale che il governo federale deve intraprendere per onorare i trattati e le comunità tribali.

Salva le orche residenti nel sud dall'estinzione

Mentre i salmoni nel nord-ovest svaniscono, anche le specie che fanno affidamento su di loro lottano per sopravvivere, comprese le orche residenti meridionali altamente in via di estinzione. Per migliaia di anni, questa popolazione unica di orche è migrata dalla California alla Columbia Britannica, nutrendosi di abbondanti salmoni selvatici durante tutto l'anno. Il salmone di Snake River è sempre stato una componente importante della dieta delle orche. Durante l'inverno e l'inizio della primavera, le orche frequentano la foce del fiume Columbia mentre i salmoni iniziano il loro viaggio dall'oceano verso i fiumi di montagna dell'Idaho e dell'Oregon per deporre le uova.

Holly Fearnbach (SR3: SeaLife Response, Rehabilitation and Research) e Lance Barrett-Lennard (Coastal Ocean Research Institute di Vancouver)

Una giovane orca residente nel sud insegue un salmone Chinook nel Salish Sea vicino all'isola di San Juan, Washington, nel settembre 2017. Immagine ottenuta con il permesso NMFS n. 19091.

Negli ultimi decenni, la popolazione di orche residenti nel sud ha continuato a diminuire perché il cibo principale delle orche, il salmone chinook, sta scomparendo. La rimozione delle dighe del fiume Snake inferiore è una delle azioni più importanti che possiamo intraprendere per salvare queste balene dall'estinzione.

Ripristina opportunità di svago all'aperto di prima classe

Guardando i placidi e caldi bacini idrici del fiume Snake oggi, è difficile immaginare che un tempo il fiume fosse uno dei più selvaggi del Lower 48. Oltre 80 rapide si trovano sotto questi bacini artificiali e un tempo attraevano travi di acque bianche da tutto il mondo. Le persone apprezzerebbero anche le lussureggianti foreste ripariali lungo il fiume Snake, che ospitava uccelli e altri animali selvatici. Con il crescente interesse negli Stati Uniti per la ricreazione fluviale e l'osservazione della fauna selvatica, il ripristino del fiume Snake inferiore può fornire opportunità di svago all'aperto e portare dollari per il turismo per sostenere le comunità locali lungo il corridoio fluviale.

Riprese alle rapide delle pecore selvatiche sul fiume Snake nell'Hells Canyon, maggio 1973

Combattere il cambiamento climatico

Un clima caldo e mutevole è una delle maggiori sfide che dobbiamo affrontare oggi e il riscaldamento delle acque del fiume Snake sta spingendo il salmone ancora più vicino all'estinzione. Mentre combattiamo il cambiamento climatico, dobbiamo garantire che i nostri ecosistemi siano resilienti e adattabili. Gli scienziati prevedono che rimuovendo le quattro dighe inferiori del fiume Snake, l'acqua sui fiumi Snake e Columbia rimarrebbe abbastanza fresca da consentire al salmone di migrare in sicurezza.

Sebbene la rimozione delle dighe sia essenziale per l'adattamento ai cambiamenti climatici della regione, saranno necessari anche investimenti in nuove forme di energia priva di carbonio. L'energia idroelettrica ha alimentato a lungo il Pacifico nord-occidentale, ma queste vecchie dighe e turbine non forniscono più l'energia più economica o affidabile per i consumatori. Attraverso investimenti intelligenti, possiamo espandere l'energia solare ed eolica, aumentare lo stoccaggio delle batterie e migliorare l'efficienza energetica non solo per sostituire l'energia delle dighe, ma anche per rendere la rete più resistente, affidabile e conveniente.

Espandere le infrastrutture per l'agricoltura e i trasporti

La rimozione delle dighe del fiume Snake inferiore eliminerà un modo in cui i coltivatori di grano e altri produttori agricoli trasportano i loro prodotti sul mercato. Mentre le chiatte sul fiume sono state importanti per la regione, il traffico delle chiatte è diminuito costantemente nel corso degli anni e molti agricoltori spostano la maggior parte delle loro merci tramite il treno. La rimozione delle dighe è un'opportunità per fare investimenti più intelligenti in ferrovie, porti e altre infrastrutture di trasporto per garantire che gli agricoltori possano continuare a spostare in modo economico le loro merci sul mercato.

Altri agricoltori usano il fiume per irrigare i loro raccolti. Mentre i livelli dell'acqua scenderanno dopo la rimozione della diga, gli agricoltori dovrebbero comunque essere in grado di irrigare i raccolti con aggiornamenti ai sistemi di irrigazione poiché le dighe inferiori del serpente non sono state progettate per trattenere l'acqua extra.

Sam Beebe

Creare posti di lavoro e rafforzare le economie locali

Ripristinando il fiume e facendo investimenti in infrastrutture intelligenti, il Pacifico nord-occidentale può crescere e sostenere le economie locali dalla costa alle Montagne Rocciose. L'espansione delle attività ricreative, del turismo, dell'energia pulita e dei trasporti può creare migliaia di posti di lavoro familiari per le persone che vivono lungo il fiume Snake. Un fiume che scorre liberamente offre anche l'opportunità di investire in nuovi waterfront a Lewiston e Clarkston.

Queste comunità rurali stanno lottando per anni a causa del calo dei salmoni e hanno un disperato bisogno di sostegno. Con la ripresa del salmone, anche le imprese e le comunità di pesca ne trarranno vantaggio. I pescatori e gli allestitori ricreativi vedranno maggiori opportunità di pescare salmoni e steelhead nello Snake River e nei suoi affluenti. Anche la pesca del salmone costiera e dell'Alaska trarrebbe vantaggio da più salmoni del fiume Snake, che trascorrono la maggior parte della loro vita nell'Oceano Pacifico settentrionale.

Agisci ora per salvare il fiume Snake

NOAA / SWFSC, SR3 e il Coastal Ocean Research Institute

Un gruppo familiare di orche assassine residenti nel sud che inseguono un salmone. Immagine presa da un esacottero senza equipaggio a> 100 piedi durante una collaborazione di ricerca tra NOAA / SWFSC, SR3 e il Coastal Ocean Research Institute. Ricerca autorizzata dal permesso NMFS n. 19091.

Il tempo stringe per salvare il fiume Snake. Salmone e orche sono sull'orlo dell'estinzione, le tribù stanno lottando per raccogliere abbastanza salmone da mangiare e le economie locali stanno soffrendo. Mentre il Congresso lavora per far avanzare gli investimenti nelle infrastrutture della nostra nazione, deve anche portare avanti progetti che rimuovano le quattro dighe obsolete del Snake River e ripristinano il fiume, le comunità che dipendono dalla sua acqua e proteggono le specie che abitano il Serpente.

Insieme, possiamo costruire un nord-ovest migliore che funzioni per tutti, ma il Congresso ha bisogno di sentirti per agire! Contatta oggi i tuoi membri del Congresso e dì loro di salvare la parte inferiore del fiume Snake prima che sia troppo tardi.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui