Rospo del deserto di Sonora: le autorità statunitensi avvertono i visitatori di non leccare o baciare rospi velenosi

62

I rospi del deserto di Sonora sono noti per la loro pelle velenosa e possono far ammalare gli esseri umani. Tuttavia, secondo quanto riferito, alcune persone sono tentate di stabilire un contatto fisico con gli anfibi potenzialmente mortali. Con questo, il National Park Service (NPS) ha emesso un avvertimento ai visitatori di non leccare o baciare i rospi psichedelici tossici quando li incontrano, probabilmente all’aperto e durante le ore serali o mattutine.

Avviso di rospo velenoso NPS

(Foto: Foto di SAM YEH/AFP tramite Getty Images)

L’NPS attraverso un post su Facebook la scorsa settimana ha emesso il suo avviso di rospo velenoso, esortando i visitatori a lasciare in pace i rospi del deserto di Sonora. Non è chiaro se sia stato riferito che un recente incidente abbia innescato il post, ma l’agenzia statunitense ha scritto “ci siamo” nel post. Inoltre, questi rospi hanno ghiandole parotoidi che secernono tossine, che possono far ammalare una persona se maneggiano la rana o acquisiscono il veleno attraverso la bocca.

Inoltre, l’agenzia sottolinea che si potrebbe incontrare il rospo più frequentemente in un parco nazionale, ricordando al pubblico di astenersi dall’entrare in contatto orale con i rospi dagli occhi luminosi nel cuore della notte, così come con una lumaca di banana o un fungo sconosciuto.

Leggi anche: I rospi delle canne australiani potrebbero presto curare il cancro

Il rospo del deserto di Sonora

Conosciuto anche come il rospo del fiume Colorado, il rospo del deserto di Sonora (Bufo alvarius) può crescere almeno 7 pollici (18 centimetri) ed è uno dei più grandi rospi nativi del Nord America. Gli adulti hanno un colore verde nel corpo, con una combinazione di dorso grigio-verdastro nella parte superiore del corpo e bianco crema nella parte inferiore.

Secondo l’Arizona-Sonora Desert Museum, i rospi del deserto di Sonora hanno “tossine estremamente potenti e difensive” che di solito vengono rilasciate da diverse ghiandole, principalmente parotoidi, nella pelle, come accennato in precedenza. La maggior parte degli animali che molestano B. alvarius si intossicano attraverso la bocca, il naso o gli occhi. Anche i cani da compagnia adulti possono morire a causa delle tossine quando raccolgono o mordono i rospi.

Il museo evidenzia che gli animali possono sperimentare sintomi di intossicazione dal rospo di Sonora come salivazione eccessiva, battito cardiaco irregolare, modo irregolare di camminare e scalpitare alla bocca.

Avvelenamento da rospo

Per anni, gli scienziati hanno finalmente scoperto che anfibi come rane, tritoni, rospi e salamandre hanno meccanismi di difesa attraverso potenti tossine. Questo veleno innato è un prodotto dell’evoluzione contro vari fattori esterni, secondo il National Capital Poison Center, che ha smentito che baciare una rana potrebbe trasformarlo in un principe nelle fiabe.

Nel maggio 2022, CBS News ha citato un rapporto dell’agenzia di stampa statale TASS secondo cui un ex dirigente petrolifero russo è morto per avvelenamento da rospo dopo aver cercato un “trattamento per i postumi di una sbornia con veleno di rospo” da un guaritore locale o stregone noto come “Magua” nella città di Mytishchi , appena fuori dalla capitale russa di Mosca.

Inoltre, ci sono altri casi in cui gli esseri umani sono morti per ingestione di sospetto veleno di rospo, che può portare a gravi malattie e persino alla morte.

Articolo correlato: I ricercatori trovano 200 rospi di canna tossici che invadono Taiwan

© 2022 NatureWorldNews.com Tutti i diritti riservati. Non riprodurre senza permesso.