Settimana Lobo: Celebrando i nostri selvaggi lupi grigi messicani

0
5

Più lupi grigi messicani vivono allo stato brado ora che in qualsiasi momento dalla loro reintroduzione! Poco prima dell'inizio della Lobo Week (che commemora il ritorno del 1998 dei lupi grigi messicani nelle terre selvagge del New Mexico e dell'Arizona), il servizio statunitense Fish and Wildlife Service (FWS) ha annunciato che c'erano 186 lupi nel conteggio della popolazione 2020, il 14% in più rispetto al anno prima. La crescita riflette il duro lavoro persistente dei biologi federali, statali e tribali, delle persone che vivono e lavorano nel paese dei lupi e delle ONG, come i difensori, impegnate nella convivenza.

Rebecca Bose / Wolf Conservation Center

Ma è necessario più lavoro per ottenere un recupero ecologicamente significativo come previsto dall'Endangered Species Act. Solo 23 lobo in più erano allo stato brado nel 2020 rispetto all'anno precedente, anche se il programma di recupero ha messo 20 cuccioli allo stato brado nello stesso anno. Questo è un guadagno netto di soli tre lupi dalla riproduzione naturale e FWS ha recuperato la carcassa di un lupo grigio messicano morto a febbraio nella foresta nazionale di Apache-Sitgreaves, che è sotto inchiesta. La diversità genetica di questi tre nuovi cuccioli non è migliore di quella di fratelli e sorelle. La cattiva salute genetica e l'alto tasso di mortalità continuano a ostacolare il recupero a lungo termine. Senza ridurre la mortalità e liberare più lupi adulti dalle strutture di riproduzione in cattività che partecipano al Piano di sopravvivenza delle specie di lupo messicano (SSP), è improbabile che la terribile situazione genetica migliori da sola per evitare la consanguineità e tutti i costi associati.

Evelyn Lichwa

I sostenitori del lupo hanno chiesto che FWS includa rapporti sulla salute genetica del lupo grigio messicano mentre rilascia informazioni sulla popolazione. Il valore genetico di ogni singolo lupo per l'intera popolazione non viene mai comunicato al pubblico, lasciando alcuni dubbi su come la mortalità e le rimozioni dalla natura potrebbero avere un impatto sulla popolazione.

Watson

L'incrocio è una strategia per aumentare i lupi grigi messicani in natura. È una danza estremamente impegnativa che richiede che i cuccioli nascano in cattività e in natura all'incirca nello stesso momento e poi il complesso coordinamento logistico delle strutture SSP e il programma di recupero per portare quei cuccioli allevati in cattività nelle tane in natura. Gli sforzi di promozione incrociata nel 2020 hanno avuto più successo che in passato, con FWS che ha collocato un record di 20 cuccioli nelle tane! Tuttavia, molti esperti temono che la promozione incrociata da sola potrebbe non essere sufficiente a prevenire un rapido declino della diversità genetica che potrebbe essere catastrofico per questi rari lupi del sud-ovest. Poiché i cuccioli adottati in modo incrociato devono crescere e allevare famiglie proprie per contribuire con i loro preziosi geni alla popolazione, questo è un percorso a più lungo termine per il recupero in natura.

A causa della pressione degli stati dell'Arizona e del New Mexico, FWS non ha rilasciato gruppi familiari di lupi ben legati con i loro cuccioli da molti anni, mettendo a rischio la salute a lungo termine della popolazione selvaggia. Il Mexican Wolf SSP ospita gruppi familiari idonei che potrebbero essere rilasciati per fornire un impulso immediato al numero di coppie riproduttive e migliorare il pool genetico selvatico.

David Jacob

Per anni, gli scienziati hanno raccomandato a FWS che ci fossero tre sottopopolazioni di almeno 200 lupi ciascuna (e 750 in totale), sparse in tutto il sud-ovest. Questa struttura di metapopolazione e distribuzione geografica è fondamentale per il successo dei lupi messicani, ma la politica grezza ha impedito questo importante cambiamento.

Nel 2020, FWS ha rimosso 10 lupi grigi messicani in via di estinzione dalla natura e li ha messi in cattività e ha controllato letalmente altri cinque lupi per conflitti legati al bestiame. Inoltre, almeno 29 lupi grigi messicani sono morti nel 2020, con alcune di queste morti ancora sotto inchiesta. Sebbene la recente crescita della popolazione selvaggia sia incoraggiante, l'attuale alto tasso di mortalità e la continua dipendenza dell'agenzia dalla rimozione letale come strumento di gestione mette un freno a quello che avrebbe dovuto essere un anno positivo nello sforzo di ripristinare uno degli animali più a rischio di estinzione.

Per dare ai lupi grigi messicani le maggiori possibilità di successo in natura, Defenders continuerà a sostenere attività proattive sul campo incentrate sulla riduzione dei conflitti tra lupo e bestiame. Per saperne di più su questi progetti sul campo, consulta le nostre ultime note sul campo del lupo grigio messicano. I difensori hanno anche avviato una collaborazione di tre anni con i produttori di bestiame Apache White Mountain, progettati per esplorare pratiche di pascolo rigenerativo che incoraggiano la convivenza con i lupi grigi messicani. Infine, Defenders continua a sfidare un piano di recupero mal realizzato per i lupi grigi messicani nella corte federale.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui