Tartarughe marine stordite dal freddo catturate a temperature dell’acqua ipotermiche portate nei centri di riabilitazione

102

Questa settimana, gli aerei del Massachusetts hanno trasportato dozzine di tartarughe marine bloccate che soffrivano di temperature dell’acqua ipotermiche.

Le tartarughe, spaventate dalle temperature più fredde, saranno curate medicamente e lentamente guarite.

Rachel Overmeyer, responsabile del programma di riabilitazione per il Georgia Sea Turtle Center di Jekyll Island, ha sottolineato che le tartarughe marine usano la temperatura dell’acqua intorno a loro per controllare la loro temperatura corporea e durante l’inverno molte tartarughe marine rimangono intrappolate in acqua ipotermica che è inferiore a 50 gradi.

Overmeyer ha aggiunto che una tartaruga marina arenata è quella che è stata scoperta galleggiare o portata a riva, viva o morta. Se la tartaruga è ancora viva, di solito è in cattive condizioni di salute e potrebbe essere malata o ferita.

Salvataggio di 43 tartarughe marine stordite dal freddo

Sei delle sette specie di tartarughe marine esistenti al mondo si trovano negli Stati Uniti. L’Endangered Species Act protegge ciascuna di queste sei specie. Nella Lista rossa delle specie minacciate dell’Unione internazionale per la conservazione della natura (IUCN), la tartaruga ridley di Kemp, la tartaruga embricata e la tartaruga marina verde sono tutte elencate come in pericolo di estinzione.

43 tartarughe marine sono state trasportate di recente dal National Marine Life Center di Bourne, nel Massachusetts, e dal New England Aquarium di Boston. Hanno fatto tre fermate per consegnare le tartarughe, prima al Georgia Sea Turtle Center e poi al South Carolina Aquarium a Charleston e Hampton Bays, l’Atlantic Marine Conservation Society di New York. Sono state consegnate sei tartarughe marine verdi e 37 tartarughe ridley di Kemp.

Il modo in cui vengono gestite le tartarughe stordite dal freddo può variare.

Overmeyer afferma che è fondamentale riscaldare gradualmente le tartarughe in modo che la temperatura dell’acqua corrisponda alla temperatura corporea. Ogni giorno la temperatura aumenterà di 5 gradi. Possono sperimentare cambiamenti fisiologici che li rendono stressati o scioccati se la temperatura aumenta troppo rapidamente.

Inoltre, le tartarughe riceveranno cure di supporto, che possono comportare radiografie, esami del sangue, diagnostica e cura delle ferite, se necessario. A causa della loro vicinanza ad acque più calde, le strutture nel sud ricevono spesso tartarughe marine stordite dal freddo.

Leggi anche: L’aumento della domanda di tartarughe domestiche spinge il bracconaggio, rischiando la possibile estinzione del 50% delle specie rimanenti

Riabilitazione

Il Georgia Sea Turtle Center è un centro di formazione, studio e riabilitazione. La struttura ha aiutato più di 1.500 animali malati, feriti o bloccati dal 2017.

Le tartarughe possono occasionalmente sottoporsi a riabilitazione fino al punto in cui sono idonee per il rilascio. A volte si stabiliscono lì in modo permanente.

Overmeyer afferma che le condizioni della tartaruga e la risposta al trattamento determinano sempre la data di rilascio per un paziente.

Ci sono numerosi fattori da considerare quando si decide se rimettere in libertà un animale, quindi questo non può essere garantito. Alcuni pazienti vengono trasferiti in una struttura di assistenza a lungo termine dove agiscono come animali educativi piuttosto che essere rimessi in libertà perché, a seconda della loro ferita, hanno bisogno di cure mediche continue o terapia fisica per mantenere intatta la loro salute.

Tartarughe volanti

Turtles Fly Too, un’organizzazione senza scopo di lucro che recluta piloti per donare il loro tempo e il loro aereo in modo che le tartarughe marine possano essere portate in salvo, ha assistito le tartarughe stordite dal freddo nel loro viaggio dal Massachusetts. Secondo il sito web Turtles Fly Too, quando le tartarughe marine sono ferite, aggrovigliate o soffrono di shock da freddo, l’azienda collabora con l’US Fish and Wildlife Service (USFWS) e la National Oceanic and Atmospheric Administration (NOAA). L’azienda fornisce il trasporto per le tartarughe ferite.

Il numero di tartarughe marine che subiscono uno shock da freddo ogni anno non è noto.

Overmeyer ha sottolineato che lo stordimento a freddo dipende esclusivamente dalle condizioni meteorologiche ed è imprevedibile. La probabilità che più tartarughe marine vengano danneggiate aumenta con il calo della temperatura, ma a parte questo, è imprevedibile, riferisce Treehugger.

Articolo correlato: Zoo finalmente dà il benvenuto a 41 cuccioli dopo due decenni di attesa per la riproduzione di tartarughe rare in via di estinzione -San Diego

© 2023 NatureWorldNews.com Tutti i diritti riservati. Non riprodurre senza permesso.