Uno studio sui topi mostra che i lamponi neri potrebbero ridurre l'infiammazione della pelle e le allergie cutanee

0
63

4 luglio 2020 08:40 EDT

Uno studio sui topi ha scoperto che le diete con un alto contenuto di lamponi neri potrebbero ridurre l'allergia cutanea e l'infiammazione della pelle a causa dell'ipersensibilità da contatto. L'ipersensibilità da contatto provoca arrossamento e altri segni di infiammazione sulla pelle. Lo studio è stato pubblicato sulla rivista Nutrients.

L'autore senior e assistente professore della Ohio State University Steve Oghumu ha affermato che su molti trattamenti medici attuali, come gli steroidi, i farmaci antinfiammatori vengono applicati direttamente sulla pelle del paziente. Dice che è interessante vedere che il consumo di frutta, in particolare i lamponi neri, potrebbe ottenere gli stessi benefici.

Lo studio ha raggruppato i topi e li ha sottoposti a una dieta che includesse lamponi neri. La quantità di frutta è pari a una porzione giornaliera per l'uomo. Come per un vero esperimento, è stato incluso anche un gruppo di controllo. In questo gruppo, ai topi è stata somministrata una dieta simile, ma che non contenga lamponi neri.

Dopo tre settimane di somministrazione delle diete corrispondenti, gli scienziati hanno esposto ciascuna delle orecchie dei topi a sostanze irritanti per indurre l'ipersensibilità da contatto. Le orecchie sono state quindi confrontate tra loro e il gonfiore di ciascun orecchio è stato misurato.

LEGGI: ​​Perché gli agricoltori sono tra le nostre migliori guide per dare un senso al clima da capogiro?

I ricercatori hanno scoperto che i topi a cui era stata somministrata una dieta contenente lamponi neri avevano meno gonfiore rispetto a quei topi che non erano stati nutriti con lamponi neri. Il frutto sembra modulare le cellule dendritiche; queste sono le cellule che fungono da messaggeri per il nostro sistema immunitario. Indica al sistema immunitario del corpo quando attivarsi o essere dormiente e, in questo caso, quando provocare o meno una risposta infiammatoria.

Oghumu dice che il nostro sistema immunitario è un sistema molto complesso che ha molti componenti e fattori. Una volta che gli scienziati possono individuare quali singole cellule del sistema sono influenzate dalle more, possiamo iniziare a determinare in che modo il frutto può inibire l'infiammazione.

Aggiunge che gli stessi allergeni o agenti patogeni non sempre causano molti degli effetti sfortunati e dannosi che l'infiammazione porta con sé. Invece, il corpo stesso fa questo come un modo per reagire a tali inneschi e per combattere agenti patogeni, invasori e altre minacce.

Ad esempio, quando si tratta di ipersensibilità da contatto, la pelle è esposta a un allergene e il sistema immunitario reagisce inondando l'area della pelle interessata con cellule che promuovono prurito e infiammazione.

LEGGI SUCCESSIVO: un nuovo studio afferma che il latte non pastorizzato contiene geni resistenti ai farmaci

Oghumu dice anche che un modo per gestire questo tipo di malattie è controllare la risposta infiammatoria. Questo è ciò che apparentemente stanno facendo i lamponi neri.

Gli effetti causati dai lamponi neri sul processo infiammatorio sono stati studiati da Oghumu e dai suoi colleghi per anni.

Consumare una dieta ricca di lamponi neri promette di ridurre l'infiammazione associata ad alcuni tipi di cancro. Il team di ricerca è curioso dell'efficacia del frutto nell'aiutare a ridurre la risposta infiammatoria in altre condizioni di malattia.

Oghumu ha detto che lo studio indica la promessa che i frutti potrebbero fornire tali benefici. Tuttavia, afferma che sono necessarie ulteriori ricerche per determinare le proprietà specifiche dei lamponi neri, che causano una riduzione dell'infiammazione nel corpo.

LEGGI ANCHE: Aumento della mortalità infantile legata all'inquinamento atmosferico

© 2018 NatureWorldNews.com Tutti i diritti riservati. Non riprodurre senza autorizzazione.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui