14 Segni e suggerimenti per l’equilibrio di coppia

83

Le persone di solito intraprendono relazioni romantiche in cerca di intimità, compagnia e sostegno reciproco. Le sfide della vita spesso diventano più facili da gestire quando qualcun altro aiuta ad assumersi il peso.

In una relazione sana, potresti rivolgerti al tuo partner per conforto e guida quando succede qualcosa che non puoi gestire da solo.

Eppure le relazioni non possono prosperare senza equilibrio. Se un partner fornisce regolarmente la maggior parte del supporto finanziario o emotivo, potresti avere una relazione unilaterale o sbilanciata.

È scoraggiante sforzarsi di presentarsi per un partner che non sembra avere un investimento simile nella relazione. Oltre a causare frustrazione, le relazioni unilaterali possono inacidire il tuo affetto e influire negativamente sulla tua salute emotiva.

Ogni relazione è unica e i partner potrebbero, di volta in volta, incontrare difficoltà personali che influenzano la loro capacità di contribuire in modo equo alla relazione – e va bene così.

Ma quando un partner contribuisce regolarmente di più alla relazione, spesso ci sono problemi in vista.

Ecco alcuni altri segni che suggeriscono che c’è un problema di equilibrio nella relazione.

Un persistente senso di insicurezza

Quando il tuo partner non sembra molto coinvolto, potresti iniziare a dubitare del suo impegno.

È abbastanza comprensibile. Dai la priorità alla relazione e fai uno sforzo dedicato per comunicare, trascorrere del tempo di qualità insieme e aiutare quando necessario. Se non riescono a fare lo stesso sforzo, potresti iniziare a chiederti se si preoccupano davvero per te.

In alternativa, potrebbero mostrare molto affetto ma sembrano disinteressati a discutere di piani futuri, come trasferirsi insieme o pianificare le vacanze del prossimo anno. Questo può lasciarti con la sensazione che preferiscono tenere un piede fuori dalla porta.

Certo, alcune persone sono più dimostrative di altre, ma generalmente non è un grande segno quando ti senti insicuro dei loro sentimenti. Questa insicurezza può scuotere la tua fede nel tuo partner e alimentare ansia e conflitto.

Mancanza di comunicazione

L’unilateralità può anche manifestarsi nei modelli di comunicazione.

Parli liberamente della tua frustrazione con il tuo migliore amico dopo una discussione o della tua gioia e soddisfazione dopo che il tuo capo ha elogiato il tuo lavoro. Il tuo partner, d’altra parte, non condivide quasi nulla, qualunque cosa accada nella sua vita.

Forse hai notato che sono un ottimo ascoltatore. Non hanno mai tagliato o deviato la tua storia sulle loro esperienze. Allo stesso tempo, tuttavia, raramente offrono aneddoti propri.

Quando lotti per comunicare, potresti avere la sensazione di non conoscerli molto bene. Questo può anche creare conflitti improduttivi. Vuoi arrivare al nocciolo del problema e parlarne, ma loro semplicemente spazzano via il problema con “Va bene” o “Non preoccuparti”.

Alla fine, sebbene tu voglia ottenere una comunicazione più autentica, potresti trovare sempre più difficile aprirti poiché non ricambiano mai.

Le tue interazioni ti lasciano insoddisfatto

Come ti senti dopo aver passato del tempo con il tuo partner?

Forse ti diverti in questo momento, ma la mancanza di una profonda connessione emotiva ti fa sentire solo, anche un po ‘vuoto, in seguito. Potresti ritrovarti a sezionare i tuoi incontri, preoccuparti per la loro mancanza di impegno o chiederti cosa hai fatto per turbarli.

Il tempo trascorso con i tuoi cari dovrebbe darti energia e soddisfarti il ​​più delle volte. Sentirsi svuotati, stressati o insoddisfatti dopo aver visto il tuo partner può suggerire una relazione squilibrata, una in cui fanno pochi sforzi per soddisfare i tuoi bisogni emotivi.

Tu fai tutto il lavoro

Nelle relazioni unilaterali, spesso spetta a un partner organizzare tutto.

Pianificare viaggi o appuntamenti, prendere cibo per cena, fare il check-in quando non hai parlato per pochi giorni, iniziare a fare sesso: può sembrare che la relazione crollerebbe completamente se smettessi di lavorare per sostenerla.

Forse quando dici questo, il tuo partner offre qualche scusa o ti guarda con occhi vuoti. Forse accettano di impegnarsi di più ma presto tornano alle loro solite abitudini.

In ogni caso, questo può darti l’impressione che stiano approfittando o non si preoccupino se la relazione continua.

Squilibrio finanziario

Dopo una perdita di lavoro o altre difficoltà finanziarie, un partner con risorse finanziarie potrebbe offrirsi di aiutare temporaneamente. Non c’è niente di sbagliato in questo. Sapere di avere qualcuno che si preoccupa abbastanza da aiutare nei momenti di bisogno è un importante vantaggio per la relazione.

È una storia diversa, tuttavia, quando finisci per pagare bollette, generi alimentari, benzina e vacanze senza un accordo preventivo e il tuo partner non fa mai una mossa per partecipare. Questo in genere non rappresenta una dinamica di relazione sana e può farti sentire usato e non apprezzato.

Mentre le relazioni possono certamente diventare sbilanciate con un partner egoista o tossico, molti altri fattori possono contribuire.

Diversi stili di comunicazione

Non tutti crescono imparando a comunicare in modo produttivo o discutere apertamente i sentimenti. Alcune persone imparano a proteggersi nascondendo le proprie emozioni. Se il tuo partner non è mai stato incoraggiato a condividere sentimenti o opinioni, potrebbe dubitare della sua capacità di farlo in sicurezza fino all’età adulta.

Anche l’attaccamento gioca un ruolo qui. Le persone con uno stile di attaccamento insicuro, come sprezzante-evitante o ansioso-evitante, tendono a creare distanza nelle relazioni o ritirarsi emotivamente invece di aprirsi. I loro forti sentimenti per te potrebbero essere minati da un altrettanto forte desiderio di evitare di farsi male.

Modelli di comunicazione o stili di attaccamento molto diversi possono creare una grande disparità tra i bisogni emotivi nelle relazioni.

Aspettative di relazione diverse

Le relazioni unilaterali possono svilupparsi quando tu e il tuo partner avete idee diverse su cosa significa la relazione.

Forse hai un obiettivo di impegno a lungo termine, mentre loro non riescono a vedere oltre i prossimi mesi. La tua visione della relazione ti porta a intensificare i tuoi sforzi, mentre non hanno raggiunto il punto in cui si sentono in grado di esprimere un impegno simile.

È anche possibile che abbiano imparato a fare affidamento sui loro genitori o partner per soddisfare i loro bisogni nelle relazioni passate e ora si aspettano che tu faccia lo stesso. Questo certamente non è un comportamento relazionale sano – non è compito tuo (o di chiunque altro) prendersi cura di loro.

Tuttavia, questo modello può cambiare attraverso una migliore comunicazione e uno sforzo dedicato.

Disagio temporaneo

Quando cerchi di capire perché la tua relazione sembra improvvisamente fuori posto, può essere utile considerare eventuali fattori di stress presenti nella vita del tuo partner.

Stress lavorativo, problemi di salute fisica o mentale, problemi familiari: ognuna di queste sfide può rendere difficile il pieno coinvolgimento. Se hanno a che fare con più del solito, potrebbero continuare a sentirsi sopraffatti fino a quando la situazione non migliora.

La tua storia di relazione

Dall’altro lato delle cose, anche il tuo stile di attaccamento e le esperienze passate di relazione possono influenzare.

Le persone con stili di attaccamento ansiosi, ad esempio, potrebbero avere paura di finire da sole e aver bisogno di maggiore sicurezza di affetto rispetto a qualcuno che è saldamente attaccato. Se il tuo partner non è eccessivamente affettuoso, potresti sentire la distanza emotiva più fortemente.

La preoccupazione per la partenza del tuo partner può anche portarti ad assumere più della tua parte nella relazione. Potresti offrire con entusiasmo supporto per evitare che perdano interesse.

Anche se potresti non rendertene conto, le tue azioni possono interrompere l’equilibrio della relazione. Un partner integro, qualcuno che si prende veramente cura di te, potrebbe rifiutare gentilmente le tue offerte, incoraggiarti a fare affidamento su di loro per chiedere aiuto occasionalmente e lavorare per rafforzare la tua fiducia nel loro impegno.

Un partner poco scrupoloso, tuttavia, potrebbe semplicemente dare per scontata la tua assistenza.

Potresti anche ritrovarti a portare avanti la relazione se hai l’abitudine di assumere il ruolo di caregiver, poiché spesso è difficile rompere un modello di supporto.

Con uno sforzo dedicato, è spesso possibile affrontare molti problemi di relazione, incluso lo squilibrio.

Come per la maggior parte delle altre preoccupazioni, generalmente è utile iniziare con una conversazione. Se hai notato solo di recente l’unilateralità, potresti iniziare menzionando che hai notato che sembrano un po ‘distanti e distratti e chiedere se hanno qualcosa in mente.

I tuoi prossimi passi potrebbero comportare:

  • lavorare insieme per affrontare qualunque cosa li turbi
  • esplorare modi per lavorare sulla comunicazione aperta in futuro
  • discutere strategie che vi aiutino a soddisfare le vostre esigenze

In caso di problemi di attaccamento o traumi relazionali passati, il supporto professionale può fare una grande differenza. Questi problemi sono generalmente difficili da superare da soli, ma un singolo terapeuta può offrire una guida per esplorarli in modo produttivo.

Un consulente di coppia può aiutarti a esaminare il loro impatto sulla relazione e trovare insieme soluzioni positive.

E un partner che non vuole cambiare?

La possibilità di ristabilire l’equilibrio nella relazione si basa generalmente sulla disponibilità di entrambi i partner a svolgere il lavoro necessario per creare il cambiamento.

Chiunque può cambiare, ma questo non significa sempre che lo farà. La tua relazione probabilmente non riacquisterà molto equilibrio se il tuo partner:

  • sembra disinteressato ad affrontare lo squilibrio relazionale
  • sembra felice di continuare ad accettare il tuo sostegno senza ricambiare
  • non fa alcuno sforzo per comunicare, fornire supporto emotivo o affrontare altri comportamenti che compensano la relazione

Alcune persone semplicemente non sono compatibili.

Se il tuo partner non mostra alcuna inclinazione a incontrarti nel mezzo, probabilmente faresti meglio ad andare avanti, anche quando senti di esserti impegnato troppo per abbandonare la relazione. Nessuno sforzo vale un disagio emotivo prolungato.

Essere onesti

Spiega perché hai deciso di porre fine alla relazione.

Ricorda, l’incompatibilità può verificarsi senza che uno dei partner faccia qualcosa di “sbagliato”. Usare affermazioni in “I” può aiutarti a evitare di sembrare critico o critico.

Potresti dire, ad esempio, “Ho bisogno di più intimità emotiva dal mio partner” o “Mi sento insicuro senza piani per il futuro”.

Va bene avere bisogno di una relazione con un uguale livello di impegno e investimento. È una relazione sana, dopotutto.

Trova altri suggerimenti su come tenere la conversazione sulla rottura qui.

Parla con un terapista

Lavorare con un professionista della salute mentale può aiutarti a riprenderti dalla rottura ed esaminare il tuo ruolo nello squilibrio relazionale.

Forse non ti senti valorizzato a meno che non ti prendi cura di qualcuno e ti senti un partner degno solo quando fornisci supporto. Queste convinzioni possono stimolare comportamenti gradevoli o codipendenti.

Imparare a sviluppare confini sani in terapia prima di intraprendere una nuova relazione può sempre avere dei benefici.

Prenditi del tempo per riprenderti

È perfettamente normale provare tristezza o dolore e chiedersi se hai fatto la cosa giusta.

Eppure puoi amare il tuo partner e ancora sapere che devi porre fine alla relazione per dare la priorità al tuo benessere. La rottura può essere la cosa migliore per te, indipendentemente dai tuoi sentimenti persistenti, poiché le relazioni unilaterali possono comportare più conflitti e angoscia emotiva.

La cura di sé e il tempo per te stesso possono aiutarti a guarire.

Trova altre strategie per il recupero dalla rottura qui.

Senza uguaglianza e rispetto reciproco, le relazioni possono facilmente diventare sbilanciate, insicure e piene di risentimento.

Se la tua relazione è diventata un po ‘unilaterale, una conversazione aperta e onesta sui tuoi bisogni può aiutarti a riportarla in equilibrio.

Crystal Raypole ha già lavorato come scrittrice ed editrice per GoodTherapy. I suoi campi di interesse includono lingue e letteratura asiatiche, traduzione giapponese, cucina, scienze naturali, positività sessuale e salute mentale. In particolare, si impegna ad aiutare a ridurre lo stigma sui problemi di salute mentale.