8 suggerimenti per aggiungere consapevolezza al tuo pasto

0
41

Guardo, paralizzato, il giallo zafferano brillante che vortica in un bianco crema.

Quindi aggiungo una tonalità arrugginita e un pizzico di marrone. I colori si fondono in un tie-dye spolverato di pigmenti e noto quanto assomigli alla Via Lattea.

No, non sto dipingendo. Sto cucinando.

Anche un compito che sembra banale come preparare il tuo prossimo pasto può trasformarsi in un'opportunità per rallentare e assaporare il momento, ma coltivare questo tipo di relazione con la preparazione del cibo non è sempre facile.

Come molte mamme impegnate, ci sono momenti in cui non vedo l'ora di far dorare quelle cipolle e il prossimo ingrediente nella padella.

Ci sono momenti in cui non posso dire di no al microonde o al pacchetto di spezie premiscelate, nonostante le mie migliori intenzioni.

Anche se a volte le cose si fanno frenetiche, cerco comunque l'opportunità di infondere consapevolezza nella mia routine di cucina.

Dopotutto, se hai intenzione di fare qualcosa tre volte al giorno, potresti anche essere presente mentre lo fai!

Ecco alcuni suggerimenti per mettere il mondo in attesa e rendere i tuoi pasti un po 'più consapevoli.

In passato, mi entusiasmavo all'idea di pianificare il mio prossimo pasto e pensavo a un elaborato buffet di più portate.

Quasi ogni volta qualcosa è andato storto.

A volte, la preparazione ha richiesto più tempo del previsto e ho finito per servire il mio pasto con 3 ore di ritardo. In altri casi, non sono riuscito a programmare correttamente le cose e il mio piatto principale si è raffreddato mentre aspettavo che i lati si cuocessero.

Altre volte, le cose sono state rovesciate, troppo salate o bruciate (me compreso).

Per rimediare a questo, mantengo le cose semplici.

Preferisco preparare bene un piatto con la presenza e senza stress piuttosto che avere una tavola pronta per la prossima pagina intera a Martha Stewart Living.

Un modo semplice per abbellire un piatto semplice e renderlo un esercizio consapevole è essere consapevoli dei colori che entrano nella tua ricetta.

Mangiare cibo che è un beige monocromatico è molto meno interessante che mangiare un pizzico di verde, una scossa di rosso e un'esplosione di giallo.

Aggiungere colore ai pasti porta i tuoi sensi nell'esperienza. I tuoi occhi si impegnano e si godono il cibo tanto quanto la tua bocca.

Come bonus, mangiare i tuoi colori ti assicura anche di ottenere un'alimentazione varia e una gamma di fitonutrienti.

I cibi rossi, viola, gialli, blu e persino bianchi offrono tutti una varietà di vitamine e minerali di cui il nostro corpo ha bisogno. Alcuni colori negli alimenti possono persino aiutare a prevenire le malattie.

La prossima volta che preparerai una frittata di spinaci, prenditi un momento per notare quanto sia soddisfacente per il tuo senso della vista gettare il rosso vibrante di un pomodoro ciliegino e il bianco friabile di un po 'di feta.

Una parte integrante della consapevolezza è godersi la bellezza nelle cose semplici e quotidiane. Concentrarsi sul colore del cibo è un modo per attenuare i sensi al piacere sensuale del pasto.

Questa è la "cera su, cera via" della cucina.

Sia che tu stia spostando cipolle in una padella, mescolando spezie in una zuppa o, per i veri professionisti, montando la panna in una spumosa guarnizione per dessert, le parti ripetitive della cottura sono opportunità per affondare, concentrarsi e assaporare.

Sì, certo, potrebbe volerci più tempo di quanto vorresti, il tuo braccio potrebbe farti male, o tuo figlio potrebbe chiedere per la terza volta quando la cena sarà pronta.

Invece di cedere alla tua impazienza, usa questi momenti come opportunità per presentarti ed essere presente.

Respirate l'aroma delle spezie in ebollizione, sentite il calore della fiamma sotto la padella o osservate le bolle nell'acqua che lentamente prendono vita in ebollizione.

Dandoti completamente al compito, puoi iniziare a prendere atto di tutte le piccole meraviglie che accadono sotto il "lavoro di routine" della cucina.

Il signor Miyagi sarebbe orgoglioso.

Non è solo il cibo che merita la tua attenzione. Il tuo corpo è proprio lì con te, permettendoti di preparare il tuo pasto in primo luogo.

Mentre ti trovi sopra la tua creazione culinaria, prenditi un momento per sentire i tuoi piedi sul pavimento sotto di te. Se sei seduto, senti le ossa del tuo sedere sulla sedia.

Nota il senso di stabilità che deriva da quella consapevolezza. Nota come ci si sente nel tuo corpo mentre cucini.

Il tuo stomaco brontola speranzoso? Ti viene l'acquolina in bocca in attesa? Il processo ti porta un senso di calore nel petto?

Non esiste una risposta giusta o sbagliata. Sintonizzarti sulle tue sensazioni corporee mentre cucini è semplicemente un altro modo per portarti nel momento presente.

Analogamente alla presa di coscienza del corpo, la cucina offre una grande opportunità per notare il respiro.

Quando affretto un pasto, noto che il mio respiro è superficiale. Questo perché mi concentro sul risultato finale piuttosto che impegnarmi nel processo.

Quando mi rilasso e mi permetto di immergermi, il mio respiro diventa espansivo e ritmico. Lo sento in tutta la pancia e nel petto, e il respiro stesso assume una qualità dolce.

Guardo la mia inspirazione ed espirazione, quindi dissolvo la parte di me che osserva e sento semplicemente il respiro mentre entra ed esce.

Puoi persino cronometrare il respiro con un'azione, come inspirare mentre sposti il ​​mattarello verso la parte superiore della teglia ed espirare mentre lo riporti giù.

Ciò potrebbe richiedere di dedicare più tempo di quanto effettivamente necessario in modo da non dover guardare costantemente l'orologio.

In questo modo puoi passare da un'attività all'altra senza la sensazione che i membri della tua famiglia affamati girino i pollici e battano i piedi mentre lavori.

Gli enzimi digestivi vengono rilasciati non appena i nostri occhi vedono il nostro cibo e il nostro naso annusa l'aroma. Ciò significa che i nostri sensi svolgono un ruolo fondamentale nella digestione.

Se stai cucinando per te stesso, inizia molto prima di avere fame. È probabile che sarai pronto per mangiare quando il cibo sarà pronto per la tavola.

Quando è finalmente il momento di sedersi per il tuo pasto, fallo con calma. Masticare accuratamente e metodicamente il cibo in modo da poter assaporare ogni boccone e allungare il piacere di mangiare.

Prenditi il ​​tempo per assaggiare le sfumature dei sapori mentre colpiscono la tua lingua e annusa i profumi mentre si diffondono dal piatto.

Investire almeno 20 minuti nel processo di alimentazione, dall'inizio alla fine.

Ritualizza il processo di cottura dall'inizio alla fine.

Inizia con un mazzo di fiori sul tavolo per portare un po 'di calore visivo nella stanza.

Porta il senso dell'udito nel processo mettendo la tua musica preferita e ondeggiando mentre ti muovi.

Assicurati solo di tenerlo abbastanza basso da poter sentire il cibo sfrigolare, ribollire e prendere vita.

Questi suoni possono essere una sorta di musica in sé e per sé e, come accennato in precedenza, avviare il processo di digestione.

Qualunque cosa faccia per te, lasciati perdere nel processo.

Nei suoi libri "Beyond Boredom and Anxiety" e "Flow: The Psychology of Optimal Experience", lo psicologo ungherese-americano Mihaly Csikszentmihalyi ha definito il flusso come "uno stato di massimo godimento, concentrazione energetica e concentrazione creativa sperimentato da persone impegnate nel gioco degli adulti , che è diventata la base di un approccio altamente creativo alla vita. "

Uno studio del 2011 ha dimostrato che le attività dello stato di flusso possono portare a miglioramenti cognitivi negli anziani. Un altro studio indica che il flusso può portare a una migliore motivazione, sviluppo delle competenze e prestazioni.

Il lavoro di Csikszentmihalyi è stato citato in ricerche più recenti che indicano che il flusso può anche essere misurato con l'elettroencefalogramma (EEG), noto anche come neurofeedback.

Rendendo la tua cucina una forma di gioco, potresti ritrovarti a innescare uno stato di flusso.

Cucinare è un'opportunità quotidiana per praticare la consapevolezza. Piuttosto che vederlo come un lavoro di routine, possiamo abbracciarlo come un'opportunità per diventare più presenti.

Le pratiche che integrano la meditazione con le normali attività sono tra le più potenti. Ci insegnano come immergerci nel momento presente, indipendentemente da quello che stiamo facendo.

Uno dei miei proverbi buddisti preferiti consiglia: “Prima dell'illuminazione, taglia la legna, porta l'acqua. Dopo l'illuminazione, taglia la legna, porta l'acqua. "

Implica che la presenza non avvenga in circostanze straordinarie. Invece emerge spontaneamente dalla semplicità e dalla meraviglia della vita quotidiana.

Crystal Hoshaw è una madre, scrittrice e praticante di yoga di lunga data. Ha insegnato in studi privati, palestre e in contesti individuali a Los Angeles, Thailandia e nella Baia di San Francisco. Condivide strategie consapevoli per la cura di sé attraverso corsi online. Puoi trovarla su Instagram.