Come cucinare i gamberetti {e cucinarli velocemente!}

374

Bene. Possiamo parlare un po’ di gamberetti? E come fanno a essere uno dei frutti di mare più amichevoli? Anche i non amanti dei frutti di mare spesso apprezzano i gamberi. I gamberetti sono ampiamente disponibili e facili da cucinare e possono essere serviti in un’ampia varietà di modi. I gamberi sono magri, ricchi di proteine ​​e deliziosi.

Cosa c’è da non amare, giusto?

Te lo dirò. Gambero che non è stato sviluppato. E quando dicono “vena”, in realtà intendono “tratto intestinale”.

Sì, amici, sto parlando di cacca.

In realtà odio sviluppare i gamberetti; mi rende meno piacevole mangiare i gamberetti. Ma, dal momento che vivo in Louisiana da 6 anni e mezzo ormai, ho considerato prioritario l’acquisto di gamberetti del Golfo, che sono più costosi dei gamberetti internazionali d’allevamento. E non faccio gamberetti che hanno ancora la testa, quindi il compromesso che sono disposto a fare è che se qualcun altro si prenderà cura delle teste e delle gambe, io posso prendermi cura della “vena”. Generalmente. A volte devi solo farlo fare a qualcun altro.

Ho pensato che tutti avessero sviluppato i loro gamberetti, ma dopo che mi sono trasferito qui, mi sono reso conto che molte, molte persone non sviluppano i gamberetti. Ho anche mangiato gamberetti in ristoranti alla moda di New Orleans che non hanno sviluppato i loro gamberetti. Ragazzi… sviluppate sempre i vostri gamberetti. Forse è culturale, ma questa è una cosa culturale con cui non riesco a integrarmi (e ho mangiato lo scoiattolo). Ma è disgustoso non farlo. Toglie il sapore delicato dei gamberi. Ed è grintoso. Inoltre, è cacca.

Quindi, se non hai mai sviluppato un gambero, o se ti è sempre sembrato intimidatorio, oggi è il tuo giorno. Ti sto dando il giusto avvertimento in questo momento, ti sto mostrando come tagliare il tratto digestivo da una piccola creatura marina, quindi se questo ti disgusta, non dire che non ti avevo avvertito.

Per cominciare, provo a comprare gamberetti freschi da un mercato del pesce locale (o dal banco di un negozio di alimentari, o anche da un macellaio: molti mercati di carne vendono anche frutti di mare). Mi rendo conto che questa non è sempre una possibilità, ma ho avuto molta più fortuna con i gamberetti dal sapore meno di pesce quando non compro i sacchetti congelati nella custodia del congelatore.

I miei non hanno la testa e alla maggior parte di loro non piacciono le gambe. Proprio come li voglio io (hanno ancora gusci e code.)

Per cominciare, devi sbucciare i gamberi. Prendi uno dei piccoli bastardi…

e staccare con cura il guscio.

Avrai dei gamberetti senza guscio. Tenere i gamberetti con la schiena curva rivolta verso l’alto.

Ho chiesto l’aiuto della mia amica e straordinaria babysitter Laura per aiutare a modellare lo sviluppo effettivo. Era elettrizzata.

Prendi un piccolo coltello affilato e taglia con cura la parte centrale della schiena del gambero, dalla testa alla coda, tagliando circa a metà del gambero (meno se riesci a vedere la vena ed è più superficiale).

Cerca una linea lunga e scura. Di solito, in mezzo chilo di gamberetti, ne avrò due o tre dove non riesco a trovare una vena: se hai difficoltà a trovarne una, non preoccuparti. Ma quando lo trovi, fai scivolare la punta del coltello sotto la vena e sollevalo delicatamente.

Quando esce abbastanza lontano, potrebbe essere necessario rimuovere il resto con le dita.

E poi voilà! Hai un gambero perfettamente pulito e pronto da cucinare.

Ripeti con i gamberetti rimanenti.

Ora… cosa fai con loro quando hai finito? Il mio modo preferito per mangiarli è usare il tuo condimento per insalata preferito a base di olio/aceto per marinarli (30 minuti-4 ore bastano) e poi gettarli in un cestello per griglia (non c’è bisogno di perdere tempo con gli spiedini) sulla grigliate e fate cuocere qualche minuto per lato. Ma assorbono anche il sapore e cuociono rapidamente, quindi se hai solo pochi minuti, prendi un po’ di olio d’oliva, aglio, un limone o lime, sale e pepe, una manciata di cipolle verdi e 1 libbra di gamberetti sbucciati e mondati.

Scalda una padella capiente (di ghisa se ne hai una) a fuoco medio-alto. Aggiungere 2 cucchiai di olio extravergine di oliva (io sto usando l’olio d’oliva all’aglio Our Best Bites, ma il limone o il rosmarino sarebbero INCREDIBILI) e scaldare per circa 1 minuto o fino a quando non sarà molto caldo. Mentre l’olio si scalda, condisci i gamberi su entrambi i lati con sale kosher e pepe nero appena macinato. Aggiungere i gamberi nella padella

e poi aggiungere l’aglio e le cipolle verdi.

Cuocere per 2-3 minuti per lato o fino a quando i gamberi non saranno di un rosa brillante. Quando i gamberi sono cotti, spremere sui gamberi il succo del lime o del limone, condire con sale e pepe o salsa piccante, guarnire con qualche gambo di cipolla verde tritato e servire subito (con riso o pasta o quinoa o sopra una insalata verde).

Stampa questo!

Come preparare (e cuocere velocemente) i gamberetti
I nostri migliori morsi

ingredienti

1 libbra di gamberetti
2 cucchiai di olio extravergine di oliva
1 cucchiaino di aglio
1/4 di tazza di cipolle verdi tritate, più una manciata di gambi tritati per guarnire
Succo di 1 limone o lime
Sale kosher, pepe nero appena macinato e/o salsa piccante

Istruzioni

Sbucciare i gamberi. Usando un coltellino affilato, tagliare dalla testa alla coda del dorso (lato curvo) dei gamberi, tagliando circa a metà i gamberi. Usando la punta del coltello, rimuovere con attenzione la vena, usando le dita per estrarla se necessario. Ripeti con i gamberetti rimanenti.

Per friggere velocemente, scaldare l’olio d’oliva in una padella a fuoco medio-alto per 1-2 minuti. Mentre l’olio si scalda, condite i gamberi con sale e pepe. Aggiungere i gamberi nella padella, quindi aggiungere le cipolle e l’aglio. Cuocete per circa 3 minuti per lato. Togliere dal fuoco e aggiungere il succo di limone e condire con altro sale, pepe e/o salsa piccante. Servire su riso, pasta, quinoa, insieme a una bistecca o su un’insalata. Per 4 porzioni.

Informazioni nutrizionali:

Calorie: 185
Grasso: 9
Carboidrati: 3
Zucchero: 0
Proteine: 23
Punti WW Plus: 5