Idratante all'olio di cocco: cosa fare e cosa non fare

37

L'olio di cocco può funzionare come una crema idratante, ma non da solo e non va bene per tutto.

Mentre l'olio di cocco funziona per sigillare l'umidità nella pelle, il dermatologo certificato del consiglio Dr. Purvisha Patel afferma che non dovrebbe sostituire del tutto la fase della crema idratante nella tua routine.

"L'olio di cocco agisce come un sigillante, poiché aiuta a intrappolare l'acqua nella pelle per mantenerla umida", ha spiegato Patel. "In questo modo, agisce come una crema idratante, ma è comunque meglio usarla sopra una crema idratante o sulla pelle umida."

Per portarti al corrente di tutti i vantaggi e gli svantaggi dell'olio di cocco come idratante, analizziamo tutto ciò che devi sapere sull'ingrediente e, ovviamente, i modi migliori per usarlo.

Ci sono molti vantaggi nell'usare l'olio di cocco sulla pelle.

Previene la perdita d'acqua

Sebbene mantenere una buona igiene sia fondamentale, lavarsi spesso le mani, usare prodotti abrasivi o fare il bagno troppo può causare danni alla parte dello strato corneo dell'epidermide della pelle. Lo strato corneo è lo strato più superficiale della pelle, che lavora per prevenire la perdita di acqua e le infezioni.

Se questo strato si rompe continuamente, uno studio suggerisce che la pelle può infiammarsi, essere suscettibile alle infezioni e, in alcune persone, aumentare il rischio di sviluppare un'infiammazione cutanea cronica nel tempo.

I prodotti idratanti e riparatori dell'umidità possono aiutare. E l'olio di cocco è uno di quegli ingredienti che aiuta la pelle a trattenere l'umidità, afferma la dott.ssa Beth Goldstein, dermatologa certificata dal consiglio.

"L'olio di cocco può aiutare con le crepe e la perdita di acqua nello strato superiore della pelle fornendo lipidi grassi essenziali", ha detto Goldstein. "Questi lipidi migliorano la funzione barriera della pelle, permettendole di sentirsi elastica e idratata di conseguenza."

Contiene acidi grassi

Proprio come gli acidi grassi possono essere benefici per la salute umana, l'olio di cocco è pieno zeppo di acidi grassi che sono importanti per mantenere la pelle sana, spiega Goldstein.

Questi includono una gamma di grassi saturi e acidi grassi a catena corta e media, compreso l'acido laurico.

L'acido laurico è particolarmente noto per gli effetti positivi sulla salute della pelle. Uno studio del 2018 ha rivelato che la monolaurina derivata dall'acido laurico mostra attività sia antivirale che antifungina.

A causa di queste proprietà antivirali, uno studio del 2009 ha rivelato che l'acido laurico può anche essere potenzialmente utile per alleviare i sintomi associati all'acne vulgaris.

Poi c'è l'acido linoleico, che è un altro degli acidi presenti nell'olio di cocco. Ma a differenza dell'acido laurico, Patel dice che questo acido agisce per prevenire la perdita di umidità.

"L'olio di cocco ha acidi grassi a catena media come l'acido linoleico", ha aggiunto. "Questo aiuta a intrappolare l'acqua nella pelle."

Riduce l'infiammazione associata a determinate condizioni della pelle

Poiché non contiene additivi aggressivi o sostanze chimiche, l'olio di cocco, nella sua forma più pura, può aiutare a ridurre l'infiammazione associata a condizioni della pelle come l'eczema.

Per essere più precisi, poiché l'olio di cocco penetra rapidamente nella pelle, l'ingrediente può essere utile per migliorare l'elasticità della pelle e ridurre il prurito associato a questa condizione della pelle, secondo un articolo della National Eczema Foundation.

Uno studio del 2019 ha spiegato che le proprietà emollienti dell'olio di cocco hanno anche un impatto positivo sulla dermatite e sulla xerosi da lieve a moderata o sulla pelle estremamente secca.

Una custodia per l'olio di cocco spremuto a freddo

Assicurati di cercare prodotti contenenti olio di cocco spremuto a freddo se l'infiammazione è un problema, poiché aiuta a mantenere l'integrità della pelle, spiega Goldstein.

"Questo olio naturale, se usato senza altri ingredienti, può essere un'efficace fonte di umidità", ha aggiunto. “Questo dona alla pelle morbidezza e flessibilità, riducendo l'infiammazione osservata nella dermatite atopica. Inoltre si traduce in meno prurito e aiuta a migliorare la guarigione delle ferite ".

"L'olio di cocco fornisce un SPF di 8", ha detto Goldstein.

Ma l'olio di cocco non dovrebbe sostituire la tua crema solare quotidiana. SPF 8 è molto basso.

L'American Academy of Dermatology suggerisce di utilizzare (e riapplicare) prodotti per la protezione solare con SPF 30 o superiore per proteggere la pelle dai danni del sole. Quindi sicuramente non saltare i filtri solari reali.

Molti prodotti per la cura personale utilizzano l'olio di cocco come ingrediente per aggiungere morbidezza alla consistenza del prodotto e fornire una facile spalmabilità, afferma Goldstein.

Continua spiegando che l'olio di cocco può apparire come ingrediente in molte forme (incluso l'alcool di cocco e l'acido di cocco idrogenato), quindi è importante trovare prodotti che utilizzano solo estratti di olio di cocco, soprattutto se gli sfoghi sono un problema o hai naturalmente il grasso pelle.

"Prova a utilizzare un prodotto che utilizza un estratto su olio semplice", ha detto Goldstein.

Parlando di un prodotto che ha contribuito a sviluppare, Goldstein ha detto: "Come altri prodotti che utilizzano l'estratto di olio di cocco, The Daily di GETMr. è un'opzione adatta che idrata la pelle senza causare sfoghi. "

Patel aggiunge che marchi come Kopari e Sol de Janeiro, che produce la linea Brazilian Bum Bum, hanno creato con successo prodotti che contengono buone miscele di olio di cocco.

E se stai cercando di acquistare un barattolo di olio di cocco da utilizzare sulla pelle e sui capelli, Patel consiglia di selezionare prodotti che siano sia organici che non idrogenati.

"Le etichette che dicono biologico, naturale e non idrogenato sono preferite per ottenere un olio di cocco di migliore qualità", ha detto. "Le etichette pressate a freddo o con panello mostrano che l'olio è stato estratto nella sua forma più pura."

In caso di allergie o pelle altamente sensibile, Patel consiglia di prestare attenzione nei confronti dei prodotti a base di olio di cocco spremuti a freddo e di quelli che contengono additivi. Possono causare reazioni allergiche o irritazioni alla pelle.

Poiché la necessità di idratare varia da persona a persona, Goldstein afferma che l'uso dell'olio di cocco è un'esperienza unica per tutti.

"Quelli con pelle secca, eczema, ecc, avranno bisogno di più manutenzione e applicazioni rispetto alle persone con pelle normale", ha spiegato. "Tuttavia, poiché c'è meno umidità durante l'inverno, questo tende ad essere il periodo dell'anno in cui la maggior parte delle persone (anche con la pelle normale) cerca di idratare la propria pelle."

Per utilizzare correttamente l'olio di cocco, Goldstein consiglia di applicarlo sulla pelle subito dopo il bagno, quando la pelle è ancora leggermente umida. Questo aiuterà a intrappolare l'acqua nello strato corneo, spiega, lasciandolo morbido e setoso al tatto.

Ma mentre l'olio di cocco può fornire a mani, ginocchia e braccia una scarica istantanea di umidità, Goldstein avverte di non usarlo su alcune parti del corpo. Questi includono le aree del viso, del torace o della schiena, che sono inclini a sviluppare sfoghi.

Allo stesso modo, vorrai evitare di usare troppo olio di cocco sulle aree che contengono molti capelli, poiché l'ingrediente contiene una consistenza densa, aggiunge.

L'uso di una quantità eccessiva di olio di cocco può tappare i follicoli, provocando la follicolite, un'infezione o un'infiammazione dei follicoli piliferi.

Blocca i pori

Mentre l'olio di cocco può essere commercializzato come un ingrediente anti-acne efficace, Patel afferma che contiene ancora un punteggio comedogenico molto alto, il che significa che può ostruire i pori e portare all'acne.

E sebbene l'olio di cocco vergine (considerato il tipo più puro di olio di cocco) sia ritenuto non comedogenico e antisettico, uno studio sugli animali del 2019 ha scoperto che è comedogenico come gli altri oli utilizzati nello studio, che includevano olio di senape e paraffina liquida.

Lo studio, che prevedeva l'applicazione di olio alle orecchie dei conigli, ha anche concluso che nessuno degli oli ha mostrato proprietà antibatteriche.

Blocca i follicoli piliferi

Goldstein spiega che l'occlusione dei pori crea un microambiente perfetto per le infezioni del follicolo pilifero o follicolite.

"La preparazione tipica, contenente esclusivamente olio di cocco, può causare l'occlusione dei follicoli, con conseguente otturazione dei follicoli", ha detto, aggiungendo aree di occlusione e attrito, come le cosce, sono particolarmente inclini.

Ci sono molti altri oli che possono anche idratare la pelle.

Olio d'oliva

Uno degli oli più comunemente conosciuti è l'olio extravergine di oliva, che è ricco di antiossidanti che stimolano la pelle.

Questi antiossidanti sono noti anche come composti fenolici. Quando applicati sulla pelle, mostrano proprietà antinfiammatorie e possono essere utili per ridurre il danno ossidativo.

Olio di semi di girasole

L'olio di semi di girasole è un altro olio naturale da tenere d'occhio. Una revisione della ricerca del 2019 suggerisce che questo olio contiene un contenuto di acido linoleico più elevato rispetto all'olio di oliva. La recensione rileva che può essere molto idratante per la pelle degli adulti senza causare irritazioni.

Olio di jojoba

L'olio di jojoba è anche ricco di benefici idratanti. Questo olio contiene una quantità elevata di esteri di cera (acidi grassi e alcoli grassi) che possono lenire e trattare condizioni che coinvolgono una barriera cutanea alterata, tra cui dermatite seborroica e acne.

L'olio di cocco ha proprietà che possono aiutare a proteggere e riparare la barriera della pelle.

Mentre l'olio di cocco funziona per sigillare l'umidità, alcuni potrebbero trovarlo troppo oleoso o occlusivo per essere usato sul viso.

Goldstein consiglia di utilizzare questo tipo di olio sulle zone senza troppi capelli e di applicarne quanto basta. Usare troppo olio di cocco sul viso o sulle gambe, aggiunge, può causare sfoghi e follicolite.