1 genitore su 3 non farà vaccini antinfluenzali ai propri figli quest'anno

0
61

Punti chiave

  • Gli esperti dicono che ottenere un vaccino contro l'influenza è particolarmente importante quest'anno in mezzo alla pandemia COVID-19 in corso.
  • Sebbene il vaccino antinfluenzale sia consigliato per la maggior parte delle persone di età pari o superiore a 6 mesi, 1 genitore su 3 negli Stati Uniti afferma che quest'anno non vaccinerà il proprio bambino contro l'influenza.
  • I vaccini antinfluenzali sono sicuri ed efficaci per la maggior parte delle persone, compresi i bambini piccoli. Non solo può offrire protezione contro più ceppi influenzali, ma potrebbe anche aiutare a ridurre la gravità di un'infezione da COVID-19.

Sapendo che la stagione influenzale si verificherà quest'anno durante la pandemia COVID-19, gli esperti sanitari stanno esortando i genitori a far vaccinare i loro figli contro l'influenza. Tuttavia, un nuovo rapporto ha rilevato che alcuni genitori non sono convinti.

Un recente sondaggio ha rilevato che mentre un terzo dei genitori negli Stati Uniti pensa che il vaccino antinfluenzale sia più importante quest'anno, un altro terzo dei genitori ha affermato che non ha intenzione di vaccinare il proprio bambino contro l'influenza questo autunno.

Il sondaggio è stato condotto ad agosto dal C.S. Mott Children's Hospital del Michigan Medicine. Comprendeva i dati di 1.992 genitori con figli di età compresa tra 2 e 18 anni.

Sarah Clark, co-direttrice del sondaggio nazionale sulla salute dei bambini del C.S. Mott Children's Hospital, afferma che i risultati del sondaggio sollevano preoccupazioni su come la stagione influenzale di quest'anno potrebbe complicare le sfide di COVID-19.

Perché i colpi di influenza sono importanti

Il Centers for Disease Control and Prevention (CDC) raccomanda che la maggior parte delle persone di età superiore ai 6 mesi si sottoponga a vaccinazione antinfluenzale ogni anno (ci sono rare eccezioni, come le persone con determinate condizioni di salute o allergie).

"Il vaccino antinfluenzale è urgente, ogni anno", dice a Verywell Matthew Kronman, MD, esperto di malattie infettive pediatriche presso il Seattle Children's. Il vaccino antinfluenzale è l'unico modo migliore per i bambini (e gli adulti) per evitare malattie influenzali, ospedalizzazione per influenza e persino la morte.

I bambini di età inferiore ai 5 anni, specialmente quelli di età inferiore ai 2 anni, hanno un alto rischio di gravi complicazioni influenzali.

Secondo il CDC, sono stati segnalati 188 bambini morti per influenza durante la stagione 2017-2018. Tuttavia, l'agenzia ritiene che questi numeri siano sottostimati; in effetti, quell'anno potrebbero essere morti a causa dell'influenza fino a 600 bambini. Il CDC rileva inoltre che tra i decessi per influenza segnalati, l'80% dei bambini che sono morti non erano stati completamente vaccinati.

Sarah Clark

I bambini dovrebbero ricevere il vaccino antinfluenzale non solo per proteggersi, ma anche per prevenire la diffusione dell'influenza ai familiari e alle persone a rischio di complicanze.

– Sarah Clark

Kronman afferma che le conclusioni del sondaggio sui genitori evidenziano l'importanza di continuare a sostenere che i bambini ricevano il vaccino antinfluenzale annuale. "Nonostante una pandemia virale globale e l'attenzione dei media sull'importanza del vaccino antinfluenzale quest'anno, un terzo dei genitori è ancora riluttante a fornirlo ai propri figli".

I genitori che hanno vaccinato i loro figli lo scorso anno per lo più hanno riferito che hanno intenzione di farlo di nuovo prima della stagione influenzale di quest'anno, il che, secondo Kronman, è un buon segno. "Quest'anno abbiamo un motivo in più per incoraggiare fortemente i genitori a sottoporsi al vaccino antinfluenzale per i loro figli: COVID".

Gregory L. Landry, MD, pediatra in pensione e professore emerito di pediatria presso l'Università del Wisconsin-Madison, ha sottolineato che il sondaggio indica che quest'anno c'è più esitazione sui vaccini, il che è preoccupante. Fornisce anche alcune informazioni sulla riluttanza che le persone hanno a impegnarsi con il sistema sanitario per qualsiasi motivo perché temono l'esposizione a COVID-19.

“La pandemia sta impedendo ad alcune famiglie di consultare un medico per qualsiasi cosa. Hanno paura ", dice Landry.

Il decorso della pandemia COVID-19 è imprevedibile e ottenere un vaccino antinfluenzale è il modo migliore per evitare di mettere a dura prova un sistema sanitario già sovraccarico.

Chi sta vaccinando, chi no

Landry è rimasto sorpreso dal fatto che quest'anno meno genitori intendessero vaccinare i propri figli. I genitori che non hanno vaccinato i loro figli l'anno scorso erano più propensi a dire che non avevano intenzione di vaccinare i loro figli quest'anno. D'altra parte, il 96% dei genitori che l'anno scorso ha vaccinato i propri figli contro l'influenza afferma di aver intenzione di farlo anche quest'anno.

"Una sfida fondamentale per i funzionari della sanità pubblica è come raggiungere i genitori che non cercano regolarmente la vaccinazione contro l'influenza stagionale per i loro figli", dice Clark in una dichiarazione. "Quando ottenere un vaccino antinfluenzale annuale non è un modello, i genitori devono essere spinti a pensare al motivo per cui è essenziale che il loro bambino venga vaccinato".

Il sondaggio ha rilevato che quando i fornitori raccomandano il vaccino antinfluenzale alle famiglie, i bambini hanno maggiori probabilità di riceverlo. Tuttavia, meno della metà dei genitori intervistati ha affermato che il pediatra del loro bambino ha fortemente raccomandato il vaccino antinfluenzale.

Clark pensa che potrebbe essere il risultato della pandemia perché molti pediatri stanno visitando un numero limitato di pazienti. Con la maggior parte delle visite di routine attualmente effettuate tramite telemedicina, le possibilità che un medico discuta o raccomandi il vaccino antinfluenzale sono inferiori.

Clark esorta i pediatri a trovare altri modi per informare i genitori dell'importanza del vaccino antinfluenzale, come l'invio di cartoline o lettere.

Il sondaggio ha rilevato che i genitori di adolescenti hanno meno probabilità di vaccinarsi contro l'influenza rispetto ai genitori di bambini più piccoli. Il sondaggio ha rilevato che:

  • I genitori di bambini di età compresa tra 2 e 4 anni hanno avuto il più alto tasso di intenzione di vaccinarsi contro l'influenza quest'anno (73%)
  • I genitori di bambini dai 5 ai 12 anni sono arrivati ​​secondi (70%)
  • I genitori che hanno meno probabilità di vaccinarsi contro l'influenza quest'anno sono i genitori con bambini di età compresa tra 13 e 18 anni (65%)

Tra il 32% dei genitori che quest'anno non prevede di vaccinare i propri figli contro l'influenza, molti hanno citato preoccupazioni circa gli effetti collaterali e l'efficacia del colpo.

Altri motivi per cui i genitori stanno rifiutando il vaccino antinfluenzale per i loro figli includono:

  • I bambini hanno paura degli aghi o non vogliono il vaccino (9%)
  • Paura dell'esposizione alla SARS-CoV-2 in una struttura sanitaria o in uno studio medico (14%)

Sebbene le distanze sociali e l'uso di maschere siano ancora cruciali per prevenire la diffusione del COVID-19, i genitori dovrebbero sapere che molte strutture sanitarie e pratiche mediche hanno apportato modifiche ai loro uffici per mantenere i pazienti al sicuro.

Perché i genitori si rifiutano di vaccinare

Gli esperti hanno scoperto che i genitori che esitano o rifiutano apertamente di vaccinare i loro figli spesso lo fanno a causa di idee sbagliate. Clark sottolinea che il vaccino antinfluenzale offre la migliore protezione non solo contro la contrazione del virus, ma anche contro lo sviluppo di malattie gravi.

"C'è molta disinformazione sul vaccino antinfluenzale, ma è la migliore difesa per i bambini contro le gravi conseguenze per la salute dell'influenza e il rischio di diffonderlo ad altri", dice Clark. "I bambini dovrebbero ricevere il vaccino antinfluenzale non solo per proteggersi, ma anche per prevenire la diffusione dell'influenza ai familiari e a coloro che sono a maggior rischio di gravi complicazioni".

Gregory L. Landry, MD

Anche se una persona prende l'influenza dopo essere stata vaccinata, è quasi sempre un caso più lieve.

– Gregory L. Landry, MD

Kronman non specula sul motivo per cui i genitori rifiutano il vaccino antinfluenzale. "Posso solo ricordare ai genitori che il vaccino antinfluenzale è sicuro ed efficace nel ridurre la malattia e la morte per influenza, cosa che tutti i genitori dovrebbero voler evitare per i loro figli".

È importante ricordare che COVID-19 non è l'unico virus che può uccidere: anche l'influenza può essere fatale. "Il vaccino funziona", dice Landry. "Anche se una persona prende l'influenza dopo essere stata vaccinata, è quasi sempre un caso più lieve".

I pazienti devono ottenere il vaccino antinfluenzale "ogni anno", dice Kronman. I fornitori dovrebbero continuare a sostenere la vaccinazione annuale, poiché una raccomandazione sul vaccino antinfluenzale da parte di un fornitore di fiducia può incoraggiare i genitori a vaccinare.

Detto questo, ci saranno sempre genitori che esiteranno a vaccinare i loro figli, ma come sottolinea Landry, "Sfortunatamente, si basa su una disinformazione".

Cosa significa per te

Assicurarti che la tua famiglia sia vaccinata contro l'influenza è importante ogni anno, ma potrebbe rivelarsi fondamentale quest'anno durante la pandemia COVID-19. Il vaccino antinfluenzale è il modo migliore per prevenire la diffusione dell'influenza. È sicuro ed efficace per quasi tutti di età superiore ai 6 mesi.

Il vaccino antinfluenzale è il modo migliore per assicurarsi che tuo figlio non abbia l'influenza e, se lo fa, essere vaccinato può rendere la malattia meno grave. Questo è importante perché i bambini piccoli corrono un rischio maggiore di gravi complicazioni influenzali.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui