Allattamento al seno dopo il taglio cesareo: cosa dovresti sapere

0
8

Molti genitori in attesa che considerano un possibile parto cesareo, noto anche come taglio cesareo, hanno dubbi su come potrebbe influire sulla loro capacità di allattare. Questo è del tutto comprensibile.

Il mio latte entrerà? Riuscirò a trovare una posizione comoda? In che modo gli antidolorifici influenzeranno me e il mio bambino? E se fossi separato dal mio bambino? Avrò l’energia per allattare? Queste sono solo alcune delle tante domande che potresti avere sull’allattamento al seno dopo un taglio cesareo.

Nonostante quello che potresti aver sentito, tuttavia, l’allattamento al seno dopo un taglio cesareo è assolutamente possibile. Sebbene tu possa affrontare delle difficoltà, la maggior parte di coloro che desiderano allattare al seno possono farlo con successo dopo il taglio cesareo.

Nella maggior parte dei casi, sarai in grado di allattare subito dopo il taglio cesareo. A volte questo può accadere anche mentre sei ancora in sala operatoria.

Potresti aver sentito che l’allattamento al seno nella prima ora dopo la nascita è raccomandato per garantire le tue possibilità di allattamento al seno di successo. Poiché un taglio cesareo è un intervento chirurgico importante, è logico che tu possa essere preoccupato per la tua capacità di allattare al seno entro quella prima ora o giù di lì.

Ma anche se non sei in grado di iniziare subito l’allattamento al seno, ad esempio se tu o il tuo bambino avete un problema medico che richiede la separazione di voi due, potete comunque proteggere la vostra produzione di latte e stabilire una forte relazione di allattamento al seno con il vostro bambino .

Sebbene molti neogenitori attraversino il parto cesareo e le esperienze di allattamento senza problemi, alcuni incontrano difficoltà legate al parto cesareo. Tuttavia, ci sono molti modi per affrontare queste sfide con successo. Puoi farlo!

Ecco alcune potenziali complicazioni e suggerimenti su come gestirle:

Esigenze mediche post-parto

Se il tuo bambino ha una necessità medica e deve trascorrere un po ‘di tempo nell’unità di terapia intensiva neonatale (NICU), puoi comunque allattare con successo. Lo stesso vale se hai una complicanza post-parto e devi essere separato dal tuo bambino.

Se possibile, pompa il latte materno il prima possibile dopo la nascita. Ciò avvierà la tua produzione di latte e garantirà una fornitura robusta per il tuo bambino. Una volta che ti sarai riunito con il tuo bambino, puoi lavorare sull’attaccamento e sull’inizio dell’allattamento al seno.

Farmaci

Man mano che ti riprendi dal taglio cesareo, ti verranno somministrati farmaci per gestire il dolore. La maggior parte dei farmaci antidolorifici è compatibile con l’allattamento al seno, poiché solo piccole quantità passano nel latte.

Puoi consultare il tuo ginecologo in merito al farmaco che stai assumendo e alla sua compatibilità con l’allattamento al seno. Se dicono che non è compatibile, di solito ci sono farmaci antidolorifici alternativi.

Anestesia

Il tipo di anestesia utilizzato, così come la quantità che ti è stata somministrata, possono influire sull’allattamento al seno.

L’anestesia può rendere il tuo bambino più sonnolento all’inizio, il che può influire sulla sua capacità di allattare. Tuttavia, tutti i bambini rispondono in modo diverso all’anestesia ei suoi potenziali effetti dipendono dal tipo di anestesia che ti è stata somministrata, insieme alla durata della sua somministrazione.

Ad esempio, un anestetico regionale, che ti consente di essere sveglio per l’intervento chirurgico, avrà probabilmente un effetto minore sul tuo bambino rispetto all’anestesia generale.

Produzione di latte ritardata

Gli studi hanno dimostrato che i cesarei possono ritardare l’inizio della produzione di latte maturo, ovvero quando arriva il latte.

Durante i primi giorni dopo la nascita, il tuo corpo produce il colostro, il primo latte del tuo bambino. Il colostro è a basso volume ma pieno di anticorpi e altre protezioni per il tuo bambino. Circa 2-5 giorni dopo la nascita, il tuo latte diventa più abbondante.

Quando esattamente il tuo latte arriva potrebbe subire un ritardo di alcuni giorni se hai avuto un taglio cesareo, ma alla fine arriverà. Puoi aiutare ad accelerare questo processo allattando al seno o pompando regolarmente, allattando al seno su richiesta e trascorrendo molto tempo pelle a pelle con il tuo bambino.

Dolore

Ti stai riprendendo da un importante intervento chirurgico addominale. In quanto tale, proverai dolore o disagio. Inoltre, indipendentemente da come avviene il parto, sperimenterai contrazioni uterine dopo la nascita mentre il tuo utero si restringe alle dimensioni pre-gravidanza.

Non esitare a usare farmaci per lenire il dolore o il disagio. Il dolore interferirà sicuramente con la tua capacità di allattare comodamente al seno, quindi è importante fare ciò che devi fare per toglierti il ​​filo.

Ancora una volta, la maggior parte dei farmaci non passa nel latte materno a livelli sufficientemente alti da influenzare il bambino, ma puoi parlare con il tuo medico o consulente per l’allattamento sulle opzioni.

Emozioni

Il parto è un’esperienza che genera intense emozioni.

Non è raro sentirsi sopraffatti o tristi nei giorni successivi al parto. Conosciuto come baby blues, questo ottovolante emotivo è dovuto allo spostamento dei livelli ormonali, nonché al cambiamento di identità che sperimentate quando diventate genitori o espandete la vostra famiglia.

Se hai avuto un parto traumatico o complicazioni dopo il taglio cesareo, il tuo bambino blues potrebbe essere ancora più intenso. Potresti provare senso di colpa o ansia e, se l’allattamento al seno è impegnativo, le cose potrebbero sembrare davvero difficili.

Condividi come ti senti con gli altri. Non esitare a contattare il tuo medico o l’ostetrica se i tuoi sentimenti sono troppo difficili da gestire da solo.

Assicurarti di poter iniziare l’allattamento al seno il prima possibile dopo la nascita del tuo bambino potrebbe richiedere un po ‘di pianificazione. Se sai che avrai un taglio cesareo, puoi fare alcune cose prima del parto per assicurarti di poter iniziare l’allattamento al seno il prima possibile dopo la nascita del tuo bambino.

Scegli un ospedale adatto ai bambini

Gli ospedali che hanno ottenuto la designazione Baby-Friendly dalla Baby-Friendly Hospital Initiative (BFHI) hanno maggiori probabilità di avere politiche che promuovono l’allattamento al seno precoce, come il tempo pelle a pelle e il rooming-in, che è la pratica di mantenere un culla del neonato a lato del letto della madre.

Anche se il tuo ospedale non è un ospedale designato a misura di bambino, puoi chiedere quali politiche ha che ti consentiranno un accesso precoce al tuo bambino per l’allattamento al seno.

Assicurati di comprendere le politiche ospedaliere

Familiarizzare in anticipo con le politiche del tuo ospedale può essere molto utile. Ad esempio, il tuo ospedale ti consente di allattare al seno in sala operatoria, supponendo che mamma e bambino siano sani? L’ospedale ti fornirà una pompa se il tuo bambino non può essere portato subito al seno?

Scopri se è possibile portare un consulente per l’allattamento in sala parto

Avere un assistente per l’allattamento nelle vicinanze può essere molto utile durante le prime ore o due dopo il taglio cesareo.

Mentre ti stai riprendendo, potresti aver bisogno di aiuto per portare il bambino al seno e posizionarlo. Un consulente per l’allattamento può anche aiutarti a dare la priorità all’allattamento al seno precoce.

Difendi te stesso

Assicurati che il tuo ginecologo sappia del tuo desiderio di allattare il prima possibile dopo la nascita. Chiedi loro come si può ottenere ciò. Qualcuno – il tuo partner, infermiere o consulente per l’allattamento – può portarti il ​​bambino dopo l’intervento chirurgico e aiutarti a iniziare l’allattamento al seno?

Mentre ti riprendi dal taglio cesareo, alcune posizioni per l’allattamento al seno saranno più comode di altre.

Dovrai essere sicuro di utilizzare posizioni che mantengano il peso del tuo bambino lontano dall’incisione di guarigione, quindi posizioni di allattamento più tradizionali come la culla o la presa incrociata potrebbero non essere comode nelle prime settimane.

Due posizioni che di solito sono migliori per l’allattamento al seno dopo il taglio cesareo sono la posizione sdraiata di lato e la presa del calcio. In queste posizioni, il tuo bambino non entra in contatto con la tua incisione. Ecco come eseguirli:

Lato sdraiato

Sdraiati a letto su un fianco, pancia a pancia con il tuo bambino. Posiziona il tuo bambino a pochi centimetri sotto il seno che sta entrando in contatto con il letto.

Quindi, posiziona il naso del tuo bambino sul capezzolo e poi attaccalo. Potrebbe essere necessario sperimentare con i cuscini per il tuo comfort. Puoi chiedere a un aiutante di portarti il ​​bambino quando sei a letto e aiutarti a posizionarlo.

Tenere il calcio

Seduto su una sedia o una poltrona reclinabile, avvolgi il bambino intorno al lato del corpo (sotto il braccio), con la pancia rivolta verso il tuo corpo. Tenendoli aderenti e vicini, falli attaccare al tuo seno. I cuscini possono aiutare a sostenere il tuo bambino contro il tuo corpo.

I tuoi obiettivi principali dovrebbero essere allattare frequentemente, mantenere il latte che scorre e chiedere aiuto se necessario. Ecco cosa tenere a mente:

  • Pratica il contatto pelle a pelle. Questo è un ottimo modo per mantenere alta la tua scorta di latte, stabilire l’allattamento al seno e legare con il tuo bambino.
  • Pompa spesso. Se il tuo bambino è separato da te, ha sonno al seno o il tuo latte tarda ad entrare, tiralo ogni 2-3 ore. Spremere a mano può essere utile nei primi giorni prima che il tuo latte sia inserito.
  • Allattamento al seno su richiesta. Rispondi ai segnali del bambino e inizia a poppare ogni volta che ti viene richiesto, o almeno ogni 2-3 ore. Più spesso porti il ​​tuo bambino al seno, più robusta sarà la tua produzione di latte.
  • Ottenere aiuto! Ti stai riprendendo da un intervento chirurgico, ti prendi cura di un bambino e stai imparando ad allattare. È molto e non puoi farlo da solo. Accetta le offerte di aiuto, non aspettarti di intrattenere i visitatori in questo momento e assicurati di riposarti molto mentre ti riprendi e coccoli quel bambino vicino.
  • Contatta un consulente per l’allattamento al seno. Se non riesci a risolvere un problema di allattamento da solo, potrebbe essere il momento di coinvolgere un esperto. Di solito, prima affronti un problema di allattamento al seno, più facile sarà risolverlo.
  • L’allattamento al seno dopo un taglio cesareo è possibile, ma ciò non significa che sia facile.

    Se stai lottando, potresti essere sopraffatto da sentimenti difficili. Una delle cose migliori che puoi fare è condividere come ti senti con gli altri. I tuoi sentimenti sono normali e OK.

    Se hai problemi a gestire le tue emozioni o il tuo funzionamento, contatta il tuo medico. Possono valutare se hai un disturbo dell’umore postpartum e darti l’aiuto di cui hai bisogno.

    Soprattutto, ricorda che sei un genitore straordinario. Puoi farlo e prima che tu te ne accorga, l’allattamento al seno del tuo bambino sarà una seconda natura.

    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui