Cause, sintomi, diagnosi e trattamento della cavità radicolare

0
47

La carie si verifica quando i batteri nella bocca creano acidi che danneggiano lo smalto sulla superficie dei denti. I dentisti chiamano il danno “carie”, ma la maggior parte delle persone si riferisce ai fori che provocano danni ai denti come “cavità”.

La carie può verificarsi su qualsiasi superficie del dente: la superficie mordace, i lati piatti e lisci del dente e la radice. Le cavità della radice per definizione sono le cavità che colpiscono la radice.

In genere, la carie provoca lo sviluppo di tutte le cavità, comprese le cavità delle radici. Il processo si verifica nel tempo e inizia con una pellicola adesiva chiamata placca che si sviluppa sui denti quando i batteri in bocca si nutrono di zucchero e amidi che vengono lasciati dai cibi che mangi.

La placca può indurirsi in tartaro e l’acido all’interno della placca può iniziare a corrodere la superficie dello smalto dei denti.

Si sviluppano minuscoli fori nello smalto ei batteri possono dimenarsi nei fori e raggiungere lo strato di dentina del dente. Se non vengono fermati, i batteri possono persino arrivare al centro del dente, dove si trova il nervo.

In generale, la carie tende a manifestarsi più spesso nei denti posteriori poiché è più difficile mantenerli puliti. La ricerca mostra anche che le cavità della radice tendono a svilupparsi due volte più velocemente delle cavità su altre superfici dei denti, che comportano danni allo smalto. Ciò rende indispensabile un intervento precoce per fermare il danno.

Poiché una cavità radicolare, per definizione, si sviluppa sulla radice di un dente, probabilmente non sarai in grado di vederla sbirciando in uno specchio e guardando nella tua bocca aperta. Ma potresti notare alcuni segnali di pericolo, come un po ‘di dolore ai denti, o forse una certa sensibilità, in particolare al freddo o al caldo.

Inoltre, se noti che le tue gengive si stanno ritirando, è importante consultare un dentista, poiché la recessione gengivale è spesso il primo passo verso la radice delle cavità. Senza la copertura delle gengive, le radici possono essere più vulnerabili ai batteri e alla decomposizione.

Chiunque può sviluppare cavità radicolari, ma le persone anziane corrono un rischio molto maggiore. In effetti, la ricerca suggerisce che l’età di 70 anni è l’età massima per lo sviluppo di cavità radicolari. Questo perché le persone anziane hanno maggiori probabilità di avere una condizione nota come perdita del supporto parodontale, che è una degradazione dei tessuti che supportano i denti.

Nel tempo, quei tessuti possono gradualmente ritirarsi dai denti. A volte, parte della radice può persino essere esposta. I batteri possono penetrare nei tessuti, il che può portare a infiammazioni e, sì, cavità. Anche i denti possono allentarsi.

Le persone anziane hanno anche maggiori probabilità di avere altre condizioni di salute croniche, come il diabete e la sindrome metabolica, che possono aumentare le loro possibilità di sviluppare infiammazioni alle gengive che portano alla malattia parodontale.

Una revisione sistematica della ricerca sulla carie delle radici del 2019 ha anche scoperto che il fumo può anche aumentare il rischio di sviluppare la parodontite, così come la scarsa igiene dentale.

Le complicazioni possono derivare dalle cavità delle radici, quindi è necessario sottoporle a un trattamento. In effetti, non ritardare la ricerca di un trattamento, poiché la carie che ha causato la tua cavità può continuare a diffondersi e causare ulteriori danni.

La carie può diffondersi ai tessuti al centro del dente, noti come polpa. Se ciò accade, potrebbe essere necessario ottenere un canale radicolare per rimuovere la polpa danneggiata o morta, pulire tutti i piccoli canali nel dente e sigillare il dente.

A meno che non sia necessario un canale radicolare, il trattamento per una cavità radicolare non dovrebbe essere troppo diverso dai trattamenti per altri tipi di cavità. Un dentista rimuoverà l’area decomposta e quindi inserirà un’otturazione, che può essere realizzata con una varietà di materiali.

Tuttavia, se il danno è piuttosto profondo, il dentista può consigliare un canale radicolare. Se ti sottoponi a un canale radicolare, possono anche coprire il dente con una corona in seguito. Le corone sono spesso utilizzate per coprire danni significativi ai denti e possono rafforzare il dente rimanente.

Il miglior trattamento è la prevenzione. Praticare una buona igiene dentale può ridurre il rischio di sviluppare carie, comprese le cavità radicolari.

Il fluoro è un’arma molto efficace nella battaglia per prevenire la carie e le carie. Una revisione sistematica della ricerca del 2020 ha rilevato che i trattamenti professionali al fluoro e i trattamenti al fluoro auto-applicati come un collutorio quotidiano al fluoro possono essere molto efficaci nel ridurre le cavità radicolari.

Dovresti anche lavarti i denti con un dentifricio al fluoro due volte al giorno dopo aver mangiato o bevuto.

Ecco alcuni altri modi per prevenire la carie radicolare:

Le cavità della radice possono svilupparsi prima che te ne accorga. Devi essere particolarmente attento a loro se sei più vecchio, poiché sei più a rischio di sviluppare cavità radicolari, in generale.

Infatti, se sai di essere a rischio elevato di sviluppare cavità radicolari per qualsiasi motivo, parla con un dentista della migliore combinazione di trattamenti preventivi ed esami professionali per ridurre il rischio e identificare tempestivamente eventuali problemi.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui