Che cos’è l’allenamento della frequenza cardiaca e come iniziare

238

Siamo più ossessionati che mai dall’analisi della nostra salute. Con la tecnologia più recente e una migliore comprensione di come funzionano i nostri corpi, siamo in grado di mettere a punto le routine ideali per la nostra fisiologia personale, invece di seguire semplicemente un regime prescritto genericamente. In particolare, molti di noi stanno prestando sempre più attenzione alla salute del proprio cuore. Dato che le malattie cardiache sono la principale causa di morte in America indipendentemente dal sesso (spaventoso!), Questo ha assolutamente senso.

Queste due ossessioni si intersecano nell’ultimo “trend” del fitness: il cardiofrequenzimetro. Fortunatamente, a differenza del fast fashion o di un gadget tecnologico che diventerà obsoleto entro un anno, questo focus sul fitness buono per te ha una vera capacità di resistenza ed è approvato dal medico.

Che cos’è l’allenamento della frequenza cardiaca?

In poche parole, “L’allenamento della frequenza cardiaca utilizza la frequenza cardiaca per determinare lo sforzo durante l’allenamento. Maggiore è la frequenza cardiaca, maggiore è l’intensità”, afferma Suzanne Steinbaum, MD, cardiologa preventiva del Peloton’s Health and Wellness Advisory Council e membro dell’American Heart Association. Il monitoraggio della frequenza cardiaca durante un allenamento può aiutare a ottimizzare il tuo programma di fitness (e la tua salute).

Storie correlate

Vantaggi dell’allenamento con la frequenza cardiaca

1. È personale

Personalizzare il tuo allenamento in base al modo in cui influisce sulla frequenza cardiaca può aiutarti a ottenere di più da una sessione di allenamento. “Devi allenarti nella zona che fa per te!” dice il dottor Steinbaum. “Pensa a quante volte durante una corsa o in palestra, o anche su un Peloton, stai guardando cosa sta facendo qualcun altro. Un po’ di competizione va bene, ma se stai monitorando il tuo battito cardiaco e lavorando al livello che è meglio per te, stai vincendo ogni giorno”.

2. È sicuro

Tenere d’occhio la frequenza cardiaca potrebbe prevenire il sovrallenamento, afferma il dottor Steinbaum. E al contrario, ti consente di sapere se “non ti stai esercitando abbastanza duramente”, in modo da poter raccogliere le cose e “massimizzare il tuo esercizio per i maggiori benefici cardiovascolari”. La zona migliore per i benefici per la salute del cuore? Intensità moderata.

3. È tracciabile

“Se puoi misurarlo, puoi migliorarlo”, afferma Rob Darnbrough, CPT, co-fondatore del metodo Smart Fit, un programma di fitness progettato per ottimizzare la salute cardiovascolare attraverso la robotica e l’intelligenza artificiale. La tua frequenza cardiaca è una metrica più utile per monitorare il tuo livello di forma fisica rispetto a qualcosa come la scala.

Inoltre, l’allenamento delle risorse umane può “determinare quando il corpo brucia grassi rispetto a carboidrati, a volte indicato come aerobico rispetto a anaerobico”, afferma Darnbrough. Allenarsi alla nostra massima funzione aerobica (MAF) consente al corpo di ossidare il grasso per produrre energia.

4. È approvato dal medico

Il Dr. Steinbaum afferma: “Raccomando sempre l’allenamento della frequenza cardiaca ai miei pazienti, ai miei amici e a chiunque ascolti!”

Per chi è l’allenamento della frequenza cardiaca?

Chiunque può trarre vantaggio dal monitoraggio della propria frequenza cardiaca e dal suo utilizzo per allenarsi in una gamma ottimale. Finché il medico ha firmato, migliorare la soglia aerobica è utile per tutti, afferma Darnbrough. “L’allenamento della frequenza cardiaca, in particolare quando discutiamo di MAF, aiuta il nostro corpo a diventare efficace nell’utilizzare il nostro grasso immagazzinato per produrre energia”.

Il Dr. Steinbaum è pienamente d’accordo (gioco di parole) che questo è il metodo di allenamento ideale per tutte le persone. “Prende in considerazione tutti i livelli di forma fisica”, afferma. “Le uniche persone che devono essere caute sono quelle che assumono farmaci per la pressione sanguigna che rallentano la frequenza cardiaca, come i beta-bloccanti o i calcio-antagonisti”. In caso di domande o dubbi, rivolgersi al proprio medico per assistenza.

Come iniziare

Trova la tua zona

Per determinare la tua migliore zona di frequenza cardiaca, usa questo calcolo: 220 meno la tua età, volte dal 50 al 70 percento, afferma il Dr. Steinbaum. Ad esempio, se hai 30 anni, l’intervallo generale sarebbe compreso tra 190 x 0,5 e 190 x 0,7, il che significherebbe da 95 a 133 battiti al minuto (BPM).

Il dottor Steinbaum afferma che l’esercizio in questa zona di frequenza cardiaca per 30 minuti, cinque volte a settimana “può aiutare con benefici cardiovascolari, diminuendo la pressione sanguigna, diminuendo il grasso corporeo e migliorando il metabolismo degli zuccheri”.

Un altro metodo per determinare la frequenza cardiaca MAF, condivide Darnbrough, è la zona di allenamento aerobico creata dal kinesiologo Phil Maffetone. “Questo viene calcolato prendendo 180 meno la tua età”, tenendo presente ulteriori aggiustamenti in base alla tua salute e a qualsiasi condizione, incluso se “sei in terapia, hai spesso raffreddori, ecc., In quanto questi possono ridurre la tua funzione aerobica massima”. Utilizzando la stessa età (30), questa formula porterebbe la frequenza cardiaca ideale per l’allenamento a 150.

Entrambi gli esperti sottolineano l’importanza di riconoscere la propria salute personale e la frequenza cardiaca a riposo. “Capire quanto sei in forma può aiutare a guidare quanto dovrebbe essere alta la tua frequenza cardiaca”, afferma il dottor Steinbaum. “Con una frequenza cardiaca a riposo superiore a 70, il tuo livello di forma fisica molto probabilmente non è alto come una persona con una frequenza cardiaca a riposo di 50. A seconda della forma fisica di base, la tua zona di frequenza cardiaca sarà diversa”.

Se la tua frequenza cardiaca a riposo è più alta, il Dr. Steinbaum consiglia di iniziare con una frequenza cardiaca target più vicina al 50 percento del tuo massimo, piuttosto che puntare al 70 percento subito.

Prendi un cardiofrequenzimetro

Fortunatamente, non devi perdere un sacco di soldi per iniziare a monitorare la frequenza cardiaca. Uno decente (in genere una fascia toracica o un indossabile da polso) ti costerà in genere circa $ 50, anche se ci sono alcune opzioni meno costose. Potresti anche optare per un Apple Watch o Fitbit, a seconda delle preferenze e del budget.

C’è un’opzione gratuita se sei pronto per fare un po’ di conteggio e calcolo. Basta prendere il polso al polso e contare i battiti per 15 secondi. Moltiplicalo per quattro e questo è il tuo attuale BPM. Dovrai prenderlo più volte, a vari livelli di sforzo, per ottenere una lettura della frequenza cardiaca.

Provalo per 30 minuti

Prova come ci si sente ad avere la frequenza cardiaca in diverse zone, con attenzione! “Iniziare in una zona di frequenza cardiaca che ti consente di sostenere l’esercizio per 30 minuti senza affaticamento o esaurimento è fondamentale”, afferma il dottor Steinbaum. Questo sarà il tuo punto debole.

“Se la frequenza cardiaca è troppo alta durante l’esercizio, sarà insostenibile e necessario ridurre lo sforzo per diminuire la frequenza cardiaca di picco”, afferma. “Inizia con una lezione per principianti più breve di 20 minuti e guarda come risponde la frequenza cardiaca”.

Vuoi entrare nella tua zona di frequenza cardiaca ideale? Prova questa lezione di rimbalzo per principianti:

Se sei su una macchina come la Peloton, “Presta attenzione alla cadenza e alla resistenza per capire come guidare alla frequenza cardiaca ottimale”, afferma il dottor Steinbaum. “Inizia lentamente e aumenta la cadenza e la resistenza ogni tre o quattro settimane in base a come ti senti, quanto velocemente aumenta la frequenza cardiaca e quanto è facile per te sostenere l’esercizio”.

Fare. Non. Spingere. Esso.

“Più non è meglio!” avverte il dottor Steinbaum. “Mantenere la frequenza cardiaca in una zona ad alta intensità, superiore al 75%. [of your personal max]—può portare al sovrallenamento e in realtà essere dannoso per raggiungere i tuoi obiettivi cardiovascolari”, dice. Non sforzarti troppo!

“Allenamento ad intervalli ad alta intensità [HIIT] può essere utile, con episodi di raggiungimento di frequenze cardiache elevate insieme a periodi di frequenza cardiaca di intensità moderata. Ma! — “Questo è consigliato per gli atleti che sono in una migliore forma fisica”, dice. “Fai attenzione alle articolazioni e all’uso eccessivo dei muscoli e sii consapevole che uno sforzo eccessivo può causare lesioni”.

Oh ciao! Sembri una persona che ama gli allenamenti gratuiti, gli sconti per marchi di benessere all’avanguardia e i contenuti esclusivi Well+Good. Iscriviti a Well+, la nostra community online di addetti ai lavori del benessere, e sblocca i tuoi premi all’istante.

I nostri editori selezionano autonomamente questi prodotti. Effettuare un acquisto tramite i nostri link può far guadagnare a Well+Good una commissione.