Come far dormire il bambino (così puoi stare zitto anche tu)

197

Sono le 3 del mattino e il tuo bambino solo. non lo faranno. dormire. Sai che questo accade con i bambini, ma sai anche che deve esserci un modo migliore.

Secondo dati recenti, la soddisfazione e la durata del sonno tra i nuovi genitori soffrono e non si riprendono fino a quando il bambino non ha dai 4 ai 6 anni. Ma questo non significa che non ci siano passi concreti che puoi intraprendere per migliorare la tua situazione, inclusa la capacità del tuo bambino di addormentarsi e rimanere addormentato (quindi puoi farlo anche tu).

Ti abbiamo coperto, sia che tu stia leggendo questi mesi prima di consegnare o che sia alle prese con una sessione di urla nel cuore della notte.

Suggerimento n. 1: prova le 5 S

Il guru del sonno, il dottor Harvey Karp, pediatra ed esperto di sviluppo del bambino, ha creato Happiest Baby on the Block, una serie di libri, video, tutorial e un sito web progettato per insegnare ai genitori le 5 S per aiutare il loro bambino a dormire. (Vedi la nostra guida completa qui!)

Queste tecniche calmanti sono state salvavita per molti genitori che cercavano di far dormire il loro bambino. Loro includono:

  • Fasciare. Questo imita l'utero e aiuta il bambino a sentirsi al sicuro. Nota: i bambini dovrebbero essere fasciati solo per dormire, non sempre.
  • Posizione laterale o addominale. Questo serve per calmare temporaneamente il bambino mentre lo tieni in braccio e non dovrebbe essere usato come posizione per dormire sicura, ma può aiutare il tuo piccolo a prepararsi ad addormentarsi nel mondo dei sogni. L'unica posizione consigliata per dormire è sulla schiena del bambino in una culla o in un altro spazio per dormire separato.
  • Shushing. Sei la migliore macchina del suono in circolazione. Fai un forte suono di silenzio nell'orecchio del tuo bambino per imitare l'ambiente dell'utero. (Sicuramente usa una macchina del suono quando ti stanchi di sentire te stesso o sei senza fiato!)
  • Swing. Cullare il tuo bambino può aiutarlo a farlo addormentare. (Anche in questo caso, dovrebbero essere posizionati sulla schiena in una culla o in una culla una volta che sono pronti per addormentarsi.)
  • Succhiare. I bambini sono confortati dal riflesso della suzione, motivo per cui i bambini che allattano spesso amano appendere al seno, anche quando hanno finito di mangiare. Considera l'idea di usare un ciuccio per placare le loro tendenze a succhiare e aiutare a calmarsi per dormire. (Per i neonati, assicurarsi che l'allattamento al seno sia stabilito prima di offrire un ciuccio.)

Suggerimento n. 2: usa la luce per insegnare ai bambini giorno e notte

È sempre buio nel grembo materno, quindi luce e buio sono nuove distinzioni per un bambino.

Uno studio retrospettivo ha posto alle madri domande sui loro bambini. Ha concluso che un tempo costante e precoce di "spegnimento delle luci" era associato a un sonno più lungo. In altre parole, spegnere le luci alla stessa ora ogni notte può aiutare a insegnare al tuo piccolo che è ora di dormire.

Inoltre, una routine regolare prima di andare a letto può aiutare ad avvisare il bambino che è ora di dirigersi rapidamente nel mondo dei sogni.

Suggerimento n. 3: ripensa la tua posizione al risveglio notturno, almeno per i bambini piccoli

Abbiamo tutti assistito a un acceso dibattito in un gruppo di gioco sull'utilizzo del metodo del grido nel cuore della notte. Ma per i primi 6 mesi almeno, i bambini che si svegliano di notte sono del tutto normali e cruciali per l'alimentazione. Non è necessario che sia "corretto".

Sebbene possa essere stressante avere un bambino che si sveglia spesso di notte, è molto normale nei primi mesi e anche oltre.

Detto questo, puoi iniziare a incoraggiare anche i bambini piccoli a usare le capacità di auto-calmarsi che iniziano naturalmente ad emergere intorno ai 4 mesi. Quando il bambino si sveglia di notte per una poppata, puoi promuovere queste abilità:

  • mantenere la stanza buia e silenziosa mentre dai da mangiare al bambino
  • lasciare che il bambino si agiti per alcuni minuti prima di allattare (se qualcosa di diverso dalla fame, come un rumore, lo ha spaventato a svegliarsi, potrebbe riaddormentarsi).
  • usando un ciuccio e un tocco rilassante per far addormentare il bambino

I bambini non nascono pronti a dormire tutta la notte per 8-10 ore. In effetti, ci sono ragioni concrete e supportate dalla scienza per cui i bambini non dormono quanto vorrebbero. Eccone alcuni:

  • Nelle prime settimane non sanno nemmeno che è notte. Nel grembo materno, il giorno e la notte non erano davvero una cosa, quindi come potevano saperlo?
  • I neonati mangiano ogni poche ore e non dovrebbero stare troppo a lungo senza nutrirsi. I bambini allattati al seno mangeranno 8-12 volte in un periodo di 24 ore nelle prime settimane o mesi.
  • Il tuo bambino ha molti bisogni di base. Spesso i neogenitori vengono coinvolti in motivi profondi e spaventosi per cui il loro bambino piange così tanto, ma assicurati di considerare le basi. Il tuo bambino ha un pannolino sporco o è troppo caldo o troppo freddo?

Il sonno è importante – per tutti in famiglia. La vera privazione del sonno può essere pericolosa per la tua salute fisica e mentale.

Un sonno povero può portare a una serie di altri problemi di salute, dall'aumento di peso ai disturbi mentali. Può anche renderti semplicemente infelice per tutto il giorno, quando preferiresti goderti la vita con il tuo nuovo bambino.

I bambini beneficiano anche di un sonno regolare e costante, con i neonati che dormono anche fino a 17 ore al giorno (solo non in grandi periodi di tempo come speri). I bambini piccoli dormiranno quanto il loro corpo ha bisogno, una qualità che i caregiver dovrebbero, quando possibile, cercare di emulare. Lo sappiamo – più facile a dirsi che a farsi.

Ci sono momenti in cui piangere tutta la notte (o il giorno) è indicativo di un problema più grande. Se il tuo istinto di genitore dice che qualcosa non va, ascoltalo e chiama il medico del tuo bambino per un appuntamento. È saggio chiedere a un pediatra di escludere eventuali problemi medici.

La privazione del sonno per i genitori è reale e può farti sentire disperato. Se hai pensieri di ferire il tuo bambino o te stesso, mettilo (che piange o no) nella sua culla in uno spazio sicuro e allontanati per qualche minuto per fare una pausa e schiarirti le idee. Se hai questi sentimenti, contatta il tuo medico in modo da poter ottenere un aiuto professionale.

Se ritieni che il tuo bambino dorme troppo o non abbastanza, chiedi anche al pediatra.

La buona notizia è che questo è temporaneo e dormirete entrambi la notte man mano che il vostro bambino crescerà e sarà più in grado di calmarsi. Anche se può sembrare che le settimane si trascinino – e tu stai solo aspettando da un latte all'altro – concedi a te stesso e alla tua famiglia un po 'di grazia mentre cerchi di superare uno dei momenti più difficili della genitorialità.

Non esitare a consultare un medico per te o per tuo figlio se hai difficoltà. Non ci sono domande stupide nella genitorialità – solo i genitori privati ​​del sonno che cercano di fare un pisolino.