Cosa mangiare quando si ha un’infezione alle vie urinarie?

74

Le vie urinarie sono, specie nel corpo femminile, dei tratti particolarmente fragili e soggetti a fastidi di varia natura in maniera abbastanza semplice. È per questo motivo che un’elevata percentuale di donne sane, in Italia e nel mondo, più in generale, è affetta da cistite. Fortunatamente, non si tratta di un disturbo pericoloso, ma in ogni caso non va trascurato, affrontandola in maniera consona alla sua effettiva entità. 

In presenza di cistite per le prime volte, è fondamentale rivolgersi al proprio medico curante o ginecologo, in modo da ricevere tutti i consigli e le rassicurazioni utili ad affrontare il decorso dell’infezione con tranquillità e adottando le giuste misure per contrastarlo. Chi, invece, riscontra fastidi di questo tipo su base più ordinaria, può procedere col medesimo modus operandi, senza lasciarsi scoraggiare dalle circostanze. Di certo, quando si è alle prese con fastidi alle vie urinarie come la cistite, la priorità assoluta diventa trovare un buon modo per contrastarli. Ebbene, tutto questo è possibile anche con una buona alimentazione

Un’infezione alle vie urinarie causa inevitabilmente notevoli disagi e tra i rimedi da adottare al presentarsi di una simile condizione c’è anche quello di apportare modifiche all’alimentazione. Infatti, poiché durante un’infezione la flora batterica delle urine subisce degli sconvolgimenti (vedi l’approfondimento di dimann.com, sito tra i più noti del settore), per risolvere il problema è necessario fare ricorso a tutte le soluzioni che possano facilitare il suo ripristino ai valori normali. 

Contrastare i fastidi del tratto urinario con una buona alimentazione, ecco come

Come già precedentemente accennato, combattere i sintomi della cistite non è troppo difficile. Basta essere costanti e agire in maniera celere. Ovviamente, nei casi peggiori bisognerà rivolgersi al proprio medico e, magari, iniziare una cura a base di antibiotici, ma in linea generale, è possibile contrastare il fastidio in oggetto con alcuni accorgimenti che impattano sulla vita quotidiana. L’alimentazione, ad esempio, è uno di questi. 

La prima cosa da fare quando si è alle prese con la cistite è mantenersi idratati, bevendo tanta acqua per poter, successivamente, espellere batteri e tossine con la minzione. Al di là di questo, per curare disturbi di questo tipo è bene puntare su alimenti che contengono molte fibre e sali minerali. Stiamo parlando di cereali integrali, frutta e verdura di stagione, ad esempio. 

Utilizzando cibi con azione diuretica come ananas, finocchi, fragole, pesca, finocchi e asparagi, oltre a cibi ricchi di antiossidanti e con azione antinfiammatoria come le verdure a foglia larga, sarà possibile ridurre il fastidio e agevolare la sua scomparsa. I mirtilli rossi sono un altro frutto provvidenziale in questo senso, così come tutti gli alimenti che presentano Omega 3 all’interno. Alcuni integratori potrebbero essere utili nella lotta ai batteri che infestano l’apparato urinario durante la cistite, ma è bene consultare il proprio medico prima di procedere con la loro somministrazione. 

Cosa non mangiare quando si ha la cistite 

Se, da una parte, alcuni alimenti si rivelano essenziali per poter contrastare i sintomi delle infezioni urinarie ed i fastidi che le caratterizzano, dall’altra è bene fare un inciso su tutto ciò che va evitato a tavola e fuori casa per non compromettere ulteriormente la propria condizione. Ad esempio, in presenza di infezioni di questo tipo, le bevande alcoliche di ogni tipo vanno evitate, così come quelle contenenti teina e caffeina

Il cibo non va speziato con peperoncino, pepe e tutto ciò che risulta piccante al gusto. Lo zucchero e le bevande gassate, così come gli alimenti grassi e le salse come ketchup e maionese, vanno evitate, alla stregua degli insaccati, poiché poco salutari.