Croce Rossa alla ricerca di donatori di sangue nero per carenze critiche

0
60

Punti chiave

  • I pazienti neri hanno antigeni unici sui loro globuli rossi che non si trovano comunemente in altre popolazioni, rendendo più difficile trovare sangue compatibile per coloro che necessitano di una trasfusione.
  • L'anemia falciforme colpisce principalmente i neri americani e richiede più trasfusioni di sangue nell'arco della vita.
  • I neri americani affrontano molteplici ostacoli per diventare donatori di sangue.

A maggio, la Croce Rossa americana ha rilasciato una dichiarazione in cui incoraggiava i neri sani a donare il sangue, in particolare per aiutare i pazienti neri con anemia falciforme che richiederanno più trasfusioni di sangue nel corso della vita. Poiché questi pazienti corrono un rischio maggiore di complicanze se infettati da COVID-19, le donazioni sono ancora necessarie mentre la pandemia si estende fino all'autunno.

Mentre i neri americani costituiscono il 13,4% della popolazione, Yvette Miller, MD, direttore medico esecutivo della Croce Rossa americana, afferma che solo il 4% -5% dei donatori di sangue della Croce Rossa americana sono neri. Dice a Verywell che i blocchi di COVID-19, l'allontanamento sociale e le strutture mediche sovraccariche hanno solo esacerbato le barriere esistenti che impediscono agli individui neri di donare sangue.

Perché c'è bisogno di donatori di sangue nero?

I gruppi razziali possono avere diverse probabilità di gruppi sanguigni rari. Secondo la Croce Rossa, i gruppi sanguigni U-negativi e Duffy-negativi sono la comunità nera più diffusa. I pazienti neri con anemia falciforme che hanno questi gruppi sanguigni possono ricevere sangue solo da donatori corrispondenti. Ciò può rendere difficile trovare sangue compatibile per un paziente nero da un donatore non nero.

"Alcuni dei nostri antigeni sono molto diversi dal mix di antigeni sui globuli rossi dei caucasici", dice Miller, che è Black, a Verywell. Gli antigeni sono marcatori sulla superficie dei globuli rossi che determinano il proprio gruppo sanguigno. Ci sono più di 600 antigeni noti oltre ad A e B.

I neri americani sono più inclini all'anemia falciforme di altri. C'è un costante bisogno da parte dei pazienti con anemia falciforme di donazioni di sangue nonostante un forte calo delle donazioni su tutta la linea.

Che cos'è l'anemia falciforme?

A circa 1 nero americano su 365 verrà diagnosticata l'anemia falciforme, una condizione che causa la degradazione dei globuli rossi. Il trattamento per la malattia comprende frequenti trasfusioni di globuli rossi per sostituire i globuli rossi a forma di falce che muoiono prematuramente , causando anemia.

Un'altra opzione di trattamento per i pazienti con anemia falciforme è l'aferesi dello scambio di globuli rossi. In questa procedura, il sangue del paziente viene rimosso attraverso una linea IV e fatto circolare attraverso una macchina. I globuli rossi malati del paziente vengono quindi eliminati e sostituiti con globuli rossi donatori sani.

Nel tempo, i pazienti che richiedono frequenti trasfusioni di sangue possono sviluppare anticorpi contro il sangue del donatore che hanno ricevuto, rendendo sempre più difficile trovare un donatore corrispondente in futuro.

Cosa significa per te

Se sei in buona salute, valuta la possibilità di trovare la raccolta di sangue della Croce Rossa più vicina e di fare una donazione. Se sei nero, la tua donazione potrebbe potenzialmente aiutare i pazienti neri con diagnosi di anemia falciforme.

Ostacoli alla donazione di sangue nelle comunità nere

Un calo dei donatori di sangue nero può essere attribuito alle numerose barriere che le persone nelle comunità nere devono affrontare quando cercano di donare.

COVID-19

COVID-19 ha un impatto negativo sul numero di donatori di sangue nero disponibili. Non solo il rischio di esposizione scoraggia i potenziali donatori, ma a causa dei requisiti di distanziamento sociale, la mancanza di spazio limita il numero di siti di donazione o punti che possono essere resi disponibili per le raccolte di sangue.

"Ci sono meno donatori disponibili", dice Miller. “All'inizio della pandemia, avevamo da 4.000 a 5.000 donatori neri a settimana. Questo è sceso del 60% dall'inizio di marzo a metà aprile a causa degli ordini in vigore e dell'impatto sproporzionato di COVID-19 sulla comunità nera ".

Yvette Miller, MD

Credo che i neri americani vogliano donare tanto quanto chiunque altro, ma soddisfare i loro bisogni di base sostituisce il loro desiderio di donare.

– Yvette Miller, MD

Barriere socioeconomiche

Un minor numero di persone di colore è in grado di lavorare da remoto o di prendersi del tempo libero per donare, afferma Miller.

C'è anche una mancanza di accesso ai siti di raccolta del sangue nelle comunità di colore. Miller aggiunge che molti neri americani fanno affidamento sui trasporti pubblici, che potrebbero non essere in linea con l'ubicazione di molti siti di donazione.

"Credo che i neri americani vogliano donare tanto quanto chiunque altro", dice. "Ma soddisfare i loro bisogni di base sostituisce il loro desiderio di donare."

Idee sbagliate sulla donazione

Daniel B. Fagbuyi, MD, medico di emergenza per MedStar Health in Columbia, Maryland, cita la sfiducia nei confronti degli operatori sanitari e idee sbagliate sulla donazione di sangue, come il mito che la donazione di sangue aumenta il rischio di HIV, come un'altra barriera che impedisce agli individui neri di donare sangue.

"[People] potrebbe pensare di contrarre un'infezione solo per avere un ago infilato nel braccio ", dice a Verywell Fagbuyi, che era anche un incaricato per la salute pubblica / biodefense dell'amministrazione Obama. "Dobbiamo demistificare la donazione di sangue nelle comunità Black e Latinx".

È sicuro donare il sangue. Nuovi aghi sterili e attrezzature sterilizzate vengono utilizzati su ogni donatore e non vi è alcun rischio di contrarre infezioni correlate al sangue.

Fattori fisiologici

Miller afferma che molti individui neri non sono idonei a donare sangue a causa di fattori fisiologici che non sono in grado di controllare, come l'ipertensione, malattie cardiache e diabete incontrollato.

"Ci sono limiti massimi per la pressione sanguigna dei donatori, non possono avere malattie cardiache significative o palpitazioni e il diabete deve essere sotto controllo", dice.

I neri americani tendono ad avere livelli di emoglobina inferiori rispetto ad altre popolazioni, aggiunge Miller, che devono essere a un certo livello per poter donare in sicurezza.

"Per donare il sangue, le donne devono avere un livello di emoglobina di 12,5 grammi per decilitro (g / dL) e gli uomini 13 g / dL, ma le donne afroamericane tendono ad essere più vicine a 12,7 o 12,8", dice Miller. "Anche quando stai facendo del tuo meglio in tutto, l'emoglobina sarà naturalmente nella parte inferiore."

In che modo le comunità nere possono incoraggiare più donazioni di sangue?

Fagbuyi sottolinea che l'incoraggiamento a donare il sangue deve venire da leader di pensiero neri, influencer, proprietari di barbieri, conduttori radiofonici, personaggi pubblici e interviste con medici neri.

"Non è solo il messaggio", dice Fagbuyi. "Chi è il messaggero? Qual è la credibilità del messenger? Sono riconoscibili? "

Miller dice che la Croce Rossa utilizza questo metodo raggiungendo chiese e pastori di fiducia nelle comunità nere.

"La chiesa occupa un posto molto speciale nella comunità nera", dice. "Quando abbiamo raggiunto il clero e le chiese, abbiamo avuto molto successo. Ottenere il pastore e gli anziani nella chiesa che è un donatore di sangue e che i membri della chiesa rispettano è un'influenza così potente sui membri della chiesa ".

Miller dice anche che le organizzazioni collegiali della Grecia nera, come i membri principali del Divine 9, un gruppo di confraternite e sorellanze nere, sono utili per incoraggiare le donazioni di sangue. I membri della comunità sono incoraggiati a offrirsi volontari per sostenere e organizzare le raccolte di sangue. Miller ricorda persino un sovrintendente scolastico nella Carolina del Sud che ha donato uno spazio scolastico inutilizzato per una necessaria raccolta di sangue.

"La donazione di sangue è così importante per questi pazienti, e quindi incoraggiamo assolutamente le persone di colore che sono in buona salute e stanno bene ad andare da un fornitore di sangue e donare il sangue", dice Miller. “Supportare i membri della nostra comunità è nostra responsabilità. Questo è un bisogno di salute che la nostra comunità deve intensificare e soddisfare ".