Effetti collaterali ed eventi avversi del vaccino

0
17

Non di rado, le persone sperimentano lievi effetti collaterali dopo essere state vaccinate. Potrebbero notare un leggero gonfiore nel sito di iniezione o potrebbero sviluppare una leggera febbre, tutti sintomi che scompaiono entro pochi giorni.

Tali effetti collaterali del vaccino sono abbastanza comprensibili, dato che lo scopo del vaccino è di innescare il tuo sistema immunitario e metterlo in allerta. D'altra parte, gli eventi avversi del vaccino veramente significativi sono estremamente rari.

Effetti collaterali del vaccino contro eventi avversi

Le persone spesso parlano di effetti collaterali del vaccino e di eventi avversi in modo intercambiabile. Tuttavia, può essere più preciso pensare a effetti collaterali comuni e lievi del vaccino rispetto a eventi avversi molto rari, molto più significativi dal punto di vista medico.

In alternativa, si può pensare a uno spettro, in cui gli effetti collaterali molto lievi sono i più comuni, gli effetti collaterali più fastidiosi sono meno comuni e gli eventi avversi molto significativi dal punto di vista medico sono estremamente rari.

Gli effetti indesiderati comuni si verificano in più di 1 persona su 100. All'altro estremo, possono verificarsi eventi avversi significativi in ​​1 persona su 100.000 o anche 1 su 1.000.000.

In molte persone sono prevedibili lievi effetti collaterali del vaccino (sebbene i tassi specifici possano differire a seconda del vaccino specifico). I veri eventi avversi, al contrario, sono molto più inaspettati e idiosincratici.

Un evento avverso veramente significativo è un segno che qualcosa è andato storto nella risposta di una persona alla vaccinazione, portando a sintomi gravi. Ma alcuni effetti collaterali del vaccino possono effettivamente indicare che il processo di vaccinazione sta funzionando.

Risposta del sistema immunitario

Per pensare al motivo per cui questo ha senso, aiuta a capire un po 'come funziona la vaccinazione in relazione al sistema immunitario. Un vaccino funziona presentando al tuo sistema immunitario un agente patogeno o parte di un agente patogeno (come un virus o un batterio).

Diversi vaccini lo fanno in modi diversi. I “vaccini vivi” utilizzano organismi vivi che sono stati specificamente modificati per innescare una risposta immunitaria. Altri tipi di vaccini utilizzano agenti patogeni uccisi, o parte di essi, per innescare una risposta immunitaria.

Anche le più recenti tecnologie vaccinali, come il vaccino mRNA utilizzato da Pfizer per bloccare il virus che causa COVID-19, utilizzano questo stesso principio. Innescano il sistema immunitario mostrandogli qualcosa per mandarlo su di giri.

In risposta, le cellule immunitarie entrano in azione. Alla fine, questo si traduce nella produzione di anticorpi da parte di speciali cellule immunitarie chiamate cellule B, sebbene ciò non avvenga immediatamente.

Queste cellule forniscono parte della protezione immunitaria a lungo termine di cui abbiamo bisogno dai vaccini. Se in futuro verranno mai esposti all'agente patogeno, speciali cellule B della memoria aumenteranno la produzione di anticorpi.

Si spera che questo ti impedisca di ammalarti se sei mai esposto a qualcuno che è contagioso con quella malattia. Oppure, in alcuni casi, potresti contrarre una malattia lieve senza sintomi gravi.

Risposta immunitaria innata

Una delle sfide per gli sviluppatori di vaccini è che il sistema immunitario è molto complesso. Non sono solo le cellule B che rispondono quando il tuo corpo è infetto o quando viene vaccinato. Anche varie parti del tuo sistema immunitario innato rispondono. In realtà fanno parte di ciò che innesca l'immunità a lungo termine che stiamo cercando da altre parti del sistema immunitario.

Dal punto di vista evolutivo, il sistema immunitario innato è una parte più antica del sistema immunitario del corpo che aiuta a sostenere le difese immunitarie generali. A differenza della parte del sistema immunitario che può fornire attacchi molto mirati e memoria a lungo termine e protezione dalla reinfezione, non ha memoria e non è specifica.

Attraverso la produzione di molte diverse molecole di segnalazione immunitaria (chiamate citochine), questa parte del sistema immunitario può causare secondariamente molti dei sintomi che associamo alla malattia. Ad esempio, febbre, dolori muscolari generali, mal di testa e affaticamento possono essere scatenati dalle citochine se il corpo risponde a un'infezione.

A volte, queste risposte possono entrare in gioco anche quando una persona è stata vaccinata. È difficile progettare un vaccino efficace che non provochi almeno alcune di queste risposte temporanee almeno in alcune persone.

Gli scienziati hanno un termine per questi tipi di reazioni che si verificano subito dopo la vaccinazione e che fanno parte della normale risposta infiammatoria del corpo: reattogenicità.

Effetti collaterali dei vaccini relativamente comuni

Gli effetti collaterali nel sito di iniezione sono relativamente comuni. Questi potrebbero includere dolore, arrossamento e gonfiore. Altri effetti collaterali relativamente comuni del vaccino possono includere:

  • Febbre
  • Mal di testa
  • Dolori articolari
  • Dolori muscolari
  • Nausea
  • Eruzione cutanea
  • Sensazione generale di non sentirsi bene (malessere)
  • Pignoleria in un neonato

Alcuni di questi effetti possono essere dovuti alla normale risposta immunitaria dopo la vaccinazione e altri possono essere solo effetti collaterali indesiderati. Non tutti i vaccini presentano lo stesso rischio di esattamente questi stessi effetti collaterali comuni e altri potrebbero averne di aggiuntivi.

Lo svenimento è un altro effetto collaterale non raro che a volte si verifica subito dopo aver ricevuto un vaccino. Ciò è particolarmente comune negli adolescenti che ricevono il vaccino per l'HPV (papillomavirus umano), il vaccino per prevenire la meningite da meningococco o il vaccino Tdap (colpo di richiamo per tetano, difterite e pertosse).

Per questo motivo, è normale monitorare gli adolescenti per circa 15 minuti dopo aver somministrato questi vaccini.

Se ti senti stordito o stordito dopo aver ricevuto un vaccino, resta seduto e informa qualcuno. Avere qualcosa da bere e da mangiare può aiutare. La sensazione dovrebbe passare relativamente presto.

Convulsioni febbrili

Le convulsioni febbrili sono un'importante complicanza che alcuni bambini sperimentano dopo un vaccino. Tali convulsioni possono essere causate da febbre nei bambini di età compresa tra 6 mesi e 5 anni, sia che si tratti di un'infezione o di un effetto collaterale della vaccinazione.

Sebbene siano allarmanti, tali crisi di solito non sono gravi. I bambini crescono senza questi tipi di crisi epilettiche e non necessitano di farmaci antiepilettici a lungo termine. Inoltre non aumentano il rischio di morte di un bambino né causano problemi neurologici a lungo termine.

Tali convulsioni possono essere causate da qualsiasi tipo di vaccino che causa la febbre (specialmente nei bambini che sono inclini a contrarli). Ma sono più comuni dopo alcuni tipi di vaccini.

Ad esempio, tali crisi erano più comuni nei bambini che hanno ricevuto una versione precedente del vaccino contro la pertosse che non è più utilizzato nella maggior parte del mondo. La versione più recente del vaccino provoca febbri alte e convulsioni febbrili molto meno comunemente.

Chi ottiene effetti collaterali?

I vaccini per diverse malattie – e anche diversi tipi di vaccini per la stessa malattia – possono avere maggiori probabilità di causare effetti collaterali generali come la febbre.

Ad esempio, qualcuno che riceve un vaccino di tipo vivo può avere maggiori probabilità di manifestare alcuni di questi sintomi rispetto alle persone che ricevono altri tipi di vaccini. Un esempio è il vaccino MMR somministrato durante l'infanzia, quello utilizzato per prevenire morbillo, parotite e rosolia.

Le persone che ricevono la versione dal vivo del vaccino antinfluenzale possono anche avere maggiori probabilità di manifestare questo tipo di sintomi rispetto alle persone che ottengono altre versioni del vaccino.

Potresti anche notare una differenza negli effetti collaterali se stai assumendo un vaccino che richiede una serie di dosi multiple. In questo caso, potresti notare più effetti collaterali dopo una dose successiva perché il sistema immunitario è già stato preparato a rispondere dalla prima dose.

Ad esempio, questo può essere vero per il vaccino Pfizer contro COVID-19. I bambini che ricevono dosi successive nella serie di colpi necessari per il vaccino DTaP (per difterite, tetano e pertosse), possono anche essere più è probabile che si verifichino effetti collaterali come la febbre.

Se hai una febbre molto alta da un vaccino o se la febbre o altri sintomi non si risolvono entro pochi giorni, contatta il tuo medico. I tuoi sintomi potrebbero non essere correlati alla vaccinazione.

Posso prendere farmaci per ridurre i sintomi degli effetti collaterali?

Potresti chiederti se è OK assumere medicinali per effetti collaterali come la febbre dopo una vaccinazione. Tuo figlio può sembrare pignolo e a disagio per un po ', quindi è naturale voler aiutare. Oppure potresti sentirti di cattivo umore.

A meno che non vi sia una situazione medica insolita, è generalmente sicuro somministrare una dose standard di un analgesico come il paracetamolo (Tylenol), utilizzando dosi pediatriche adeguate per i bambini come indicato sulle etichette della confezione. Questi spesso riducono i sintomi degli effetti collaterali.

Tuttavia, alcune prove suggeriscono che in determinate situazioni, la risposta anticorpale potrebbe non essere così forte se si somministrano tali farmaci. Teoricamente, ciò potrebbe significare una riduzione della protezione.

Tuttavia, i farmaci antidolorifici possono essere la scelta giusta in alcune situazioni. Non esitate a discutere la possibilità con il vostro medico curante, per aiutarvi a fare una scelta informata nella vostra situazione.

Eventi avversi da vaccino

Gli eventi avversi gravi del vaccino sono estremamente rari. I rischi specifici di questi eventi variano in base al vaccino. Ad esempio, per il vaccino MMR, alcuni dei rari eventi avversi che sono stati documentati includono la sindrome di Stevens Johnson e la porpora di Henoch-Schönlein. L'MMR può anche molto raramente causare problemi neurologici come l'encefalite.

I vaccini vivi come l'MMR di solito non sono consigliati per le persone che hanno gravi problemi con il loro sistema immunitario, a causa di una condizione medica o perché stanno assumendo un farmaco immunosoppressore. Questo perché il rischio di il vaccino che causa l'infezione.

Un altro buon esempio è il vaccino contro il rotavirus. Sebbene questo vaccino sia molto efficace nel ridurre i decessi per gastroenterite causata dal rotavirus, può portare all'intussuscezione in circa 1 bambino su 100.000 (questo è un disturbo grave in cui una parte dell'intestino scorre all'interno di un'altra parte).

Gravi reazioni allergiche

Un evento avverso potenziale molto raro derivante da tutte le vaccinazioni sono le reazioni allergiche. In alcuni casi, una reazione allergica potrebbe causare solo sintomi lievi, come un'eruzione cutanea e prurito.

Ma a volte le reazioni allergiche possono causare gonfiore delle vie aeree pericoloso per la vita, che causa difficoltà respiratorie (anafilassi). Sebbene potenzialmente molto gravi, si pensa che reazioni allergiche gravi si verifichino in circa 1 su 100.000 o 1 su 1.000.000 di vaccinazioni.

I sintomi di una reazione allergica grave di solito si verificano entro pochi minuti o un'ora dalla vaccinazione.

I potenziali sintomi di una grave reazione allergica potrebbero includere:

  • Respirazione difficoltosa
  • Rapido gonfiore della gola, del viso o di altre parti del corpo
  • Sensazione di un battito cardiaco accelerato
  • Vertigini
  • Eruzione cutanea su tutto il corpo (non solo arrossamento nel sito di iniezione)

Chiama i servizi di emergenza se hai uno qualsiasi di questi sintomi gravi. Rivolgiti immediatamente al medico se potresti avere altri sintomi potenzialmente pericolosi per la vita di un evento avverso del vaccino, come dolore al petto o sintomi neurologici come la paralisi muscolare.

Studio degli eventi avversi dei vaccini

Una delle sfide nello studio degli eventi avversi dei vaccini è la loro rarità. Poiché sono così rari, può essere difficile determinare esattamente quanto siano comuni.

Un'altra sfida è che a volte, casualmente, si verificano problemi medici dopo una vaccinazione. Il vaccino non aveva nulla a che fare con il problema che stava accadendo. Ma il problema potrebbe essere documentato ed entrare nella letteratura medica come un evento avverso da un vaccino.

Un argomento controverso è stato se ottenere il vaccino antinfluenzale aumenti il ​​rischio di contrarre la sindrome di Guillain-Barré (GBS), una condizione molto rara ma grave che può causare debolezza muscolare o paralisi.

Ottenere il vaccino antinfluenzale può aumentare leggermente il rischio di contrarre lo GBS, ma in tal caso, è solo circa 1 su 1.000.000 circa. Inoltre, contrarre l'influenza stessa aumenta anche il rischio di GBS. Quindi non è chiaro se farsi vaccinare comporti un rischio maggiore in generale.

Per studiare i rischi di eventi avversi, i Centers for Disease Control e la Food and Drug Administration degli Stati Uniti continuano a monitorare tali problemi dopo il rilascio di un vaccino. Utilizzando il Vaccine Adverse Event Reporting System, le persone possono inviare informazioni su potenziali eventi avversi correlati alla vaccinazione.

Ciò aiuta a garantire che gli esperti possano continuare a conoscere eventuali eventi avversi rari imprevisti, soprattutto per un nuovo vaccino.

Riduzione degli effetti collaterali e degli eventi avversi dei vaccini

Con il miglioramento della tecnologia, siamo stati in grado di produrre vaccini che presentano meno possibilità di causare effetti collaterali del vaccino ed eventi avversi rari. Ad esempio, le nuove versioni del vaccino antinfluenzale possono avere meno probabilità di indurre reazioni anafilattiche rispetto alle versioni precedenti.

Tuttavia, al momento non sappiamo come progettare un vaccino che non provochi effetti collaterali in almeno un sottogruppo di persone. Questo potrebbe essere il prezzo che dobbiamo pagare per l'immunità protettiva.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui