Esercizi di rafforzamento della parte esterna della coscia che i corridori dovrebbero conoscere

13

Sia che tu abbia iniziato a fare jogging durante la pandemia o che tu abbia corso una maratona per anni, hai potenzialmente avuto la tua parte di infortuni da corridore. È uno sport ad alto impatto e, in genere, la maggior parte delle persone inizia a correre senza alcun tipo di formazione o istruzione formale. In quanto tale, può lasciarti incline a un po 'di dolore. In effetti, uno studio dell'aprile 2021 ha rilevato che quasi la metà di tutti i corridori si ferisce almeno una volta nella loro carriera di corsa, in particolare alle ginocchia, ai polpacci e ai tendini di Achille. Ahia. Inoltre, gli infortuni non accadono solo a specifici gruppi di età o livelli di esperienza, ma possono verificarsi sia per i principianti che per gli atleti esperti.

Quindi, nonostante cerchi di vivere uno stile di vita sano e in movimento, sei bloccato con questa possibilità 50/50 di farti del male – no, grazie! Ma ecco la buona notizia: ci sono misure che puoi adottare per prevenire lesioni in modo da poter continuare a macinare quei chilometri e battere quei PR, e uno di questi modi è molto più semplice di quanto tu possa immaginare. Tutto ciò che serve è un po' di rinforzo esterno della coscia.

Lo stesso studio che ha detto che quasi il 50 percento di noi è condannato a un ginocchio barbone o a una stecca allo stinco? Indicava l'esterno delle cosce come un anello debole (maledetto, quadricipiti laterali!). Coloro che avevano cosce esterne relativamente deboli hanno affrontato un rischio maggiore di lesioni, lo studio ha rilevato (apparentemente, tuttavia, addominali più deboli o flessibilità limitata non hanno avuto alcun impatto sul tasso di lesioni). Sapere che un po' di lavoro extra per le cosce può prevenire il dolore e la sofferenza, e tenerti fuori, prendere quell'aria fresca e il massimo del runner, è una ragione in più per mantenere la giornata delle gambe nella rotazione.

Storie correlate

Quindi parliamo di esercizi per le cosce, vero? Tutti gli esercizi per le cosce sono fantastici (adoriamo un buon squat), ma se stai mirando specificamente ai muscoli esterni della coscia, ti consigliamo di concentrarti su alcuni movimenti laterali (da lato a lato) per ottenere quel rapimento (un modo elegante per dire “allontanarsi dal centro del corpo”). Pensa: affondi laterali, idranti antincendio, gradini laterali della fascia di resistenza, conchiglie laterali e sollevamenti delle gambe laterali alla Jane Fonda. Questi si adatteranno ai tuoi quadricipiti esterni (noti come vastus lateralis) e fianchi e panini laterali (alias: il gluteo medio) … e sentirai sicuramente l'ustione. Puoi anche completare le mosse mirate con alcuni esercizi aggiuntivi per la parte inferiore del corpo, come affondi, squat, ecc.

Ora lo sai: la prossima volta che ti allacci per una gita nel quartiere o ti arrampichi su quel tapis roulant per l'acquisto di quarantena, fermati per fare un po' di lavoro sulla parte esterna della coscia e rafforzare quei muscoli. E non saltare la giornata delle gambe!

Pronto per qualche inspo? Ecco l'allenamento per la parte inferiore del corpo di Traci Copeland per una migliore stabilità di corsa:

Oh ciao! Sembri una persona che ama gli allenamenti gratuiti, gli sconti per i marchi cult del benessere e i contenuti esclusivi Well+Good. Iscriviti a Well+, la nostra community online di esperti di benessere, e sblocca subito i tuoi premi.