Esercizi eccentrici per la forza e la flessibilità del tendine del ginocchio

59

I muscoli posteriori della coscia sono coinvolti praticamente in ogni attività eretta che svolgiamo come esseri umani, dal camminare e correre al semplice stare in piedi. Quindi è essenziale mantenerli in salute lavorando costantemente sulla mobilità e flessibilità dei muscoli posteriori della coscia e aumentando la loro forza e resistenza.

Ma chi ha tempo per tutto questo? Fortunatamente, c’è un modo per allungare e rafforzare i muscoli posteriori della coscia contemporaneamente e in modo molto efficace.

La chiave è qualcosa chiamato “allenamento eccentrico”. Ci sono prove sostanziali che dimostrano che l’allenamento eccentrico migliora sia la flessibilità, misurata dalla gamma di movimento articolare o dalla lunghezza effettiva del muscolo, sia la forza. È un argomento che è stato studiato per anni e continua ad essere approfondito.

“Gli eccentrici si riferiscono alla parte di un movimento in cui un muscolo si allunga sotto carico”, afferma Brian Kinslow, DPT, proprietario di Evolve Flagstaff. Ad esempio, è la parte di un curl per i bicipiti quando stai abbassando il peso nella posizione di partenza, dice. “I muscoli bicipiti si contraggono mentre si allungano per controllare quel movimento.”

Questo componente eccentrico è una parte fondamentale del movimento funzionale, in particolare durante la corsa. “I muscoli posteriori della coscia si contraggono in modo eccentrico per decelerare la gamba mentre avanza davanti al busto”, afferma il dottor Kinslow. Questo è quando i muscoli posteriori della coscia agiscono come freni per rallentare la gamba e quando la massima quantità di stress viene esercitata sul gruppo muscolare. Quindi prepararsi per questo momento attraverso un allenamento eccentrico può mantenere i muscoli posteriori della coscia sani e senza infortuni.

Storie correlate

Come si confronta l’allenamento eccentrico con lo stretching statico?

Quando vogliamo aumentare la nostra flessibilità, la maggior parte di noi si mette semplicemente in una posizione che allunghi il muscolo, quindi mantienilo. Questo è chiamato allungamento statico. Non c’è contrazione attiva nel muscolo, è una presa passiva. Ma pensa alla tua vita quotidiana: tenere una posa in questo modo si verifica raramente durante i movimenti e le funzioni quotidiane effettive.

Ciò può aiutare a spiegare perché lo stretching statico non è stato trovato per ridurre le lesioni o il rischio di lesioni. In confronto, l’allenamento eccentrico del tendine del ginocchio è considerato il gold standard per ridurre le lesioni al tendine del ginocchio, riducendo il rischio fino al 65 percento!

“In alcuni studi è stato anche dimostrato che gli eccentrici promuovono un robusto rimodellamento o guarigione di muscoli o tendini feriti”, aggiunge il dottor Kinslow. “Questo li rende una parte fondamentale della riabilitazione completa di un tendine del ginocchio infortunato”.

Perché gli atleti lo giurano

Sebbene l’allenamento eccentrico del tendine del ginocchio stia diventando più diffuso oggi nella popolazione generale, è stato un sostenitore dei programmi di allenamento atletico e sportivo per molti anni, secondo Gerry DeFilippo, un allenatore di forza e prestazioni sportive che possiede Challenger Strength a Wayne, nel New Jersey.

“Ci sono tre diverse lenti attraverso le quali puoi vedere l’allenamento eccentrico”, dice. Il primo: “Le serie lente e mirate possono aumentare il tempo totale sotto tensione, il che porta all’ipertrofia (maggiore dimensione muscolare).” Il secondo: “Il controllo dinamico del motore migliora il movimento attraverso una gamma completa di movimenti”. E infine, l’allenamento eccentrico aumenta la stabilità “migliorando la capacità del corpo di gestire le forze caricate su di esso”.

In altre parole, l’allenamento eccentrico aumenta le dimensioni muscolari poiché i muscoli lavorano per più tempo durante l’esercizio, migliora il controllo del movimento perché stai lavorando con una gamma di movimenti più ampia e incoraggia la stabilità perché stai diventando più forte in generale, il tutto a contemporaneamente!

Come incorporare l’allenamento eccentrico dei muscoli posteriori della coscia nei tuoi allenamenti

Come qualsiasi altro esercizio, l’allenamento eccentrico del tendine del ginocchio deve essere metodico e progressivo, iniziando con un allenamento a intensità inferiore e avanzando a un’intensità più alta quando sei in grado di tollerarlo.

Con questo in mente, questo piano a tre livelli sale la scala in modo sicuro ed efficace. All’interno di ogni esercizio, non passare al livello successivo finché non riesci a completare tre serie da 10 ripetizioni comodamente e senza alcun dolore.

1. Principiante: cursori del tendine del ginocchio

Sdraiato sulla schiena con le ginocchia piegate, questo esercizio fa lavorare i muscoli posteriori della coscia mentre fai scorrere i talloni fuori e lontano dal corpo, quindi di nuovo dentro. (Se non hai gli alianti, puoi usare piatti di carta o indossare calzini.)

Dal momento che questa potrebbe essere la tua prima introduzione all’allenamento eccentrico per i muscoli posteriori della coscia e alla maggiore richiesta che pone al gruppo muscolare, è prudente essere metodici. Pertanto, ci sono sei progressioni che puoi seguire per far avanzare lentamente la mossa.

  • Con il sedere a terra, entrambi i piedi scivolano contemporaneamente all’esterno e all’indietro.
  • Con il sedere in basso, un piede scivola fuori e indietro. Dopo 10 ripetizioni, ripeti sull’altra gamba.
  • Con il sedere in aria, creando una linea retta dalle spalle alle ginocchia, entrambi i piedi scivolano fuori. Quindi abbassare il calcio in modo che i piedi scivolino di nuovo nella posizione iniziale.
  • Con il sedere in alto, un piede scivola fuori. Quindi abbassa il calcio per farlo scorrere di nuovo nella posizione iniziale. Ripeti sull’altra gamba.
  • Con il sedere in alto, entrambi i piedi scivolano in fuori, quindi tornano alla posizione di partenza.
  • Con il sedere in alto, un piede scivola fuori e torna alla posizione iniziale per 10 ripetizioni. Ripeti sull’altra gamba.
  • 2. Intermedio: stacco da terra rumeno con manubri

    Questa classica mossa di allenamento per la forza abbassa un bilanciere a terra piegandosi ai fianchi con la schiena piatta e le ginocchia leggermente piegate, mantenendo la barra vicino agli stinchi. Prendi cinque secondi per una discesa controllata (barra che scende) e poi fai una rapida salita (barra che sale).

    Ci sono tre progressioni per questo esercizio:

  • Usa la barra senza pesi.
  • Aggiungi pesi da cinque libbre su ciascun lato della barra.
  • Aggiungendo più peso con incrementi di cinque libbre, passa a 25 libbre su ciascun lato.
  • 3. Avanzato: curl nordico del tendine del ginocchio

    In piedi in ginocchio con i polpacci incastrati sotto qualcosa di stabile (il video qui sotto utilizza una macchina Smith, ma la stessa cosa può essere ottenuta con un bilanciere autonomo caricato con 45 libbre su ciascun lato), estendi le ginocchia per abbassare il tuo corpo verso il terra. Afferrati con le mani e spingi indietro fino alla posizione di partenza.

    Anche qui ci sono tre progressioni:

  • Prendetevi tre secondi per scendere a terra.
  • Prendi cinque secondi per scendere a terra.
  • Prendi il più tempo possibile per scendere a terra (ammesso che sia superiore a cinque secondi, o ovviamente).
  • Una volta che sei in grado di completare la progressione finale, mantenerla come una parte regolare della tua routine di manutenzione è un ottimo modo per tenere il passo e costruire su tutti i progressi che hai fatto. I tuoi muscoli posteriori della coscia, il tuo corpo e il tuo movimento ti ringrazieranno!

    Oh ciao! Sembri una persona che ama gli allenamenti gratuiti, gli sconti per marchi di benessere all’avanguardia e i contenuti esclusivi Well+Good. Iscriviti a Well+la nostra community online di addetti ai lavori del benessere, e sblocca i tuoi premi all’istante.