Far rimbalzare una pallina da tennis durante la corsa fa volare le miglia

49

Quando mi alleno di resistenza, faccio alcuni giochi mentali per aiutarmi a superare il chilometraggio. (In una stagione di mezza maratona, ho persino preso l’abitudine di raccontare i miei film preferiti, scena per scena, per intrattenere la mia mente.) Hellah Sidibe, il primo uomo di colore a correre attraverso l’America, ha il suo modo intelligente di far andare avanti distanza un po’ più divertente: far rimbalzare una pallina da tennis… mentre lui corre.

“Ho incontrato una donna di nome Helen quattro anni fa a Porto Rico quando l’ho vista correre e dribblare una pallina da tennis”, ha scritto Sidibe in un recente post su Instagram. “Dopo averla vista uscire un paio di volte, alla fine ho potuto chiederglielo e lei ha detto che ci corre spesso perché le tiene la mente occupata”. Sidibe continua spiegando che il trucco lo ha aiutato ad allenarsi per una gara di 100 miglia in cui dovrà mantenere un ritmo più lento per mantenere la sua energia a fine partita e che lo sta facendo divertire in giornate di allenamento lunghe e inesorabili .

Secondo Saara Haapanen, dottoranda in psicologia dello sport e dell’esercizio presso l’Università di Jyväskylä in Finlandia, il trucco della pallina da tennis di Sidibe è assolutamente legittimo. “Ci fornisce un po’ di gioco e distrazione”, dice. “Porta una componente competitiva e lo rende un po’ più difficile. Come esseri umani, ci piace essere sfidati e più è difficile, meglio ci sentiamo”.

Ovviamente, non vorresti provarlo, diciamo, su un tapis roulant dove potresti finire per cadere dal fondo della pista. Ma se stai solo andando a fare una passeggiata all’aperto o correre sulla strada o sul marciapiede (purché non sia una zona ad alto traffico), è un modo abbastanza solido per sentire come se stessi mantenendo i tuoi neuroni attivi. (Bonus, metterà alla prova la tua coordinazione mentre registri un po’ di cardio.)

Storie correlate

Se stai cercando altri modi per tenere la mente occupata mentre cammini o batti il ​​marciapiede, Haapanen ha alcune idee. “Suggerisco sempre di cambiare il tempo, magari andando un po’ più veloce per un blocco e poi un po’ più lentamente. Il cardio allo stato stazionario è piuttosto noioso, quindi tutto ciò che può renderlo più divertente. Anche i passi laterali o i salti sono un buon modo per cambiare aumenta la velocità e il tempo per far battere il cuore”, dice.

La lezione qui è che gli allenamenti non devono essere così dannatamente seri tutto il tempo. Se non ti stai divertendo a correre o camminare, è ora di renderlo di nuovo giocoso.