Gli antibiotici possono aiutare alcuni pazienti a evitare appendicectomie, reperti di studio

75

Punti chiave

  • Un nuovo studio ha rilevato che alcune persone possono saltare un'appendicectomia e trattare efficacemente l'appendicite con antibiotici.
  • I medici ritengono che alcuni pazienti stiano ancora meglio subendo un intervento chirurgico.
  • Incorporare antibiotici nel trattamento dell'appendicite darà a medici e pazienti un'altra opzione da considerare.

Alcuni pazienti possono risolvere l'appendicite con un ciclo di antibiotici invece di sottoporsi a un intervento chirurgico per un'appendicectomia, secondo una nuova ricerca.

Detto questo, la chirurgia a volte è la migliore linea d'azione per alcuni pazienti.

Lo studio, pubblicato il 5 ottobre sul New England Journal of Medicine, ha descritto in dettaglio uno studio condotto dalla collaborazione Outcomes of Drugs and Appendectomy (CODA), che comprendeva 1.552 pazienti con appendicite in ospedali di 14 stati. La metà dei partecipanti ha assunto antibiotici, l'altra metà ha subito un'appendicectomia.

Entrambi i gruppi si sono sentiti bene a 30 giorni, ha detto in una dichiarazione David Talan, MD, co-investigatore principale e professore di medicina d'urgenza e medicina / malattie infettive presso la David Geffen School of Medicine dell'UCLA in California.

La metà dei pazienti che hanno assunto antibiotici sono stati dimessi dal pronto soccorso e non sono stati ricoverati. Circa 3 pazienti su 10 nel gruppo antibiotico dovevano ancora subire un intervento chirurgico entro 90 giorni. Coloro che non hanno subito un intervento chirurgico hanno ricevuto un ciclo di 10 giorni di antibiotici somministrati per via endovenosa per le prime 24 ore. Hanno preso pillole antibiotiche per i giorni rimanenti.

"In termini di stato di salute generale, gli antibiotici non erano peggiori della chirurgia e hanno permesso alla maggior parte delle persone di evitare un'operazione a breve termine", ha detto Talan.

Come funzionano gli antibiotici

L'appendicite è un'infezione segnata da batteri e infiammazioni nell'appendice, dice a Verywell David R. Flum, MD, co-ricercatore principale dello studio e professore e presidente associato di chirurgia presso la University of Washington School of Medicine.

Flum pensa che gli antibiotici funzionino perché riducono la carica batterica. In questo modo il corpo può concentrarsi sull'abbassamento dell'infiammazione.

Antibiotici come trattamento dell'appendicite

Per decenni l'appendicectomia è stata lo standard di cura. Ma in passato i medici hanno utilizzato anche antibiotici. Ciò era particolarmente vero durante le guerre quando la chirurgia non era un'opzione.

Gli studi negli anni '90 non hanno fornito prove solide a causa di pregiudizi nella randomizzazione dei pazienti. Alcuni studi includevano solo pazienti con appendicite di basso grado e non quelli con appendicite acuta o pazienti con dolore immediato.

"Nessuno credeva veramente ai risultati di quelle prove", dice Flum. In questo recente studio, tuttavia, i ricercatori hanno randomizzato i pazienti.

"Abbiamo incluso tutti coloro che in genere ricevono un'appendicectomia", dice. "Nel complesso, quello che abbiamo scoperto è che la stragrande maggioranza potrebbe evitare un'operazione, almeno entro tre mesi".

I ricercatori del CODA hanno seguito i pazienti solo per 90 giorni, ma altre ricerche hanno seguito le persone fino a cinque anni.

"Sembra che la maggior parte dei pazienti trattati con antibiotici alla fine non richiederà un'appendicectomia", dice Talen. "La recidiva, se accadrà, sembra che si verifichi principalmente nei primi due anni dopo l'attacco iniziale e il recupero con antibiotici".

Il team prevede di seguire i pazienti per un periodo di tempo più lungo per comprendere meglio i risultati a lungo termine. "Se l'appendicite si ripresenta, alcuni studi hanno riportato il successo con il trattamento antibiotico", dice.

Antibiotici contro appendicectomia

C'erano vantaggi e svantaggi per ogni trattamento. Ad esempio, i pazienti che avevano un'appendicite (un deposito calcificato nell'appendice) tendevano ad avere un rischio maggiore di necessitare di un intervento chirurgico. Circa il 25% dei pazienti con appendicite acuta ha questo deposito simile a una pietra.

Quelli con appendicolite avevano una probabilità su 10 di aver bisogno di un'appendicectomia entro 90 giorni. Le complicazioni per l'assunzione di antibiotici non erano significative, ma sembravano essere più comuni in coloro che avevano un'appendicolite.

I medici possono discernere quali pazienti stanno meglio sottoponendosi a un intervento chirurgico come prima linea di trattamento. Poiché i medici possono identificare il deposito sull'imaging, possono informare i pazienti della loro appendicite e tenerne conto nel processo decisionale condiviso. Ma sapere che i pazienti possono avere il tempo di rimandare un'appendicectomia può essere utile per coloro che non hanno un'assicurazione in quel momento, sono fuori città o non vogliono essere negli ospedali a causa della pandemia, dice Flum.

"Le persone trattate con antibiotici sono tornate più spesso al pronto soccorso, ma hanno perso meno tempo dal lavoro e dalla scuola", ha aggiunto in una dichiarazione Bonnie Bizzell, presidente del comitato consultivo dei pazienti CODA. “Informazioni come queste possono essere importanti per le persone in quanto considerano la migliore opzione di trattamento per la loro circostanza unica. Lo studio CODA è davvero il primo del suo genere a catturare queste misure per il processo decisionale condiviso sull'appendicite ".

La possibilità di perdere un tipo di cancro nell'appendice è un rischio derivante dalla rinuncia a un'appendicectomia. Ma quella forma di cancro è rara, dice a Verywell Giana H. Davidson, MD, ricercatrice e professore associato di chirurgia presso la University of Washington School of Medicine.

Cosa significa per te

Se hai l'appendicite, parla con il tuo medico per vedere se sei adatto per il trattamento antibiotico. Se li provi e non funzionano, potresti dover subire un'appendicectomia.

Vantaggi di mantenere l'appendice

A chi importa se ti sbarazzi della tua appendice? Molti credono che tu non ne abbia bisogno comunque. Ma questo potrebbe non essere un motivo per correre sotto i ferri.

Recenti studi in biologia evolutiva rivelano i vantaggi di avere e conservare un'appendice, dice a Verywell Heather F. Smith, PhD, professore di anatomia alla Midwestern University in Illinois.

"L'appendice funziona come un rifugio per i batteri intestinali benefici", dice. "Durante i periodi di sofferenza gastrointestinale, la diarrea spesso trasporta i batteri intestinali buoni fuori dal tratto gastrointestinale. Tuttavia, l'appendice è una sacca cieca e quindi funge da serbatoio che mantiene batteri intestinali buoni, che possono quindi ripopolare l'intestino ".

Ha anche un'alta concentrazione di tessuto linfoide, che supporta il sistema immunitario e aiuta a montare le difese del corpo contro gli agenti patogeni invasori, aggiunge Smith.

Un altro studio recente ha rilevato che le persone a cui è stata rimossa l'appendice soffrono di tassi più elevati di infezione da Clostridium difficile (o C. diff) rispetto a coloro che hanno ancora l'organo.

C. diff è la causa microbica più comune di infezioni associate all'assistenza sanitaria negli Stati Uniti.Nel 2015, ha causato mezzo milione di infezioni tra i pazienti negli Stati Uniti, secondo i Centri statunitensi per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC).

"Se un'appendice non ha bisogno di essere rimossa, sarebbe spesso a beneficio di una persona mantenerla", dice Smith. "In altre parole, lo svantaggio principale di un'appendice è la perdita di queste proprietà utili di un'appendice. Pertanto, la prospettiva di trattare l'appendicite con opzioni non chirurgiche è promettente ".

Previsione dei risultati dell'appendicite

Flum ritiene che lo studio offrirà a medici e pazienti un'altra opzione da considerare per alcuni pazienti.

Se Flum vede un paziente ad alto rischio di complicanze, è probabile che consigli un intervento chirurgico. Ma ha detto che presenterà entrambe le parti al paziente per fargli conoscere i vantaggi e gli svantaggi di provare gli antibiotici.

In futuro, spera di vedere un calcolatore predittivo che tenga conto, tra le altre informazioni, dell'età del paziente, dello stato di salute, della conta dei globuli bianchi e dei dati di imaging. Ciò potrebbe potenzialmente migliorare le previsioni sull'esito di un paziente.

"Penso che creerà molte più conversazioni", dice. "Il trattamento antibiotico andrà bene per molte persone ma non per tutti".

Detto questo, le persone devono prendere sul serio l'appendicite. Non vuole vederlo non trattato. Tuttavia, sapere che potresti non aver bisogno di un intervento chirurgico, o che potresti non dover nemmeno essere ricoverato in ospedale, potrebbe essere un "punto di svolta" per molte persone, dice Flum.