Gli scienziati stanno lavorando per addestrare il tuo cervello a ridurre la cinetosi

0
66

Punti chiave

  • Circa un terzo della popolazione mondiale è altamente suscettibile alla cinetosi.
  • Tradizionalmente, le persone hanno assunto farmaci per aiutare a gestire i sintomi comuni o evitare situazioni che scatenano la cinetosi.
  • I ricercatori hanno scoperto che gli esercizi di formazione visuospaziale possono aiutare a ridurre la suscettibilità alla cinetosi.

Puoi allenare il tuo cervello a ridurre la cinetosi, secondo recenti risultati di ricerca.

Uno studio di settembre pubblicato su Applied Ergonomics ha rilevato una relazione tra la suscettibilità alla cinetosi e l'abilità visuospaziale, che si riferisce alla tua capacità di identificare e manipolare le relazioni visive e spaziali. L'abilità visuospaziale è ciò che rende possibile giudicare le distanze, raccogliere oggetti e camminare senza urtare oggetti.

I ricercatori hanno scoperto che le persone con prestazioni visuospaziali inferiori sono più suscettibili alla cinetosi e quelle con prestazioni visuospaziali maggiori sono meno suscettibili. La buona notizia è che le abilità visuospaziali possono indebolirsi e rafforzarsi, il che significa che le persone possono migliorare le loro abilità visuospaziali e ridurre la loro probabilità di cinetosi con l'allenamento.

"Abbiamo scoperto una possibile relazione causale tra chi soffre di cinetosi e abilità visuospaziali", dice a Verywell l'autore principale dello studio Joseph Smyth, EngD, ricercatore presso l'Università di Warwick. "Per la popolazione generale, penso che questa ricerca dovrebbe dare loro la fiducia che stiamo lavorando verso metodi per ridurre la suscettibilità alla cinetosi."

Smyth e i suoi coautori hanno studiato come il maggiore uso di tecnologie avanzate, come le auto a guida autonoma, possa essere ostacolato dalla cinetosi.

"C'è la necessità di trovare nuovi metodi per ridurre la cinetosi, considerando la quantità di persone che ne soffrono e l'ampio impatto che ha su molte persone e industrie", scrivono gli autori. “Questa esigenza è ulteriormente motivata a causa dei maggiori sforzi per far circolare veicoli automatizzati da parte di molti produttori. È noto che i veicoli automatizzati e molti dei loro casi d'uso aumenteranno la probabilità di insorgenza e gravità della cinetosi ".

Cosa significa per te

I ricercatori hanno scoperto che gli esercizi volti a rafforzare la consapevolezza visiva e spaziale possono ridurre i sentimenti di cinetosi. Sebbene questi esercizi non siano ancora disponibili pubblicamente, in futuro potresti essere in grado di lavorare per migliorare la tua cinetosi.

Come l'allenamento può ridurre la cinetosi

Quasi tutti sono suscettibili alla cinetosi e un terzo della popolazione è altamente suscettibile, secondo lo studio. Ma oltre ai farmaci, non c'è molto che si possa fare attualmente per frenare la malattia.

Per questo motivo, i ricercatori hanno sviluppato uno strumento di formazione visuospaziale che è stato poi testato su due gruppi di partecipanti. Per la prima parte, 20 partecipanti hanno completato 14 giorni di esercizi di formazione visuospaziale su carta e penna seguiti da un test con simulatore 3D.

Per la seconda parte, una diversa coorte di 22 partecipanti ha completato esercizi di lettura sullo schermo di un computer mentre si trovava in un'auto guidata da un conducente, per imitare un veicolo completamente autonomo. Dopo la corsa di 30 minuti, i partecipanti al gruppo sperimentale hanno ricevuto gli esercizi di addestramento visuospaziale utilizzati nella prima parte.

Dopo un periodo di formazione di 14 giorni in cui ha partecipato a 15 minuti di attività di carta e penna al giorno, le abilità visuospaziali sono migliorate del 40%. Questo aumento della capacità visuospaziale è stato direttamente responsabile di una riduzione della cinetosi del 51% nel simulatore e di una riduzione del 58% nella prova su strada.

Anche il tasso di abbandono dei partecipanti è diminuito in entrambe le parti. Gli autori sostengono che questo è un forte indicatore di una riduzione della cinetosi, poiché i partecipanti erano disposti e in grado di tollerare le simulazioni.

Capire la cinetosi

La cinetosi è ancora compresa solo in minima parte. Smyth afferma che l'attuale comprensione della condizione proviene dal libro del 1975, Motion Sickness.

"Da allora, ci sono stati pochi progressi nel campo", dice Smyth. “La nostra conoscenza come comunità scientifica e in questo campo non è cresciuta molto. È stato abbastanza scioccante pensare che abbiamo tutte queste tecnologie … e non capiamo davvero come possiamo mitigare i problemi da questo. "

La cinetosi è il risultato di una mancata corrispondenza tra i sistemi visivo, vestibolare e somatosensoriale risultante dal movimento reale o percepito. È in genere attivato da trasporti stradali, marittimi, aerei o spaziali o da simulatori virtuali come videogiochi e realtà virtuale. La cinetosi si verifica comunemente quando i passeggeri si impegnano in attività non correlate alla guida, come leggere libri o navigare sui loro telefoni.

I sintomi della cinetosi includono:

  • Nausea
  • Vomito
  • Sudorazione
  • Sudorazione fredda
  • Pallore improvviso
  • Mal di testa
  • Sonnolenza
  • Sbadigliando
  • Perdita di appetito
  • Aumento della salivazione

"Quando abbiamo una mancata corrispondenza dei nostri sensi, il nostro corpo entra in modalità di autoconservazione, questo è spiegato attraverso l'ipotesi evolutiva", dice Smyth. "Il nostro corpo presume che una volta che viene rilevata una mancata corrispondenza, deve essere perché abbiamo ingerito una sorta di veleno e quel veleno è responsabile di queste discrepanze. Ecco perché vediamo le caratteristiche della sudorazione per spingere le tossine fuori dalla pelle, eruttare per alleviare i gas e alla fine le persone svuotano il contenuto dello stomaco: vomitano. Questo è il modo naturale del corpo di sbarazzarsi di un sospetto veleno. "

Non sorprende che Smyth affermi che le persone che sono suscettibili alla cinetosi tendono a non mettersi in situazioni in cui è probabile che si verifichi di nuovo la cinetosi. Ad esempio, le persone che sono altamente suscettibili al mal di mare probabilmente non si uniranno alla Marina.

Ma evitare una situazione è un modo per autogestire, non trattare, il problema e il miglioramento delle tecnologie potrebbe rendere più difficile per le persone evitare questo tipo di situazioni. Smyth spera che questi esercizi possano fare davvero la differenza.

"Riteniamo che fondamentalmente stiamo potenziando il cervello per ridurre la dipendenza visiva e dallo stimolo e aiutare il cervello a capire meglio i movimenti, e quindi chiarire dove ci sono discrepanze e perché si verificano tali discrepanze piuttosto che saltare direttamente nel conflitto sensoriale quando la cinetosi colpisce davvero in ", dice.

Malattia del movimento e auto a guida autonoma

Con l'avanzare delle tecnologie dei veicoli a guida autonoma e a guida autonoma, i consumatori stanno valutando cosa vogliono fare mentre il veicolo guida. Smyth afferma che il consenso è chiaro: le persone vogliono impegnarsi in attività non legate alla guida come guardare film, leggere libri e lavorare.

"Molte persone attualmente non possono completare le attività lavorative come passeggeri e questo è probabile che sia vero per i veicoli a guida autonoma e probabilmente peggiorerà un po '", dice.

I produttori automobilistici hanno già raggiunto la soglia di livello 2 dei veicoli autonomi come definito dalla Society of Automotive Engineers International. Sebbene nessun veicolo di livello 3 sia attualmente sul mercato, questi veicoli saranno in grado di assumere il pieno controllo di guida, con il conducente che assumerà il controllo in altri momenti. Quel trasferimento di attenzione e abilità mette a dura prova il corpo.

La ricerca precedente di Smyth ha esaminato l'effetto che la cinetosi ha sulle prestazioni umane, inclusa la capacità di guida. Ha scoperto che anche una lieve cinetosi potrebbe avere un impatto significativo sulle capacità di elaborazione cognitiva e sui tempi di reazione.

"Non daremmo il controllo a un conducente se sapessimo che era ubriaco", dice Smyth. "Daremmo il controllo a un utente se sapessimo che soffre di un certo grado di cinetosi, anche lieve?"

Il futuro della formazione visuospaziale

Oggi non è possibile acquistare un quaderno per l'allenamento visuospaziale dallo scaffale, ma Smyth pensa che alla fine arriveranno sul mercato. Lui ei suoi coautori hanno sviluppato i libri di formazione utilizzati nel loro studio sulla base di ricerche passate.

"Questo è il primo di questo tipo di scoperte ed è un grande passo avanti nel campo", afferma. "Ma ora inizia il vero duro lavoro. Dobbiamo capire quali tipi specifici di abilità visuospaziali si scompongono in cose come consapevolezza spaziale, spazialità e rotazione mentale".

Crede che questi esercizi saranno prima adottati nei programmi di formazione esistenti in cui le persone sono spesso suscettibili alla cinetosi, come quelli all'interno delle aziende militari, dell'aviazione privata, marittima o automobilistica. I loro risultati possono quindi filtrare fino ai consumatori generali.

Dice che questo diventerà un problema ancora più urgente in futuro poiché la società si affida sempre più alla realtà virtuale, alle auto a guida autonoma e ad altre tecnologie che possono innescare la cinetosi.

"Vogliamo assicurarci che quando sviluppiamo tecnologie e automobili a guida autonoma, i vantaggi non siano solo disponibili per le persone selezionate, quindi assicurandoci che siano accessibili, anche per le persone più tradizionalmente suscettibili alla cinetosi", Smyth dice.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui