I risultati del prediabete possono essere una falsa speranza

0
51

Punti chiave

  • I dati del Regno Unito suggeriscono che un minor numero di persone con prediabete ha sviluppato il diabete di tipo 2 tra il 2010 e il 2015 rispetto ai cinque anni precedenti.
  • Questa diminuzione può essere attribuita a una soglia inferiore necessaria per una diagnosi di prediabete, invece di una diminuzione effettiva del numero di persone diagnosticate.
  • L'esercizio fisico moderato e i cambiamenti nella dieta possono ridurre il rischio di progressione dal prediabete al diabete di tipo 2.

Un nuovo studio del Regno Unito ha rilevato che tra il 2010 e il 2015, un minor numero di persone con diagnosi di prediabete ha sviluppato il diabete di tipo 2 rispetto ai cinque anni precedenti. Anche se questo può sembrare promettente, questi risultati potrebbero non significare che meno persone stanno sviluppando il diabete. Invece, gli esperti dicono che potrebbe essere solo un riflesso del cambiamento dei criteri necessari per una diagnosi di prediabete.

Lo studio, pubblicato il 6 settembre sul British Medical Journal, ha valutato il numero di pazienti prediabete che sviluppano diabete di tipo 2 dal 2000 al 2015. I ricercatori hanno scoperto che ogni anno, il 7% dei pazienti prediabete ha sviluppato il diabete di tipo 2.

Dal 2010 al 2015, i ricercatori hanno notato una riduzione del numero di persone con prediabete che sviluppano il diabete di tipo 2.

“Questa conversione ridotta da NDH [non-diabetic hyperglycemia, or prediabetes] al diabete di tipo 2 sembra essere più indicativo di una soglia più bassa per i criteri di diagnosi NDH e più persone con un minor rischio di diabete di essere diagnosticati, piuttosto che un aumento del tasso di cambiamenti nella dieta e nello stile di vita che riducono la conversione al diabete di tipo 2 ", Dione Milauskas, MS, RDN, LD, un dietista registrato nel Kentucky specializzato in nutrizione prediabete, dice Verywell.

Cosa significa per te

Se ti viene diagnosticato un prediabete, puoi ridurre il rischio di sviluppare il diabete di tipo 2 apportando alcuni cambiamenti allo stile di vita, come cambiare la tua dieta o incorporare l'esercizio nella tua routine quotidiana.

Limitazioni dello studio

Hailey Crean, MS, RDN, CDCES, una dietista registrata specializzata nella cura del diabete nel Massachusetts, fa eco alla preoccupazione di Milauskas, dicendo a Verywell che le ricerche di questo studio "incoraggiano l'esame dei limiti dello studio, che includono una modifica alle pratiche di codifica utilizzate per segnalare casi, nonché una modifica alla definizione di prediabete, durante il periodo di studio. "

Crean osserva che i criteri per il prediabete variano leggermente tra il Regno Unito e gli Stati Uniti, con un'emoglobina A1C dal 6% al 6,4%, una misura del livello medio di zucchero nel sangue negli ultimi tre mesi, necessaria per una diagnosi nel Regno Unito.

In generale, i criteri statunitensi includono:

  • Un livello di A1C inferiore al 5,7% è considerato normale
  • Un livello di A1C compreso tra il 5,7% e il 6,4% è considerato prediabete
  • Un livello di A1C del 6,5% o superiore in due test separati indica il diabete di tipo 2

Cos'è il prediabete?

Il prediabete è una condizione in cui i livelli di zucchero nel sangue sono più alti del normale, ma non abbastanza alti da essere diagnosticati come diabete di tipo 2. Secondo i Centers for Disease Control and Prevention (CDC), circa 88 milioni di adulti americani hanno il prediabete. Una diagnosi di prediabete può servire come segnale di avvertimento che il tuo corpo potrebbe dirigersi verso una diagnosi di diabete di tipo 2 a meno che non apporti cambiamenti nello stile di vita.

Da questi dati, non è chiaro se il ridotto tasso di diagnosi di diabete sia dovuto a cambiamenti nei criteri di screening o sia il risultato di una reale riduzione della progressione del prediabete. Mentre sappiamo che il Regno Unito ha modificato i propri criteri di diagnosi durante lo studio, Crean sottolinea anche che il lavoro svolto dai fornitori di cure primarie nel Regno Unito nel raccomandare cambiamenti nello stile di vita ai pazienti prediabete è citato dai ricercatori come un possibile contributo ai risultati.

"Il prediabete può essere gestito facilmente con i cambiamenti della dieta e dello stile di vita e senza farmaci o perdita di peso", afferma Milauskas.

Il vantaggio di una diagnosi di prediabete

Avere un tasso ridotto di pazienti prediabete che sviluppano il diabete di tipo 2 è significativo solo se le persone stanno effettivamente apportando cambiamenti nello stile di vita per prevenire la progressione della malattia.

"Dal punto di vista della salute della popolazione, un aumento della diagnosi può essere utile", afferma Milauskas. "Se diagnosticato a livello NDH (prediabete) di alterato metabolismo del glucosio, è possibile apportare prima modifiche alla dieta e allo stile di vita, ritardando o impedendo una conversione al tipo 2 diabete ". Aggiunge che è più facile abbassare il glucosio nel sangue a livello di prediabete che a livello di diabete di tipo 2.

I ricercatori hanno anche scoperto che alcuni fattori aumentavano il rischio di sviluppare il diabete di tipo 2, tra cui:

  • Essere nella fascia di età di 45-54 anni
  • Fumo
  • Lottando contro la depressione
  • Avere un BMI elevato
  • Vivere in una zona più svantaggiata

Se ti è stato diagnosticato un prediabete, la buona notizia è che ci sono dei passaggi che puoi intraprendere per ridurre il rischio di sviluppare il diabete di tipo 2.

Milauskas suggerisce che le persone con prediabete possono concentrarsi sull'aggiunta di più proteine ​​e grassi sani alla loro dieta, camminare cinque giorni alla settimana e gestire lo stress. Dice che camminare per 30 minuti al giorno riduce la conversione dal prediabete al diabete di tipo 2 del 30%.

"Anche solo pochi piccoli cambiamenti hanno la capacità di mettere qualcuno sulla strada per un migliore controllo della glicemia", dice a Verywell Holly Falke, MS, RDN, LD, CDCES, una dietista registrata in Texas e specialista certificato nella cura e nell'istruzione del diabete. Aggiunge che la scelta di cibi più ricchi di fibre, come verdura, frutta e cereali integrali, è un cambiamento positivo che le persone possono apportare per ridurre il rischio di sviluppare il diabete di tipo 2.

Apportare cambiamenti allo stile di vita con una diagnosi di prediabete

Apprendere di avere il prediabete può essere una motivazione per apportare alcune modifiche allo stile di vita per invertire la diagnosi e ridurre il rischio di sviluppare il diabete di tipo 2.

Il programma di prevenzione del diabete evidenzia il potere dei cambiamenti nello stile di vita nella progressione della malattia. Hanno scoperto che raggiungere un obiettivo di perdita di peso dal 5% al ​​7% e impegnarsi in 150 minuti di attività fisica di intensità moderata alla settimana ha ridotto il rischio di progressione verso il diabete di tipo 2 del 58%. Quindi, se ti viene diagnosticato un prediabete, ora è il momento di spazzolare via le scarpe da passeggio e far muovere il corpo: può aiutarti a tenere sotto controllo la tua salute in modo semplice ea basso rischio.