Il farmaco antinfiammatorio può aiutare i pazienti con osteoartrite a evitare la sostituzione delle articolazioni

73

Punti chiave

  • Oltre il 10% delle persone di età superiore ai 60 anni sviluppa l'artrosi negli Stati Uniti.
  • Attualmente non esiste un trattamento definitivo per l'artrosi; i pazienti tipicamente ricorrono a interventi di sostituzione dell'anca e del ginocchio.
  • Canakinumab, un farmaco antinfiammatorio, è un potenziale trattamento non chirurgico.

L'osteoartrite (OA) è il disturbo articolare più comune negli Stati Uniti. Sebbene gli operatori sanitari possano prescrivere farmaci per alleviare il dolore, attualmente non esiste un trattamento definitivo per l'OA. Le persone con artrosi tipicamente devono sottoporsi a un intervento chirurgico di sostituzione dell'anca o del ginocchio, che può essere sia costoso che doloroso.

Tuttavia, un nuovo studio condotto dal gruppo di prova CANTOS (Canakinumab Anti-infiammatory Thrombosis Outcomes Study) suggerisce che le protesi articolari di fatto di OA potrebbero presto diventare un ricordo del passato grazie a un farmaco chiamato canakinumab. I ricercatori hanno scoperto che l'uso del farmaco ha ridotto la necessità di protesi di anca e ginocchio di oltre il 40% nei partecipanti allo studio, indipendentemente dalla dose.

Nel loro articolo, pubblicato su Annals of Internal Medicine il 4 agosto, i ricercatori hanno esaminato l'impatto di canakinumab sull'OA per un periodo di cinque anni. Ma i partecipanti allo studio, tutti uomini, non sono stati reclutati per uno studio sull'osteoartrite.

Questa ricerca è iniziata con uno studio del 2017 incentrato sul ruolo di canakinumab nelle malattie cardiache. I ricercatori hanno notato che il farmaco riduce il rischio di infarto e ictus abbassando i livelli di proteina C reattiva. Alti livelli di proteina C reattiva sono legati all'osteoartrosi. E così è iniziato un secondo studio.

Sebbene i risultati preliminari siano incoraggianti, sono necessarie ulteriori ricerche prima che il farmaco possa essere sviluppato in un trattamento per l'artrosi.

Cosa significa per te

Oltre 32 milioni di adulti negli Stati Uniti soffrono di artrosi, che può causare immobilità, dolore intenso e ridotta qualità della vita. Attualmente, l'unico trattamento clinicamente riconosciuto è la chirurgia. Se il trattamento con canakinumab fosse approvato, darebbe ai pazienti con osteoartrite un'opzione di trattamento non chirurgica economica che non comporta mesi di riabilitazione.

Potenziali usi di Canakinumab

Lo studio preliminare CANTOS, pubblicato nel 2017 su The New England Journal of Medicine, ha incluso 10.061 uomini a cui è stata somministrata un'iniezione da 50 milligrammi (mg), 150 mg o 300 mg di canakinumab o di un controllo placebo ogni tre mesi per cinque anni. Lo studio di follow-up ha monitorato i viaggi ospedalieri per interventi chirurgici tra i partecipanti, inclusa la chirurgia articolare. È allora che il potenziale legame con l'osteoartrosi è diventato chiaro: il tasso di incidenza di protesi di anca e ginocchio è diminuito rispettivamente del 40% e del 47% nei pazienti che hanno ricevuto canakinumab.

Che cos'è Canakinumab?

Canakinumab è un anticorpo prodotto in laboratorio che si lega alle proteine ​​dell'interleuchina-1, che sono associate a malattie autoimmuni e infiammazioni. Canakinumab (nome commerciale Ilaris) è usato principalmente per trattare le sindromi febbrili infiammatorie e l'asma.

Nonostante questi risultati incoraggianti, i ricercatori affermano che lo studio ha i suoi svantaggi. Lo studio CANTOS è stato condotto su un gruppo esclusivamente maschile e prevalentemente diabetico. Pertanto, i benefici antiartritici non possono essere estrapolati automaticamente alle donne.

"Precedenti studi minori non hanno mostrato benefici dalla terapia anti-interleuchina-1", dice a Verywell Philip Conaghan, MD, uno dei principali ricercatori dello studio CANTOS. Sono necessarie ulteriori ricerche per scoprire perché lo studio CANTOS era diverso.

Conaghan afferma che gli scienziati hanno trovato nuove applicazioni per canakinumab anche in altre malattie.

"È anche usato per trattare malattie autoimmuni non comuni, come la malattia di Still e la gotta altamente resistente", afferma.

I medici possono iniziare a prescrivere Canakinumab per l'OA?

Conaghan dice che è ancora troppo presto per raccomandare canakinumab come trattamento per l'osteoartrite.

Canakinumab può ridurre la capacità del sistema immunitario di combattere le infezioni, un rischio particolarmente grande durante una pandemia globale.

"Anche se canakinumab potrebbe rivelarsi utile, i rischi sono troppo alti in questo momento", dice a Verywell Giuseppe Aragona, MD, consulente medico di Prescription Doctor. Aragona non è stata coinvolta nello studio CANTOS.