La routine di fitness Mindy Kaling dà la priorità al sentirsi bene

224

Nell’ultimo decennio, l’industria del fitness ha fatto molta strada verso l’inclusione di tutti i corpi. L’attenzione si è in gran parte spostata dall’estetica al benessere generale, l’abbigliamento sportivo plus size ha raggiunto il mainstream e le menzioni di “corpi da bikini” ora sono meno e più lontane che mai. Eppure, nonostante questi progressi, c’è ancora un malinteso comune sul fatto che un corpo “sano” appaia in un certo modo, vale a dire, magro, bianco e tonico.

Per l’attrice e produttrice Mindy Kaling, questa convinzione tossica l’ha fatta sentire “pecore” per aver mai voluto parlare del suo amore per l’esercizio. “Sono stato in forma fisica da quando avevo 22 anni e da allora mi sono allenato quattro o cinque volte a settimana, ma non ho mai pensato che fosse qualcosa che potevo possedere perché non avevo un certo aspetto”, dice Kaling. “Ero preoccupato che la reazione delle persone sarebbe stata: ‘Non sembri uno che si allena quattro volte a settimana.'”

Ma la verità è che non esiste un look adatto a tutti per essere in forma. Gli addominali da sei (che sono stati a lungo considerati il ​​gold standard per essere in forma) sono una truffa totale, e c’è un intero movimento di personal trainer grassi positivi che dimostrano che puoi essere sano a qualsiasi taglia. Ci sono voluti Kaling, che ha 42 anni, quasi due decenni di “punizione” di se stessa in palestra per prendere a cuore questa lezione. Ora che l’ha fatto, ha completamente cambiato il suo rapporto con il suo corpo.

“Pensavo al mio corpo proprio come, al mio cervello con alcuni attaccamenti ad esso collegati, non pensavo mai al dono che mi fa ogni giorno semplicemente essendo viva”, dice. “Ma poi ho avuto dei figli, ed ero tipo ‘Oh, questa non è solo una nave in cui portare il mio cervello in giro.’ È la cosa che mi ha dato i miei figli e, soprattutto come mamma single, devo davvero trattarla bene”.

Storie correlate

In questi giorni, invece di sforzarsi attraverso allenamenti estenuanti alla ricerca di un certo tipo di corpo (si dice che si alzasse prima dell’alba per sudare sul tapis roulant prima di dirigersi verso il set di The Office), Kaling si concentra principalmente sul movimento che porta la sua gioia.

“Penso che l’idea che non debba essere punitivo per essere efficace e farmi sentire centrata, concentrata e felice sia stato un enorme modo in cui i miei allenamenti sono cambiati”, dice. “Dopo aver messo a letto i miei figli per un pisolino, mi prenderò 20 minuti e andrò a fare una passeggiata intorno all’isolato con mio padre o parlerò con un amico del college mentre vado a fare una passeggiata, e mi sentirò così bene che ‘ ho avuto modo di entrare in contatto con qualcuno ma anche di essere entrato in questo bel movimento… E ora mi allungo, cosa che non mi interessava quando ero più giovane, ma ora è una necessità dato che sono nei miei 40 anni. Mi impedisce di farmi male quando mi alleno. “

Ancora più importante, però, non ha più paura di dire al mondo quanto questo movimento significhi per lei. “Sono una persona che ama il fitness e sembro come sono”, dice. “L’allenamento ha migliorato la mia salute e voglio essere orgoglioso di dire che lo amo. Sembro una donna e una mamma americana media e, riconoscendo il fatto che amo allenarmi, la mia speranza è che le altre donne lo facciano sentono di poterlo fare anche loro”.

“Sembro una donna e una mamma americana media e, riconoscendo il fatto che amo allenarmi, la mia speranza è che anche le altre donne si sentano in grado di farlo”, — Mindy Kaling

Questa ideologia è probabilmente più pertinente in questo periodo dell’anno, mentre ci dirigiamo verso l’estate e la conversazione più ampia si sposta sul “preparazione per la spiaggia” (sì, anche nel 2022), cosa a cui Kaling si rifiuta di aderire.

“Non sono davvero una persona che pensa necessariamente a come il mio corpo può apparire in modo diverso nei diversi periodi dell’anno, probabilmente perché faccio questi spettacoli su giovani donne che hanno tutte tra i 15 e i 22 anni, e molto di quel modo di pensare obsoleto è semplicemente non volerà con loro”, afferma Kaling, che è il cervello dietro Never Have I Ever di Netflix e The Sex Lives of College Girls di HBO Max. “Lavoro con queste giovani attrici che sono così sicure di sé e a proprio agio nella loro pelle in un modo che non lo ero io. Non è che non abbiano sfide nella loro vita, ma quello che ho notato da queste donne che sono letteralmente la metà della mia età è che non hanno gli stessi problemi che ho avuto io. Giocano a golf, camminano, nuotano, giocano a tennis, ma non li consuma. E come qualcuno che dovrebbe essere il loro mentore, non voglio essere questa persona che ha quei problemi. Semplicemente non è più moderno”.

Come mezzo per portare avanti questa mentalità ancora più avanti, ha collaborato con Propel per distribuire quattro sovvenzioni da $ 25.000 agli istruttori di tutto il paese che stanno lavorando per rendere il fitness più inclusivo. “[The trainers receiving the grants] non assomigliano alle tue istruttrici stereotipate di Los Angeles, ma stanno cambiando la vita e aiutando così tanto le loro comunità”, afferma Kaling. “La cosa fantastica di questa campagna è che mostra che ognuno si trova in luoghi diversi nel proprio viaggio, e le persone che sono in forma possono apparire in tanti modi diversi”.

Probabilmente hai sentito la frase “Ogni corpo è un corpo da spiaggia”, giusto? Tuttavia, navigare in estate può essere impegnativo. Questa settimana, Well+Good pubblica All Bodies Are Beach Bodies: una guida realistica alla preparazione per l’estate per aiutarti a mantenere la tua sicurezza, abbracciare i movimenti gioiosi, gestire il sudore, creare ricordi significativi e trovare importanti ispirazioni per i costumi da bagno per tutta l’estate.