Le eruzioni cutanee sono un sintomo della menopausa?

0
113

La menopausa può portare a molti cambiamenti fisici. Quando la produzione di estrogeni rallenta e le ovaie smettono di produrre uova, il ciclo diventa irregolare e poi si ferma. Il calo dei livelli di estrogeni contribuisce a sintomi che includono:

  • vampate di calore
  • sudorazioni notturne
  • sbalzi d’umore
  • secchezza vaginale

Gli estrogeni non influiscono solo sui cicli mestruali del corpo. Stimolando la produzione di sostanze come il collagene e l’olio, gli estrogeni aiutano anche la pelle a rimanere sana e dall’aspetto giovane.

Sebbene la menopausa possa seccare e arricciare la pelle, non causa direttamente eruzioni cutanee. Tuttavia, i cambiamenti nei livelli di estrogeni prima e durante la menopausa possono rendere la pelle più vulnerabile ad arrossamenti, protuberanze e altri segni di irritazione.

Ulteriori informazioni sui sintomi e sui segni della menopausa.

Durante i tuoi anni riproduttivi, l’ormone estrogeno ha contribuito a mantenere la tua pelle sana ed elastica. Una volta che la produzione di estrogeni rallenta, la pelle si assottiglia e si secca, soprattutto nelle zone sensibili come il viso.

La perdita di estrogeni può manifestarsi sulla pelle a partire dalla perimenopausa, che è il periodo che precede la menopausa quando i livelli ormonali iniziano a diminuire.

Durante questo periodo, il tuo corpo diventa più sensibile alla temperatura. Potresti avere episodi in cui ti senti improvvisamente accaldato e sudato e il tuo viso diventa rosso e arrossato. Questo sintomo comune della menopausa è chiamato vampate di calore.

Una mancanza di estrogeni può anche provocare prurito o renderla più sensibile del solito. Questa sensibilità ti rende più probabile che tu abbia un’eruzione cutanea o orticaria quando sei esposto a sostanze irritanti come tessuti pruriginosi, profumi e coloranti.

La mancanza di estrogeni impedisce anche alla pelle di guarire rapidamente come prima quando si irrita.

I tuoi sintomi dipenderanno da come la menopausa influisce sulla tua pelle. Durante le vampate di calore, potresti notare un rossore o una sensazione di calore che si diffonde sulla pelle. Questo rossore sarà più evidente su viso, collo e nella parte superiore del petto.

La sensibilità della pelle può causare la formazione di protuberanze rosse o orticaria quando si entra in contatto con sostanze irritanti.

Anche se la tua eruzione cutanea coincide con la menopausa, i due non sono necessariamente collegati. Molte condizioni diverse possono causare eruzioni cutanee.

Dermatite atopica

Le persone con dermatite atopica, che è anche comunemente chiamata eczema, sviluppano chiazze rosse e pruriginose su:

  • mani
  • piedi
  • collo
  • Torace
  • braccia
  • gambe

L’eczema è una condizione infiammatoria cronica della pelle causata dall’ipersensibilità a determinati agenti irritanti, come saponi, detergenti e altri prodotti.

Può essere descritto come chiazze o protuberanze pruriginose e squamose che possono portare a rossore o iper- o ipopigmentazione da graffi.

Dermatite da contatto

La dermatite da contatto provoca un’eruzione allergica. L’eruzione cutanea compare quando la pelle viene a contatto con determinate sostanze chimiche o sostanze, come il lattice o metalli come il nichel.

Lichen planus

I sintomi del lichen planus includono protuberanze lucide, rosso-violacee che potresti trovare all’interno dei polsi e delle caviglie. Una risposta immunitaria innesca l’eruzione cutanea. In alcuni casi, può essere correlato a una malattia autoimmune.

Psoriasi

La psoriasi è una malattia causata da una risposta immunitaria iperattiva. La risposta immunitaria fa sì che le cellule morte della pelle si accumulino sulla superficie della pelle e formino squame pruriginose rosse o color salmone nella pelle più chiara e squame viola o grigie nella pelle più scura.

Può anche portare a dispigmentazione, o macchie più chiare o bianche, nella pelle più scura.

Acne rosacea

Rossore e protuberanze che si formano sul viso possono essere un segno di rosacea. Questa è una condizione cronica della pelle e le riacutizzazioni possono durare per diverse settimane o mesi.

Herpes zoster

L’herpes zoster è un’infezione causata dal virus varicella-zoster, lo stesso virus che causa la varicella. Se hai già avuto la varicella, sei a rischio di sviluppare l’herpes zoster. L’herpes zoster provoca un’eruzione cutanea dolorosa e vescicante su un lato del viso o del corpo.

La menopausa non è direttamente collegata a nessuna condizione della pelle. Ma potresti essere più vulnerabile ad alcuni problemi della pelle durante l’anno della menopausa. Questi includono:

  • acne
  • pelle secca e diradata
  • rughe

Se sei preoccupato per eventuali cambiamenti sulla tua pelle, consulta un dermatologo per un controllo. Il medico inizierà chiedendo informazioni sull’eruzione cutanea, comprese domande come:

  • Quando è iniziata l’eruzione?
  • Che cosa sembrava aver innescato l’eruzione cutanea?
  • L’eruzione cutanea prude, brucia o fa male?
  • Dove è iniziata l’eruzione cutanea sul tuo corpo?
  • L’eruzione cutanea si è diffusa?
  • Cosa hai fatto per trattare l’eruzione cutanea? Il trattamento ha aiutato?

Il medico ti chiederà anche informazioni sulla tua storia di salute e se stai attualmente assumendo farmaci. Quindi il medico esaminerà l’eruzione cutanea. Potrebbero prelevare un campione dalla tua pelle per testarlo in laboratorio. Potresti anche aver bisogno di esami del sangue per verificare la presenza di allergie cutanee.

Rivolgiti a un medico il prima possibile se:

  • hai la febbre con l’eruzione cutanea
  • l’eruzione cutanea si diffonde rapidamente o è su tutto il corpo
  • l’eruzione sta perdendo liquido giallo o verde, o si sente caldo al tatto, che sono sintomi di infezione

Se pensi che il contatto con una sostanza irritante, come detersivo per bucato o gioielli in metallo, abbia causato l’eruzione cutanea, interrompi immediatamente l’uso del prodotto.

Per alleviare il prurito e il dolore finché l’eruzione cutanea non svanisce, puoi provare un antistaminico da banco o una crema all’idrocortisone. A seconda della causa dell’eruzione cutanea, il medico potrebbe prescrivere un idrocortisone o un farmaco antifungino.

Puoi anche provare queste tecniche per lenire il prurito:

  • Applicare impacchi freddi sull’eruzione cutanea un paio di volte al giorno.
  • Fai il bagno in acqua tiepida e farina d’avena colloidale.
  • Passa a detersivi e saponi delicati e privi di profumo.
  • Idrata la pelle per evitare che si secchi.

Se l’eruzione cutanea è pruriginosa, cerca di non graffiarla. Potresti lasciare cicatrici sulla tua pelle. Per evitare di irritare ulteriormente la pelle, indossa abiti realizzati con fibre morbide e naturali come il cotone.

Sebbene i cambiamenti ormonali legati alla menopausa possano manifestarsi sulla pelle, non è probabile che causino un’eruzione cutanea. La pelle arrossata dovrebbe schiarirsi rapidamente, anche se potrebbe ripresentarsi con la successiva vampata di calore.

Se hai macchie, protuberanze o macchie squamose sulla pelle e non migliorano in pochi giorni, consulta un dermatologo per un controllo della pelle. Probabilmente hai una condizione della pelle che potrebbe richiedere un trattamento.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui