L'endometriosi è più comune negli adolescenti di quanto si pensasse in precedenza, secondo uno studio

100

Punti chiave

  • Un nuovo studio ha scoperto che ben il 60% degli adolescenti che hanno dolore pelvico può effettivamente avere l'endometriosi.
  • I medici non considerano comunemente l'endometriosi come una causa del dolore pelvico negli adolescenti.
  • La diagnosi precoce e il trattamento dell'endometriosi possono aiutare una persona con la condizione a controllare i propri sintomi e possono aiutare a rallentare la progressione della malattia.

Una nuova ricerca ha scoperto che l'endometriosi è più comune negli adolescenti di quanto si credesse in precedenza.

Lo studio, pubblicato a fine luglio sul Journal of Pediatric and Adolescent Gynecology, ha analizzato 19 studi che includevano 1.243 adolescenti con dolore pelvico. I ricercatori hanno scoperto che 648 dei 1.011 pazienti (64%) sottoposti a laparoscopia sono stati diagnosticati con endometriosi.

Cos'è una laparoscopia?

Una laparoscopia è una procedura chirurgica in cui uno strumento a fibra ottica viene inserito attraverso la parete addominale per osservare gli organi dell'addome e del sistema riproduttivo.

Cos'è l'endometriosi?

L'endometriosi è una condizione dolorosa che si verifica quando un tessuto simile al rivestimento dell'utero cresce in altre parti del corpo, secondo l'US Department of Health and Human Services Office on Women’s Health (OWS).

La maggior parte della ricerca sull'endometriosi ha esaminato persone che si identificano come donne. Si stima che circa l'11% delle donne in età riproduttiva (tra i 15 ei 44 anni) abbia la malattia, ma probabilmente ne colpisce molte di più.

I sintomi dell'endometriosi possono variare da persona a persona e non sono necessariamente correlati allo stadio della malattia.Le persone con stadio I possono avere sintomi gravi, mentre quelle con stadi successivi possono avere pochi sintomi.

Sintomi di endometriosi

I sintomi dell'endometriosi possono includere:

  • Crampi mestruali dolorosi (che possono essere debilitanti e possono peggiorare nel tempo)
  • Dolore durante o dopo il sesso
  • Dolore all'intestino o all'addome inferiore
  • Movimenti intestinali dolorosi o minzione dolorosa (specialmente durante i periodi mestruali)
  • Forte sanguinamento durante i periodi mestruali
  • Spotting premestruale o sanguinamento tra i periodi
  • Difficoltà a rimanere incinta
  • Fatica

I risultati sorprendenti dello studio

Tredici degli studi nella revisione avevano classificato la gravità della malattia dei pazienti. Dopo aver analizzato i dati, i ricercatori hanno scoperto che:

  • Il 53% dei pazienti aveva una malattia in stadio I.
  • Il 28% dei pazienti aveva una malattia in stadio II
  • Il 20% dei pazienti aveva una malattia in stadio III
  • 13% dei pazienti in stadio IV (la forma più grave)

"La prevalenza dell'endometriosi tra gli adolescenti con sintomi di dolore pelvico è alta", hanno concluso i ricercatori. "Nonostante le raccomandazioni per aumentare la consapevolezza e la conoscenza dell'endometriosi nell'adolescenza, è seguita una ricerca minima".

I risultati suggeriscono che gli operatori sanitari dovrebbero sottoporre a screening i pazienti adolescenti che hanno dolore pelvico per l'endometriosi, ha detto a Verywell l'autore principale dello studio Martin Hirsch, medico ginecologo presso l'University College di Londra.

"Dobbiamo passare a uno screening appropriato da uno screening molto piccolo", afferma Hirsch. “Noi medici crediamo da molto tempo che i dolori mestruali nei pazienti giovani passeranno con l'età e che questi sintomi fossero spesso sminuiti. Questo studio evidenzia che il 64% dei giovani pazienti con sintomi di dolore grave ha effettivamente una malattia che può essere curata ".

Uno screening appropriato "avrà un alto tasso di accuratezza e ridurrà l'ansia non necessaria associata allo screening di tutti", afferma Hirsch.

L'esperta di salute femminile Jennifer Wider, MD, dice a Verywell che è stato un po 'sorprendente vedere quanto fosse comune l'endometriosi nei giovani pazienti con dolore pelvico. "I numeri erano più alti di quanto mi aspettassi", dice Wider.

I fornitori possono utilizzare queste informazioni per offrire un'assistenza migliore, Christine Greves, MD, ostetricia / ginecologia certificata presso il Winnie Palmer Hospital for Women and Babies, dice a Verywell. "Questo aumenta la consapevolezza degli operatori sanitari che, se un paziente è ferito, potremmo cercare di approfondire ciò che potrebbe esserci dietro e modi per aiutare il paziente".

Cosa significa per te

Se tuo figlio ha dolore pelvico o altri sintomi di endometriosi, parla con il suo medico in merito allo screening per la condizione. Sebbene non esista una cura, la diagnosi precoce può aiutare i pazienti ad accedere a opzioni di trattamento che possono aiutare a gestire i sintomi e potrebbero rallentare la progressione della malattia.

Il caso per lo screening degli adolescenti

Chiunque può essere sottoposto a screening per l'endometriosi, dice Greves. Il processo prevede di chiedere ai pazienti del loro dolore e di seguire i test appropriati.

Tuttavia, i fornitori non considerano l'endometriosi come una potenziale causa di dolore pelvico negli adolescenti con la stessa frequenza con cui lo fanno nei pazienti adulti, afferma Wider.

Pertanto, adolescenti e giovani adulti potrebbero dover attendere più a lungo per ottenere una diagnosi corretta rispetto ai pazienti più anziani. È anche più probabile che vengano prescritti antidolorifici per periodi dolorosi. "Queste giovani donne spesso aspettano anni prima di ricevere la diagnosi", dice Hirsch. "Senza una diagnosi, non vedono le opzioni".

Martin Hirsch, MD

Queste giovani donne spesso aspettano anni prima di ricevere la diagnosi. Senza una diagnosi, non vedono le opzioni.

– Martin Hirsch, MD

Come ottenere una diagnosi

La diagnosi di endometriosi può essere un processo lungo e spesso comporta molti passaggi, tra cui un esame pelvico, un'ecografia o una risonanza magnetica. L'unico modo per diagnosticare ufficialmente la malattia è fare una laparoscopia in cui un chirurgo preleva un campione di tessuto da sottoporre a biopsia.

Non esiste una cura per l'endometriosi, ma ci sono diversi trattamenti che una persona potrebbe scegliere di provare.

Un'opzione è un tipo di controllo delle nascite ormonale chiamato agonista dell'ormone di rilascio delle gonadotropine (GnRH) che mette il corpo in menopausa temporanea. Gli agonisti del GnRH non sono un'opzione di trattamento a lungo termine e possono avere gravi effetti collaterali.

Le persone a volte usano farmaci da banco o rimedi alternativi per i sintomi dell'endometriosi che sperimentano durante il ciclo e in altri periodi del mese. Tuttavia, queste opzioni potrebbero non offrire un sollievo dal dolore coerente o adeguato.

La chirurgia per diagnosticare l'endometriosi a volte può essere un'opportunità per curarla. Un chirurgo con le giuste competenze può rimuovere le lesioni che può vedere. Tuttavia, la chirurgia non è accessibile a tutti con la condizione. Inoltre non è una cura: le lesioni possono essere perse e potrebbero ripresentarsi.

In che modo la rilevazione precoce può aiutare

L'endometriosi è una malattia progressiva e intervenire precocemente può rallentare la diffusione.

"La diagnosi precoce e il trattamento possono limitare il dolore e la sofferenza nei pazienti", afferma Wider. "Troppo spesso, i pazienti soffrono in silenzio senza una corretta diagnosi".

L'endometriosi è una malattia cronica, afferma Wider, aggiungendo che "l'obiettivo dovrebbe essere quello di evitare un ritardo nella diagnosi e di dirigere trattamenti efficaci il prima possibile".

In genere, i fornitori prescrivono antidolorifici o contraccettivi convenzionali ai pazienti con dolore pelvico. Se i sintomi persistono, Hirsch afferma che è necessario eseguire ulteriori immagini.

"Spero che questo studio incoraggi i medici di famiglia ei medici generici a considerare l'endometriosi in più giovani donne che vedono, migliorando il loro accesso alle cure, alle reti di supporto e riducendo il tempo che questi pazienti trascorrono a soffrire in silenzio", dice Hirsh. "Si tratta di accelerare il tempo per la diagnosi per consentire al paziente e alla famiglia di prendere la decisione giusta per loro".