L'esposizione al fumo degli incendi ha effetti a lungo termine?

0
57

Punti chiave

  • L'esposizione al fumo di incendi un paio di volte all'anno non porta in genere a malattie croniche o gravi nella maggior parte delle persone.
  • Le persone con malattie respiratorie sottostanti hanno maggiori probabilità di essere colpite dal fumo di incendi.
  • Una maschera respiratoria N95 offre la migliore protezione contro il fumo degli incendi se devi uscire.

Gli incendi sulla costa occidentale continuano a diffondersi mentre la California entra nella sua sesta settimana di battaglia contro la devastante distruzione. Con più di due dozzine di incendi che divampano nello stato, oltre 18.000 vigili del fuoco continuano a combattere le fiamme ogni giorno. Il fumo dalla costa occidentale si è fatto strada attraverso il paese, soffiando attraverso il Michigan e la regione dei Grandi Laghi, attraverso il sud-ovest in Missouri, Illinois e Kentucky e termina nel medio Atlantico.

Con almeno 35 morti e decine di migliaia di persone evacuate a causa dei danni provocati da incendi, è importante conoscere le ramificazioni del fumo di incendi sulla salute umana, sia a breve che a lungo termine.

Proteggersi dal fumo degli incendi

Secondo i Centers for Disease Control and Prevention (CDC), il modo migliore per proteggersi è "ridurre l'esposizione al fumo degli incendi, ad esempio, cercando rifugi aerei più puliti e spazi aerei più puliti". Il CDC suggerisce anche di limitare esercizio all'aperto quando fuori è fumo o optando per attività a bassa intensità per ridurre l'esposizione al fumo.

Un'altra opzione è usare una maschera all'aperto. "La cosa migliore è stare in casa ed evitare di uscire e di essere esposti agli incendi, ma, se uno deve uscire, indossare una maschera è molto importante", Reza Ronaghi, MD, pneumologo della divisione di pneumologia , terapia intensiva e medicina del sonno presso la David Geffen School of Medicine dell'UCLA, dice a Verywell. "Tuttavia, non tutte le maschere sono utili ed è necessaria una maschera N95 per fornire la massima protezione."

Le maschere chirurgiche regolari e le coperture per il viso che abbiamo tutti indossato per aiutare a combattere il COVID-19 non aiutano a proteggere dalla scarsa qualità dell'aria a causa del fumo degli incendi. "Solo una maschera N95 che è stata montata sull'individuo può fornire un ottimo sigillo necessario per evitare che il fumo entri", dice Ronaghi.

Ci sono effetti a lungo termine del fumo di incendi sul corpo umano?

Mentre gli incendi hanno causato danni immediati sventrando case e città, gli esperti dicono che poche settimane di esposizione al fumo non dovrebbero avere effetti collaterali a lungo termine per la maggior parte delle persone sane.

"Essere esposti a incendi cronici e scarsa qualità dell'aria per molti anni può portare a malattie polmonari ed enfisema", dice Ronaghi. "[However,] questi devono essere alti dosaggi di esposizione e per molti anni di esposizione – essere esposti una o due volte l'anno non porterà a nessuna malattia grave a lungo termine. "

Reza Ronaghi, MD

Essere esposti una o due volte all'anno non porterà a malattie gravi a lungo termine.

– Reza Ronaghi, MD

Quelli con condizioni respiratorie sottostanti, come l'asma, di solito sono i più colpiti. "Il problema più grande che vediamo di solito è il peggioramento dell'asma sottostante, che può essere molto grave, ma anche il peggioramento della broncopneumopatia cronica ostruttiva (BPCO), nonché le infezioni nelle vie aeree e nei polmoni", Christopher Worsham, MD, pneumologo e Il medico di terapia intensiva presso la Harvard Medical School, dice a Verywell. "È anche importante considerare chi è a maggior rischio: non sorprende che le persone con asma o altri problemi respiratori, i bambini, le donne incinte e gli anziani tendano a rispondere peggio alle lesioni da fumo di questo genere."

Secondo Worsham, la maggior parte delle persone esposte a fumo intenso o frequente non svilupperà una grave complicanza come la BPCO, ma è una possibilità per alcune persone. Confronta la respirazione di molto fumo nel tempo con il fumo di sigarette in volume.

"Uno dei principali problemi che le persone che fumano incontrano è la BPCO", dice. "In America, questo è spesso correlato al fumo, ma in tutto il mondo, l'inalazione delle particelle nell'aria è la causa principale della BPCO. Ciò significa lesioni irreversibili al polmone che possono peggiorare nel tempo. "

Sfortunatamente, i polmoni potrebbero non essere le uniche parti del corpo che possono essere influenzate dal fumo degli incendi. “È probabile che ci sia un impatto su altre parti del corpo; alcuni studi hanno mostrato un aumento degli infarti e degli ictus ", dice a Verywell Lakshman Swamy, MD, MBA, medico di assistenza polmonare e di terapia intensiva presso il Boston Medical Center. "Le particelle del fumo possono essere trovate nel sangue e possono causare problemi con il rivestimento dei vasi sanguigni, quindi sarei certamente consapevole del potenziale impatto anche sul resto del corpo".

Cosa puoi fare per assicurarti che i tuoi polmoni non siano stati colpiti?

È importante rimanere in casa durante le stagioni degli incendi attivi, rimanere aggiornati con i funzionari sanitari locali e i loro consigli e rimanere aggiornati sulla qualità dell'aria nella propria zona. "Se stai andando all'aperto, è importante proteggerti con maschere appropriate come N95 e lavare i vestiti quando torni a casa, poiché il fumo può attaccarsi ai vestiti", dice Ronaghi. "È anche una buona idea fare il giro della casa e assicurarsi che tutte le aperture e le fessure siano coperte per evitare che le particelle entrino in casa".

Se si verificano sintomi come vertigini, vomito o tosse, è necessario consultare un medico. "La mancanza di respiro è molto preoccupante, ma potrebbe non essere notata immediatamente", dice Worsham. "Il problema qui è che i danni causati dal calore e dal fumo hanno una reazione ritardata, con conseguente gonfiore e altri cambiamenti nelle vie aeree e nei polmoni, rendendo difficile respirare qualche tempo dopo l'esposizione al fumo."

Wildfire Smoke contro COVID-19

Se stai riscontrando problemi respiratori di qualsiasi tipo durante la pandemia, potrebbe essere difficile discernere se hai contratto il COVID-19 o se soffri di inalazione di fumo a macchia d'olio.

Sebbene entrambi possano interferire con la respirazione, Ronaghi afferma che ci sono grandi differenze tra i sintomi di esposizione al fumo e quelli di COVID-19. "Con l'inalazione di fumo, probabilmente svilupperai bruciore nella parte posteriore della gola, naso che cola, lacrimazione e un po 'di respiro corto che di solito scompare una volta che l'esposizione al fumo si è attenuata, inoltre, non ci saranno febbri", dice Ronaghi. "Con COVID-19, ti sentirai tipicamente debole e avrai malessere generalizzato, mal di gola, tosse e febbre."

Tuttavia, è meglio essere cauti se non sei sicuro di cosa potrebbero significare i tuoi sintomi.

"Se potresti essere stato esposto a COVID-19, indipendentemente dall'esposizione al fumo, dovresti chiamare il tuo medico o una linea di assistenza COVID-19 per capire i tuoi prossimi passi per quanto riguarda la quarantena e il test", dice Swamy. "Se sei a corto di fiato per qualsiasi motivo, dovresti cercare cure di emergenza."

Cosa significa per te

Conclusione: se sei stato esposto al fumo di un incendio, dovresti iniziare a sentirti meglio una volta che sei fuori dal fumo. Se hai avuto un'esposizione continua al fumo e inizi a sviluppare febbri, dovresti chiamare il tuo medico per discutere del test COVID-19.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui