L'ospedale pediatrico del Colorado introduce le norme sulla marijuana medica pediatrica

0
64

Punti chiave

  • Un ospedale per bambini in Colorado sta lavorando per aprire discussioni con i pazienti sull'uso della marijuana medica.
  • Sebbene i medici non ne raccomandino l'uso o prescriveranno il farmaco, affronteranno i problemi di sicurezza.

Un ospedale per bambini in Colorado ha creato un nuovo modo rivoluzionario di affrontare l'uso della marijuana medica per i minori. Il Children’s Hospital Colorado ha elaborato una politica sull'uso della marijuana medica che combina l'uso di un farmacista clinico e di un assistente sociale per offrire supporto ai pazienti e alle famiglie che utilizzano marijuana medica o ne stanno valutando l'uso.

L'ospedale si trova in Colorado, dove l'uso di marijuana medica e ricreativa è legale, ma l'ospedale non eroga marijuana medica.

"Il nostro ospedale non ne consiglia l'uso, né raccomanda né prescrive, né parla con i pazienti di come usarlo", dice a Verywell Jennifer Jorgensen, PharmD, farmacista clinico del The Children’s Hospital Colorado. "Ma le famiglie nelle nostre comunità stanno entrando in ospedale e stanno già leggendo online sulla marijuana medica e la cercano."

"Alcuni genitori hanno già iniziato i loro figli con la marijuana medica prima di parlarne con il personale", dice Jorgensen. "L'obiettivo della politica del Children’s Hospital Colorado è parlare ai genitori dei problemi di sicurezza", afferma.

La politica è oggetto di un articolo di ricerca di luglio pubblicato sulla rivista Pediatrics. L'articolo descrive in dettaglio i dati di 50 pazienti che sono stati visitati dal servizio di consulenza sulla marijuana medica del Children’s Hospital del Colorado. Di questi pazienti, all'80% è stato diagnosticato un cancro ed era interessato a esplorare come la marijuana medica potesse aiutare con nausea e vomito, stimolazione dell'appetito, convulsioni e dolore. Nel 64% dei pazienti, l'uso di marijuana medica è stato ritenuto potenzialmente pericoloso, di solito a causa del potenziale di interazioni con altri farmaci che il paziente stava assumendo.

L'articolo sostiene che più ospedali pediatrici dovrebbero sforzarsi di affrontare l'uso di marijuana medica con i loro pazienti, nonché sviluppare politiche istituzionali e servizi di supporto clinico per rispondere alle domande che genitori e pazienti hanno.

Cosa significa per te

Se la marijuana è legale nel tuo stato e hai domande sull'uso, parla con il tuo medico. Potrebbero essere più disposti a discuterne, oltre a potenziali problemi di sicurezza, di quanto pensi.

Cos'è la marijuana medica?

Secondo il National Institutes of Health (NIH), la marijuana medica consiste nell'utilizzare l'intera pianta di marijuana non trasformata o i suoi estratti di base per trattare i sintomi di malattie e altre condizioni, secondo il National Institutes of Health (NIH). marijuana medica o ne ha approvato l'uso.

Tuttavia, la FDA ha approvato l'uso di due farmaci che contengono cannabinoidi, le sostanze chimiche nella marijuana, sotto forma di pillola. Ulteriori ricerche potrebbero portare a più di questi farmaci, afferma il NIH.

I due cannabinoidi principali utilizzati nei farmaci approvati dalla FDA sono il THC e il cannabidiolo (CBD). Il THC può stimolare l'appetito e abbassare i livelli di nausea, mentre il CBD può aiutare a ridurre il dolore e l'infiammazione e controllare le crisi epilettiche, dice a Verywell Jamie Alan, PhD, assistente professore di farmacologia e tossicologia alla Michigan State University.

La marijuana medica è legale?

Sì e no. La marijuana in qualsiasi forma è illegale a livello federale. Tuttavia, alcuni farmaci derivati ​​dalla marijuana sono stati approvati per l'uso dalla FDA. La marijuana è attualmente legale in una qualche forma in 14 stati e 33 stati hanno programmi sulla marijuana medica.

Come viene attualmente utilizzata la marijuana medica?

In un ambiente ospedaliero, non lo è.

"È una specie di nuova frontiera per i pazienti pediatrici", dice Alan.

Il tetraidrocannabinolo (THC), il componente della marijuana che produce uno sballo, è una sostanza controllata dalla legge federale, secondo la Drug Enforcement Administration degli Stati Uniti. "Ciò significa che se gli ospedali ricevono finanziamenti federali, possono perdere i finanziamenti federali se lo fanno dispensare marijuana ", dice Alan.

Tuttavia, secondo Alan, “questo non significa che il paziente non possa ottenere una licenza di marijuana medica o acquistare marijuana ricreativa, ma questo significa che c'è meno supervisione del medico, quindi c'è più probabilità di eventi avversi. Ci sono così tante incognite a questo punto. "

Mentre l'American Academy of Pediatrics (AAP) riconosce che rapporti aneddotici hanno dimostrato che la marijuana medica può portare benefici ad alcuni bambini con condizioni croniche o limitanti la vita, la posizione dell'organizzazione è che si oppone all'uso della marijuana medica "al di fuori del processo normativo degli Stati Uniti. Food and Drug Administration ".

Come funziona la politica del Children’s Hospital Colorado?

Jorgensen dice che i genitori spesso si rivolgono a loro con domande.

"È molto difficile da navigare, ma il nostro tentativo è di manifestare questo dialogo aperto con le famiglie", dice. "Non vogliamo che abbiano paura di dirci che stanno usando marijuana."

Quando i genitori sollevano l'argomento, Jorgensen dice che lei e i suoi colleghi chiederanno per cosa i genitori usano la marijuana, se possono mostrarla al loro fornitore e se hanno notato che sta aiutando o ferendo.

"Non commentiamo se pensiamo che sia utile o meno", dice. "Ma diciamo, a nostro avviso per quanto riguarda la sicurezza, questo interagirà o non interagirà con altri farmaci".

I problemi di sicurezza sono un grande argomento di conversazione, dice Jorgensen. Tuttavia, "non esiste una grande letteratura" a sostegno del suo utilizzo, dice, e ciò significa "non possiamo citare un dosaggio sicuro e per cosa dovrebbero o non dovrebbero usarlo".

"In realtà non diciamo: 'Dovresti continuare a usarlo'", dice Jorgensen. "Invece, diciamo, 'È una tua decisione.'"

L'ospedale, tuttavia, prescrive farmaci derivati ​​dal THC approvati dalla Food and Drug Administration (FDA). Il include un farmaco chiamato Dronabinol (Marinol), che contiene THC ed è usato per trattare la nausea causata dalla chemioterapia e l'estrema perdita di peso causata dall'AIDS. L'organizzazione prescrive anche il farmaco Nabilone (Cesamet), che contiene un cannabinoide sintetico simile al THC ed è anche usato per trattare la nausea e l'estrema perdita di peso.

Poiché la marijuana medica è legalizzata in più stati, Jorgensen afferma di sperare che altre organizzazioni prenderanno nota di ciò che sta facendo il Children’s Hospital Colorado.

"Una cosa importante per noi era provare ad affrontare questo problema senza che loro si sentissero come se stessimo giudicando o dicendo loro ciò che possono e non possono fare", dice. "Ha avuto molto successo nell'aprire il dialogo".

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui