Perché le variazioni sono fondamentali per una pratica yoga inclusiva

73

In Well+Good trascorriamo le nostre giornate parlando e imparando dalle persone più interessanti nel campo del benessere: esperti, leader di pensiero e celebrità. Ora ti invitiamo a unirti alla conversazione. Benvenuto nel podcast Well+Good, la tua guida per trovare le abitudini e le pratiche che si adattano alla tua frequenza. Leggi di più

Avere una “mente da principiante” è un principio di consapevolezza che si riferisce all’approccio alla vita con apertura e curiosità. Questo fa parte del modo in cui Natalia Tabilo di Yoga For All Bodies ha coltivato la sua pratica yoga: sintonizzandosi sui bisogni del suo corpo e sul modo in cui voleva muoversi e trovando le pose che le si adattavano.

Quella filosofia è ciò che porta ai suoi studenti ora come insegnante di yoga, e fa parte dei suoi consigli per le persone che potrebbero essere nuove nello yoga o che stanno semplicemente ricominciando.

“Quando ho capito che questa è una pratica nel senso che ogni giorno, il tuo corpo, la tua mente e anche i lati, il lato sinistro e il lato destro, saranno diversi, tutto è cambiato”, dice Tabilo.

Foto: W+G Creativo

Nell’episodio di questa settimana di The Well + Good Podcast, Tabilo condivide la storia di come è arrivata allo yoga e perché non ha sentito immediatamente che era per lei perché vive in un corpo più grande. Ma quando si è resa conto che poteva variare le pose in un modo che le si addiceva, si è aperto un intero nuovo mondo di movimento.

Storie correlate

Non è l’unica ad approcciarsi all’attività fisica in questo modo. Lo spazio fitness inclusivo sta lavorando per rendere le modifiche una componente centrale dell’attività fisica, non un ripensamento.

“Non cammino, e il mio corpo è davvero diverso dalla maggior parte degli altri, ma ci sono minuscole differenze nei corpi di ognuno di cui penso che dovremmo tutti fare un inventario ed essere orgogliosi”, Alana Nichols, un’atleta paralimpica che è paralizzata sotto le sue cosce, precedentemente detto Bene + Bene. “È importante modificare [workouts] per onorare quelle esperienze.”

Tabilo in realtà preferisce la parola “variazioni” a “modifiche”, perché non pensa che ci dovrebbe essere un modo principale di fare le cose.

“Sei responsabile della tua pratica, nel senso che puoi decidere di fare una variazione”, dice Tabilo. “Quando decidi di onorare la tua mente e il tuo corpo con una variazione, stai trovando il tuo potere.”

Puoi ascoltare di più sulla storia e sui consigli di Tabilo per avvicinarsi allo yoga con la mente di un principiante ascoltando l’episodio completo ora.