Perché l’exergaming per la salute del cervello funziona così bene

45

Ci sono molti modi per mantenere il cervello sano mentre invecchi. Per cominciare, puoi mangiare cibi sani per il cervello come gli acidi grassi omega-3. Puoi bere molta acqua, tenere sotto controllo la pressione sanguigna gestendo lo stress, l’esercizio fisico e apportare piccole modifiche alla tua routine per ottenere più movimenti senza esercizio durante il giorno (come fare le scale al posto di un ascensore), che possono aiutano a scongiurare le malattie neurodegenerative.

Un’altra cosa da aggiungere alla tua lista? Exergaming.

Mai capo? Nessun problema. “L’exergaming è un gioco attivo, o un gioco che richiede movimento fisico per poter giocare”, afferma Ryan Glatt, MS, CPT, NBC-HWC, un coach per la salute del cervello e direttore del programma FitBrain presso il Pacific Neuroscience Institute. “Esempi storici comuni includono Dance Dance Revolution e Nintendo Wii, mentre esempi più moderni includono exergame di realtà virtuale e quelli su piattaforme come Nintendo Switch”.

I vantaggi dell’exergaming

Gli exergame possono avere una vasta gamma di vantaggi a seconda della popolazione in questione, secondo Glatt. “Per gli anziani con o senza condizioni neurologiche come il morbo di Parkinson o un deterioramento cognitivo come la demenza o un lieve deterioramento cognitivo, è stato scoperto che gli exergame apportano benefici alla cognizione, all’umore e alle funzioni motorie come l’equilibrio”, afferma.

Storie correlate

Nel 2019, una revisione sistematica ha mostrato che l’esercizio con abilità aperte, qualsiasi tipo di esercizio imprevedibile, come l’exergaming, può migliorare alcune funzioni cognitive rispetto all’esercizio con abilità chiuse, come le macchine prevedibili, aggiunge.

L’exergaming è anche un modo per migliorare le prestazioni del tuo doppio compito. “Il dual-tasking è l’esecuzione simultanea di due attività che possono essere eseguite e misurate separatamente”, spiega Glatt. “Il dual-tasking appare in modalità di esercizio più basate sulle abilità come sport, danza, arti marziali ed esercizi mente-corpo”. Questi possono avere una serie di benefici per il cervello e il corpo, dice.

Chiunque può trarre vantaggio dalle migliori capacità del doppio compito, ma la ricerca mostra che è particolarmente utile per gli anziani e le persone con deficit di attenzione.

Quante volte hai bisogno di fare un exergame per una migliore salute del cervello

Mentre la salute del cervello diventa sempre più una preoccupazione con l’avanzare dell’età, prima inizi a rafforzare le tue funzioni neurali e cognitive, e più lo fai costantemente nel corso della tua vita, maggiori sono le possibilità che hai di mantenere intatte le tue facoltà mentali. Idealmente, Glatt dice che vorrebbe vedere più ricerche sui benefici dell’exergaming nelle popolazioni sane.

Tuttavia, è chiaro che la coerenza è fondamentale quando si tratta di apportare modifiche significative alla mente o al corpo. Più regolarmente giochi agli exergame per un lungo periodo di tempo, maggiori sono le possibilità di trarne vantaggio.

“C’è stata una revisione sistematica nel 2017 che ha rilevato che era necessario un minimo di 12 settimane, con 60 minuti a settimana di exergaming, per sostenere i benefici cognitivi in ​​termini di attenzione, funzioni esecutive e abilità visuospaziali”, afferma Glatt. “Sono necessarie ulteriori ricerche per capire quale combinazione di exergame è necessaria per ottenere determinati obiettivi, per chi e per quanto tempo durano questi vantaggi”.

Perché allenare il cervello mentre alleni il corpo potrebbe essere il futuro del fitness

Uno dei modi più semplici ed efficaci per cambiare il tuo comportamento è l’accumulo di abitudini, il che significa associare una nuova routine con una che già fai. Quindi un modo potenzialmente semplice per convincere più persone a fare esercizio fisico è combinare questo tipo di allenamento mentale con l’allenamento fisico che stanno già facendo. A tal fine, l’American Council on Exercise, uno dei più grandi programmi di certificazione di personal trainer nel paese, ha sfruttato Glatt per creare un corso di trainer per la salute del cervello per i suoi membri.

“Non c’erano altre informazioni valide sulla salute del cervello e sull’esercizio che fossero realmente applicabili”, afferma Glatt. “Spero che i formatori che apprendono come invecchia il cervello, i fondamenti delle neuroscienze, gli effetti dell’esercizio sul cervello e come questo informa la programmazione, possano essere una forza cruciale nella lotta contro l’epidemia di malattie neurodegenerative dal punto di vista della prevenzione”. Sicuramente qualcosa a cui pensare.