Trattamenti contro l'influenza: OTC, vaccino e altro

0
49

Curare l'influenza significa principalmente alleviare i sintomi principali fino a quando il tuo corpo non cancella l'infezione.

Gli antibiotici non sono efficaci contro l'influenza perché è causata da un virus, non dai batteri. Ma il medico può prescrivere antibiotici per trattare qualsiasi infezione batterica secondaria che potrebbe essere presente. Probabilmente consiglieranno una combinazione di cura di sé e farmaci per trattare i sintomi.

Le persone ad alto rischio di complicanze influenzali dovrebbero consultare immediatamente un medico. I gruppi ad alto rischio includono:

  • adulti di età pari o superiore a 65 anni
  • donne in gravidanza o fino a 2 settimane dopo il parto
  • persone che hanno un sistema immunitario indebolito

Nella maggior parte dei casi, tuttavia, l'influenza deve solo fare il suo corso. I migliori trattamenti per le persone con l'influenza sono molto riposo e molti liquidi.

Potresti non avere molto appetito, ma è importante mangiare pasti regolari per mantenere le forze.

Se possibile, stai a casa dal lavoro o dalla scuola. Non tornare indietro finché i tuoi sintomi non si sono attenuati.

Per abbassare la febbre, metti un panno umido e fresco sulla fronte o fai un bagno fresco.

Puoi anche usare antidolorifici da banco (OTC) e riduttori di febbre, come il paracetamolo (Tylenol) o l'ibuprofene (Advil, Motrin).

Altre opzioni di cura personale includono quanto segue:

  • Prendi una ciotola di zuppa calda per alleviare la congestione nasale.
  • Fai dei gargarismi con acqua salata tiepida per lenire il mal di gola.
  • Evita il consumo di alcol.
  • Smetti di fumare, se fumi.

I farmaci da banco non riducono la durata dell'influenza, ma possono aiutare a ridurre i sintomi.

Antidolorifici

Gli analgesici da banco possono ridurre il mal di testa e il dolore alla schiena e ai muscoli che spesso accompagna l'influenza.

Oltre ai riduttori di febbre acetaminofene e ibuprofene, altri analgesici efficaci sono naprossene (Aleve) e aspirina (Bayer).

Tuttavia, l'aspirina non dovrebbe mai essere somministrata a bambini o adolescenti per il trattamento dei sintomi simil-influenzali. Potrebbe portare alla sindrome di Reye, che si traduce in danni al cervello e al fegato. Questa è una malattia rara ma grave e talvolta fatale.

Soppressori della tosse

I sedativi della tosse riducono il riflesso della tosse. Sono utili per controllare la tosse secca senza muco. Un esempio di questo tipo di farmaco è il destrometorfano (Robitussin).

Decongestionanti

I decongestionanti possono alleviare il naso chiuso e che cola causato dall'influenza. Alcuni decongestionanti trovati nei farmaci antinfluenzali OTC includono la pseudoefedrina (in Sudafed) e la fenilefrina (in DayQuil).

Alle persone con pressione sanguigna alta viene generalmente detto di evitare questo tipo di farmaci, poiché potrebbe aumentare la pressione sanguigna.

Prurito o lacrimazione non sono sintomi comuni dell'influenza. Ma se li hai, gli antistaminici possono aiutare. Gli antistaminici di prima generazione hanno effetti sedativi che possono anche aiutarti a dormire. Esempi inclusi:

  • bromfeniramina (Dimetapp)
  • dimenidrinato (Dramamine)
  • difenidramina (Benadryl)
  • doxilammina (NyQuil)

Per evitare la sonnolenza, potresti provare i farmaci di seconda generazione, come:

  • cetirizina (Zyrtec)
  • fexofenadina (Allegra)
  • loratadina (Claritin, Alavert)

Farmaci combinati

Molti farmaci OTC per raffreddore e influenza combinano due o più classi di farmaci. Questo li aiuta a trattare una varietà di sintomi allo stesso tempo. Una passeggiata lungo il corridoio del raffreddore e dell'influenza presso la tua farmacia locale ti mostrerà la varietà.

I farmaci antivirali su prescrizione possono aiutare a ridurre i sintomi influenzali e prevenire le complicanze correlate. Questi farmaci impediscono al virus di crescere e replicarsi.

Riducendo la replicazione virale e la diffusione, questi farmaci rallentano la diffusione dell'infezione nelle cellule del corpo. Questo aiuta il tuo sistema immunitario ad affrontare il virus in modo più efficace. Consentono un recupero più rapido e possono ridurre il tempo in cui sei contagioso.

Le prescrizioni antivirali comuni includono gli inibitori della neuraminidasi:

  • zanamivir (Relenza)
  • oseltamivir (Tamiflu)
  • peramivir (Rapivab)

La Food and Drug Administration (FDA) ha anche approvato un nuovo farmaco chiamato baloxavir marboxil (Xofluza) nell'ottobre 2018. Può trattare persone di età pari o superiore a 12 anni che hanno avuto sintomi influenzali per meno di 48 ore. Funziona in modo diverso rispetto agli inibitori della neuraminidasi.

Per la massima efficacia, i farmaci antivirali devono essere assunti entro 48 ore dalla comparsa dei sintomi. Se assunti subito, i farmaci antivirali possono anche aiutare ad abbreviare la durata dell'influenza.

I farmaci antivirali sono usati anche nella prevenzione dell'influenza. Secondo i Centers for Disease Control and Prevention (CDC), gli inibitori della neuraminidasi hanno una percentuale di successo dal 70 al 90% nella prevenzione dell'influenza.

Durante un'epidemia di influenza, un medico darà spesso alle persone che hanno una maggiore possibilità di contrarre il virus un antivirale insieme al vaccino antinfluenzale. Questa combinazione aiuta a rafforzare le loro difese contro le infezioni.

Le persone che non possono essere vaccinate possono aiutare le difese del proprio corpo assumendo un farmaco antivirale. Le persone che non possono essere vaccinate includono bambini di età inferiore a 6 mesi e persone allergiche al vaccino.

Tuttavia, il CDC consiglia che questi farmaci non dovrebbero sostituire il vaccino antinfluenzale annuale. Avvertono inoltre che un uso eccessivo di questi tipi di farmaci può aumentare il rischio che i ceppi del virus diventino resistenti alla terapia antivirale.

Un uso eccessivo può anche limitare la disponibilità per le persone a rischio più elevato che hanno bisogno di questo farmaco per prevenire gravi malattie legate all'influenza.

I farmaci antivirali più comunemente prescritti sono:

  • zanamivir (Relenza)
  • oseltamivir (Tamiflu)

La FDA ha approvato Zanamivir per il trattamento dell'influenza nelle persone che hanno almeno 7 anni. È approvato per prevenire l'influenza nelle persone che hanno almeno 5 anni. È disponibile in polvere e viene somministrato tramite un inalatore.

Non dovresti prendere zanamivir se hai qualsiasi tipo di problema respiratorio cronico, come l'asma o qualsiasi malattia polmonare cronica. Potrebbe causare costrizione delle vie aeree e difficoltà respiratorie.

Oseltamivir è approvato dalla FDA per il trattamento dell'influenza nelle persone di qualsiasi età e per prevenire l'influenza nelle persone che hanno almeno 3 mesi di età. Oseltamivir viene assunto per via orale sotto forma di capsula.

La FDA avverte inoltre che Tamiflu può mettere le persone, in particolare bambini e adolescenti, a rischio di confusione e autolesionismo.

Entrambi i farmaci possono causare effetti collaterali indesiderati, tra cui:

  • vertigini
  • nausea
  • vomito

Discuti sempre i potenziali effetti collaterali dei farmaci con il tuo medico.

Sebbene non sia esattamente un trattamento, un vaccino antinfluenzale annuale è molto efficace nell'aiutare le persone a evitare l'influenza. Il CDC raccomanda a tutti i bambini di età pari o superiore a 6 mesi di fare un vaccino antinfluenzale annuale.

Il periodo migliore per essere vaccinati è ottobre o novembre. Questo dà al tuo corpo il tempo di sviluppare anticorpi contro il virus influenzale durante l'alta stagione influenzale. Negli Stati Uniti, l'alta stagione influenzale va da novembre a marzo.

Il vaccino antinfluenzale non è per tutti. Consulta il tuo medico quando decidi se i membri della tua famiglia debbano ricevere o meno questa vaccinazione.

Q:

Quali trattamenti antinfluenzali sono più efficaci per i bambini?

Paziente anonimo

UN:

Secondo il CDC, la vaccinazione annuale è il modo migliore per proteggere i bambini dall'influenza. La vaccinazione nelle donne in gravidanza protegge anche il bambino per diversi mesi dopo la nascita. Tuttavia, se l'infezione persiste, la terapia farmacologica antivirale può aiutare a ridurre i sintomi. Questo tipo di farmaco richiede una prescrizione di un medico. Inoltre, praticare una buona igiene, evitare coloro che sono malati e ottenere molti liquidi e riposare durante il recupero aiuterà il sistema immunitario a sconfiggere il virus. Per il trattamento della febbre o del dolore associato all'influenza, il paracetamolo può essere assunto dopo i 3 mesi di età o l'ibuprofene dopo i 6 mesi di età.

Alana Biggers, MD, MPHAnswers rappresentano le opinioni dei nostri esperti medici. Tutto il contenuto è strettamente informativo e non deve essere considerato un consiglio medico.