Trivalente, quadrivalente, effetti collaterali e altro ancora sul vaccino antinfluenzale

0
4

La stagione influenzale negli Stati Uniti va da ottobre a maggio di ogni anno. Per questo motivo, considera di farti fare un vaccino antinfluenzale già a ottobre per proteggerti.

L’influenza è una malattia respiratoria altamente contagiosa che causa una serie di sintomi. I sintomi comuni includono:

  • gola infiammata
  • tosse
  • rinorrea
  • fatica
  • brividi
  • dolori muscolari
  • mal di testa

Alcune infezioni sono lievi e i sintomi possono migliorare in 1 o 2 settimane. Ma complicazioni pericolose per la vita possono verificarsi nelle persone che hanno un sistema immunitario indebolito, come gli adulti dai 65 anni in su.

I colpi antinfluenzali sono sicuri per la maggior parte delle persone dai 6 mesi in su. Ecco uno sguardo ai diversi tipi di vaccini antinfluenzali, nonché informazioni su chi è idoneo per ciascun tipo.

I vaccini antinfluenzali trivalenti proteggono da tre ceppi del virus:

  • influenza A (H1N1)
  • influenza A (H3N2)
  • un virus dell’influenza B.

Le opzioni sono di seguito.

Colpi trivalenti a dose standard regolare

Si tratta di vaccini antinfluenzali da uova somministrati con un ago in un muscolo del braccio. I vaccini a dose standard sono per persone di età compresa tra 18 e 64 anni.

Colpi trivalenti e quadrivalenti realizzati con coadiuvante

Questi colpi, chiamati Fluad (trivalente) e Fluad quadrivalente, sono un’altra opzione per i vaccini antinfluenzali approvati per le persone di età pari o superiore a 65 anni. Include un ingrediente chiamato adiuvante, che crea anche una risposta più forte del sistema immunitario.

Questi vaccini antinfluenzali sono leggermente diversi perché proteggono contro quattro diversi ceppi del virus influenzale (due virus dell’influenza A e due virus dell’influenza B).

Per questo motivo, queste vaccinazioni possono fornire una protezione più ampia dalle infezioni.

Le opzioni sono di seguito.

Colpo quadrivalente a dose standard regolare

Il vaccino antinfluenzale a dose standard è disponibile per persone di età pari o superiore a 6 mesi. C’è anche la possibilità di un’iniezione quadrivalente che contiene il virus cresciuto in una coltura cellulare. Questo particolare vaccino è disponibile solo per persone di età pari o superiore a 4 anni.

Colpo quadrivalente ad alto dosaggio

Il vaccino quadrivalente ad alto dosaggio (Fluzone) è progettato specificamente per le persone di età pari o superiore a 65 anni. Le complicanze legate all’influenza aumentano con l’età perché gli individui più anziani hanno un sistema immunitario più debole.

Il fluzone contiene quattro volte la quantità di antigene del virus influenzale rispetto a una dose standard. L’antigene si riferisce alla parte del vaccino che stimola il sistema immunitario a rispondere e proteggersi dal virus dell’influenza.

Un vaccino ad alte dosi è raccomandato per gli anziani perché fino all’85% dei decessi correlati all’influenza si verifica in persone di età pari o superiore a 65 anni.

Colpo quadrivalente dell’iniezione del getto

AFLURIA Quadrivalent è un tipo di vaccino antinfluenzale ora approvato per la somministrazione con ago per persone di età pari o superiore a 6 mesi o con iniettore a getto per persone di età compresa tra 18 e 64 anni.

Un iniettore a getto è un dispositivo medico che utilizza un flusso di fluido ad alta pressione per entrare nella pelle anziché un ago.

Colpo quadrivalente ricombinante

Questo vaccino non è prodotto o coltivato da uova, il che lo rende un’alternativa adatta per coloro che hanno una grave allergia alle uova. È approvato per persone di età pari o superiore a 18 anni.

Spray intranasale vivo attenuato

Questo vaccino viene prodotto utilizzando uova e somministrato come spray nasale per le persone tra i 2 e i 49 anni che non sono in gravidanza.

Include una dose di virus influenzali attenuati. Invece dell’influenza uccisa, l’influenza inclusa in questo vaccino è gravemente indebolita, rendendola incapace di causare un’infezione diffusa.

Simile ad altri tipi di vaccinazioni, c’è il rischio di effetti collaterali con il vaccino antinfluenzale. Gli effetti indesiderati comuni possono includere tenerezza o arrossamento nel sito di iniezione.

Inoltre, alcune persone manifestano lievi sintomi simil-influenzali per 1 o 2 giorni dopo la vaccinazione. Questo può includere debolezza, dolori muscolari o febbre, ma questa non è l’influenza.

Potresti avere problemi se sei gravemente allergico alle uova o ad un altro ingrediente del vaccino.

I segni di una reazione grave includono:

  • difficoltà respiratorie
  • respiro sibilante
  • orticaria
  • battito cardiaco accelerato
  • vertigini

Tuttavia, le reazioni allergiche pericolose per la vita sono rare dopo aver ricevuto il vaccino antinfluenzale.

I sintomi di una reazione si verificano entro poche ore dalla vaccinazione. In caso di sintomi di una reazione allergica, consultare immediatamente un medico.

Il CDC raccomanda alle persone con allergia all’uovo di sottoporsi comunque a vaccinazione antinfluenzale. Se hai una grave allergia all’uovo, potresti prendere in considerazione la possibilità di vaccinarti contro l’influenza in un ambiente medico in grado di trattare le reazioni allergiche. Puoi anche richiedere un vaccino che non contenga proteine ​​dell’uovo.

Potrebbe essere necessario evitare la vaccinazione se si è allergici a un altro ingrediente del vaccino.

In rari casi, la sindrome di Guillain-Barré può svilupparsi entro giorni o settimane dalla vaccinazione.

La sindrome di Guillain-Barré è una malattia neurologica in cui il sistema immunitario del corpo attacca il sistema nervoso periferico. Questa condizione può causare debolezza muscolare e paralisi.

Tra coloro che ricevono una vaccinazione, ci sono solo uno o due casi per 1 milione di persone.

Ottenere una vaccinazione antinfluenzale annuale è uno dei modi migliori per proteggersi dal virus dell’influenza.

La vaccinazione è importante anche perché l’influenza può progredire e causare un’infezione secondaria, come bronchite, polmonite o infezione all’orecchio.

Le complicazioni possono verificarsi nelle persone con un sistema immunitario debole, come i bambini piccoli, gli anziani e quelli con condizioni croniche.

Parla con il tuo medico per vedere quale vaccino antinfluenzale è giusto per te e fatti vaccinare il prima possibile. In media, occorrono circa 2 settimane affinché il vaccino offra protezione.

Il vaccino antinfluenzale è efficace dal 40 al 60% circa quando il tipo di virus nel vaccino si allinea con il virus circolante. Per coloro che si ammalano dopo aver ricevuto un vaccino antinfluenzale, la vaccinazione può ridurre la gravità dei sintomi.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui