Tutto quello che devi sapere

0
19

Cos'è l'ADHD?

Il disturbo da deficit di attenzione e iperattività (ADHD) è un disturbo della salute mentale che può causare livelli superiori alla norma di comportamenti iperattivi e impulsivi. Le persone con ADHD possono anche avere difficoltà a concentrare la loro attenzione su un singolo compito o stare ferme per lunghi periodi di tempo.

Sia gli adulti che i bambini possono avere l'ADHD. È una diagnosi riconosciuta dall'American Psychiatric Association (APA). Informazioni sui tipi di ADHD e sui sintomi sia nei bambini che negli adulti.

Una vasta gamma di comportamenti sono associati all'ADHD. Alcuni di quelli più comuni includono:

  • avere problemi a concentrarsi o concentrarsi sui compiti
  • dimenticarsi di completare le attività
  • essere facilmente distratto
  • avere difficoltà a stare fermo
  • interrompendo le persone mentre parlano

Se tu o tuo figlio avete l'ADHD, potreste avere alcuni o tutti questi sintomi. I sintomi che hai dipendono dal tipo di ADHD che hai. Esplora un elenco dei sintomi dell'ADHD comuni nei bambini.

Per rendere le diagnosi di ADHD più coerenti, l'APA ha raggruppato la condizione in tre categorie o tipi. Questi tipi sono prevalentemente disattenti, prevalentemente iperattività-impulsivi e una combinazione di entrambi.

Prevalentemente disattento

Come suggerisce il nome, le persone con questo tipo di ADHD hanno estrema difficoltà a concentrarsi, completare le attività e seguire le istruzioni.

Gli esperti pensano anche che molti bambini con il tipo disattento di ADHD potrebbero non ricevere una diagnosi corretta perché non tendono a disturbare la classe. Questo tipo è più comune tra le ragazze con ADHD.

Tipo prevalentemente iperattivo-impulsivo

Le persone con questo tipo di ADHD mostrano un comportamento principalmente iperattivo e impulsivo. Ciò può includere agitarsi, interrompere le persone mentre stanno parlando e non essere in grado di aspettare il proprio turno.

Sebbene la disattenzione sia meno preoccupante con questo tipo di ADHD, le persone con ADHD prevalentemente iperattivo-impulsivo possono ancora avere difficoltà a concentrarsi sui compiti.

Tipo combinato iperattivo-impulsivo e disattento

Questo è il tipo più comune di ADHD. Le persone con questo tipo combinato di ADHD mostrano sintomi sia disattenti che iperattivi. Questi includono l'incapacità di prestare attenzione, una tendenza all'impulsività e livelli di attività ed energia superiori al normale.

Il tipo di ADHD che tu o tuo figlio avete determinerà come viene trattato. Il tipo che hai può cambiare nel tempo, quindi anche il tuo trattamento potrebbe cambiare. Ulteriori informazioni sui tre tipi di ADHD.

Potresti aver sentito i termini "ADD" e "ADHD" e ti sei chiesto quale sia la differenza tra loro.

ADD, o disturbo da deficit di attenzione, è un termine obsoleto. In precedenza era utilizzato per descrivere persone che hanno problemi a prestare attenzione ma non sono iperattive. Il tipo di ADHD chiamato prevalentemente disattento viene ora utilizzato al posto di ADD.

L'ADHD è l'attuale nome generale della condizione. Il termine ADHD è diventato ufficiale nel maggio 2013, quando l'APA ha pubblicato il Manuale diagnostico e statistico dei disturbi mentali, quinta edizione (DSM-5).

Questo manuale è ciò a cui si riferiscono i medici quando fanno diagnosi di condizioni di salute mentale. Ottieni una migliore comprensione della differenza tra ADD e ADHD.

Un bambino su 10 di età compresa tra 5 e 17 anni riceve una diagnosi di ADHD, che lo rende uno dei disturbi del neurosviluppo infantile più comuni negli Stati Uniti.

Per i bambini, l'ADHD è generalmente associato a problemi a scuola. I bambini con ADHD spesso hanno difficoltà ad avere successo in un ambiente scolastico controllato.

I ragazzi hanno più del doppio delle probabilità delle ragazze di ricevere una diagnosi di ADHD. Ciò può essere dovuto al fatto che i ragazzi tendono a mostrare sintomi caratteristici di iperattività. Sebbene alcune ragazze con ADHD possano avere i classici sintomi dell'iperattività, molte no. In molti casi, le ragazze con ADHD possono:

  • fantasticare frequentemente
  • essere iper-loquace piuttosto che iperattivo

Molti sintomi dell'ADHD possono essere comportamenti tipici dell'infanzia, quindi può essere difficile sapere cosa è correlato all'ADHD e cosa no. Ulteriori informazioni su come riconoscere l'ADHD nei bambini piccoli.

Nonostante quanto sia comune l'ADHD, medici e ricercatori non sono ancora sicuri di quale sia la causa della condizione. Si ritiene che abbia origini neurologiche. Anche la genetica può avere un ruolo.

La ricerca suggerisce che una riduzione della dopamina è un fattore nell'ADHD. La dopamina è una sostanza chimica nel cervello che aiuta a spostare i segnali da un nervo all'altro. Svolge un ruolo nell'innescare risposte e movimenti emotivi.

Altre ricerche suggeriscono una differenza strutturale nel cervello. I risultati indicano che le persone con ADHD hanno meno volume di materia grigia. La materia grigia include le aree del cervello che aiutano con:

  • discorso
  • autocontrollo
  • il processo decisionale
  • controllo muscolare

I ricercatori stanno ancora studiando le potenziali cause dell'ADHD, come il fumo durante la gravidanza. Scopri di più sulle potenziali cause e sui fattori di rischio dell'ADHD.

Non esiste un singolo test che possa dire se tu o tuo figlio avete l'ADHD. Uno studio recente ha evidenziato i vantaggi di un nuovo test per diagnosticare l'ADHD negli adulti, ma molti medici ritengono che una diagnosi di ADHD non possa essere fatta sulla base di un test.

Per fare una diagnosi, il medico valuterà qualsiasi sintomo che tu o tuo figlio avete avuto negli ultimi sei mesi.

Il medico probabilmente raccoglierà informazioni da insegnanti o familiari e potrebbe utilizzare liste di controllo e scale di valutazione per esaminare i sintomi. Faranno anche un esame fisico per verificare altri problemi di salute. Scopri di più sulle scale di valutazione dell'ADHD e su cosa possono e non possono fare.

Se sospetti che tu o tuo figlio soffriate di ADHD, parlate con il vostro medico per ottenere una valutazione. Per tuo figlio, puoi anche parlare con il loro consulente scolastico. Le scuole valutano regolarmente i bambini per problemi che potrebbero influire sul loro rendimento scolastico.

Per la valutazione, fornisci al tuo medico o consulente note e osservazioni su di te o sul comportamento di tuo figlio.

Se sospettano l'ADHD, possono indirizzare te o tuo figlio a uno specialista in ADHD. A seconda della diagnosi, possono anche suggerire di fissare un appuntamento con uno psichiatra o un neurologo.

Il trattamento per l'ADHD include tipicamente terapie comportamentali, farmaci o entrambi.

I tipi di terapia includono la psicoterapia o la terapia della parola. Con la terapia della parola, tu o tuo figlio discuterete di come l'ADHD influisce sulla vostra vita e sui modi per aiutarvi a gestirla.

Un altro tipo di terapia è la terapia comportamentale. Questa terapia può aiutare te o tuo figlio a imparare a monitorare e gestire il tuo comportamento.

I farmaci possono anche essere molto utili quando si vive con l'ADHD. I farmaci per l'ADHD sono progettati per influenzare le sostanze chimiche del cervello in un modo che ti consente di controllare meglio i tuoi impulsi e le tue azioni.

Scopri di più sulle opzioni di trattamento e sugli interventi comportamentali che possono aiutare ad alleviare i sintomi dell'ADHD.

I due principali tipi di farmaci usati per trattare l'ADHD sono stimolanti e non stimolanti.

Gli stimolanti del sistema nervoso centrale (SNC) sono i farmaci per l'ADHD più comunemente prescritti. Questi farmaci agiscono aumentando la quantità di sostanze chimiche cerebrali, dopamina e norepinefrina.

Esempi di questi farmaci includono metilfenidato (Ritalin) e stimolanti a base di anfetamine (Adderall).

Se gli stimolanti non funzionano bene per te o tuo figlio, o se causano effetti collaterali fastidiosi, il medico può suggerire un farmaco non stimolante. Alcuni farmaci non stimolanti agiscono aumentando i livelli di norepinefrina nel cervello.

Questi farmaci includono atomoxetina (Strattera) e alcuni antidepressivi come il bupropione (Wellbutrin).

I farmaci per l'ADHD possono avere molti vantaggi, oltre a effetti collaterali. Ulteriori informazioni sulle opzioni terapeutiche per gli adulti con ADHD.

Sebbene l'ADHD sia un disturbo dello sviluppo neurologico, non è considerato un disturbo dell'apprendimento. Tuttavia, i sintomi dell'ADHD possono rendere più difficile l'apprendimento. Inoltre, è possibile che l'ADHD si verifichi in alcuni individui che hanno anche difficoltà di apprendimento.

Per aiutare ad alleviare qualsiasi impatto sull'apprendimento per i bambini, gli insegnanti possono tracciare linee guida individuali per uno studente con ADHD. Ciò può includere la concessione di più tempo per incarichi e test o lo sviluppo di un sistema di ricompensa personale.

Sebbene non sia tecnicamente una disabilità, l'ADHD può avere effetti per tutta la vita. Scopri di più sui potenziali impatti dell'ADHD su adulti e bambini e sulle risorse che possono aiutare.

Se tu o tuo figlio avete l'ADHD, è più probabile che soffriate anche di depressione. In effetti, il tasso di depressione maggiore nei bambini con ADHD è più di cinque volte superiore a quello dei bambini senza ADHD. È stato riscontrato che fino al 31% degli adulti con ADHD soffre anche di depressione.

Questo può sembrare un doppio smacco ingiusto, ma sappi che i trattamenti sono disponibili per entrambe le condizioni. I trattamenti spesso si sovrappongono. La terapia della parola può aiutare a trattare entrambe le condizioni. Inoltre, alcuni antidepressivi, come il bupropione, a volte possono aiutare ad alleviare i sintomi dell'ADHD.

Ovviamente, avere l'ADHD non garantisce che soffrirai di depressione, ma è importante sapere che è una possibilità. Scopri di più sul legame tra ADHD e depressione.

Per bambini e adulti, l'ADHD non trattato può avere un grave impatto sulla tua vita. Può influenzare la scuola, il lavoro e le relazioni. Il trattamento è importante per ridurre gli effetti della condizione.

Ma è comunque importante tenere presente che molte persone con ADHD godono di vite soddisfacenti e di successo. Alcuni addirittura pubblicizzano i benefici della condizione.

Se pensi che tu o tuo figlio possiate avere l'ADHD, il primo passo dovrebbe essere parlare con il vostro medico. Possono aiutare a determinare se l'ADHD è un fattore per te o per tuo figlio. Il tuo medico può aiutarti a creare un piano di trattamento per aiutarti a gestire i tuoi sintomi e vivere bene con l'ADHD.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui