Un video di raffreddamento post-corsa di 12 minuti

61

Ogni mese, un nuovo allenatore ci porta attraverso quattro dei migliori allenamenti che hanno nella tasca posteriore dei pantaloni. Segui settimanalmente per nuovi modi di sudare con noi. Vedi tutto

Uno dei miei modi preferiti per rinfrescarmi dopo una corsa è con una passeggiata post-allenamento. Abbassa la mia frequenza cardiaca e segnala al mio corpo che va bene uscire dalla modalità lotta o fuga.

Ma c’è molto di più nel corpo durante una corsa oltre a far battere forte il cuore. Quando corriamo, i nostri muscoli delle gambe sono in flessione (piegati) per un lungo periodo di tempo. Quindi, in un defaticamento post-corsa, potresti voler contrastare quel movimento con allungamenti che estendono i muscoli.

Sebbene la ricerca non sia chiara sul fatto che un allungamento post-corsa migliori il recupero, è innegabile che sia fantastico, il che è un vantaggio che non dovresti assolutamente sottovalutare.

“[Cooling down with some stretching] dà alla persona alcuni minuti per cambiare marcia tra ciò che stava facendo e ciò che sta facendo dopo, per riflettere sul lavoro che ha svolto e creare sicurezza e fiducia intorno alla sua routine di esercizi “, Kaitlyn Baird, CEP, livello 1 di triathlon negli Stati Uniti allenatore e fisiologo dell’esercizio presso lo Sports Performance Center della New York University Langone Health, ha detto in precedenza a Well + Good. “Se chiedi ai praticanti sul campo, il tempo di recupero è sicuramente una parte importante di qualsiasi sessione di allenamento.”

Sai anche di cosa ha bisogno il tuo corpo. Ad esempio, l’allenatore di Barry e l’allenatore di corsa Nike Sashah Handal afferma che a volte sente la parte bassa della schiena comprimersi mentre i suoi muscoli si affaticano durante una lunga corsa. Quindi, nel suo defaticamento, include allungamenti che portano spazio alla sua colonna vertebrale e ai suoi fianchi.

Storie correlate

Questo è solo uno dei modi in cui ti allungherai in questo video di recupero di 12 minuti dopo la corsa, guidato da Handal, che è l’Allenatore del mese di Well+Good.

“Questo tempo di recupero è più orientato al flusso e al respiro, simile a una sequenza di yoga”, spiega Handal. “Concentrati sullo scavare davvero in profondità nel movimento e cercare di sistemarti nel tratto.”

Inizierai con una serie di piegamenti in avanti che rilasciano i muscoli posteriori della coscia e aprono la colonna vertebrale e le spalle. Gli abbracci e le torsioni del ginocchio vengono dopo. E poi ti sposterai in un po ‘di flusso yoga con cani verso il basso e verso l’alto, oltre ad aprire l’anca come i piccioni. Durante tutto questo, ricordati di respirare e, se un allungamento ti sembra particolarmente gustoso, restaci tutto il tempo che desideri.

“Consenti a te stesso di rilasciare completamente, arrenditi completamente”, dice Handal. “Questo è tutto ciò che possiamo davvero chiedere a un tempo di recupero.”