2 miliardi di telefoni non possono utilizzare la tecnologia di tracciamento dei contatti di Google e Apple

59

Ingrandisci / I telefoni cellulari non utilizzati giacciono sul pavimento.

Getty Images

Secondo le stime dei ricercatori del settore, fino a un miliardo di possessori di telefoni cellulari in tutto il mondo non sarà in grado di utilizzare il sistema basato su smartphone proposto da Apple e Google per verificare se sono entrati in contatto con persone infette dal coronavirus.

La cifra include molte persone più povere e anziane, che sono anche tra le più vulnerabili al COVID-19, a dimostrazione di un “divario digitale” all’interno di un sistema che le due aziende tecnologiche hanno progettato per raggiungere il maggior numero possibile di persone proteggendo anche le persone privacy.

Gli iPhone e i dispositivi Apple che eseguono il sistema operativo Android di Google rappresentano ora la stragrande maggioranza dei 3,5 miliardi di smartphone che si stima siano attualmente in uso attivo a livello globale. Ciò fornisce un’enorme rete potenziale per monitorare l’infezione, con sondaggi che suggeriscono un ampio sostegno pubblico all’idea.

I due rivali stanno collaborando per sviluppare un sistema di tracciamento dei contatti da rilasciare il prossimo mese.

Ingrandisci / Come potrebbe funzionare il tracciamento dei contatti.

Ian Bott, Financial Times

Tuttavia, il loro schema si basa su chip e software wireless specifici che mancano da centinaia di milioni di smartphone che sono ancora in uso, in particolare quelli rilasciati più di cinque anni fa.

“La limitazione della tecnologia di fondo sta nel fatto che ci sono ancora alcuni telefoni in uso che non disporranno del Bluetooth necessario o del sistema operativo più recente”, ha affermato Ben Wood, analista di CCS Insight. “Se sei in un gruppo svantaggiato e hai un vecchio dispositivo o a [basic] feature phone, perderai i vantaggi che questa app potrebbe potenzialmente offrire.

Annuncio

Alle agenzie di salute pubblica viene chiesto di incorporare la tecnologia delle aziende della Silicon Valley nelle proprie app, che avviseranno le persone se sono entrate in contatto con un individuo infetto e le esorteranno ad autoisolarsi. Più persone scelgono di utilizzare l’app, maggiore sarà il successo del sistema.

Secondo gli analisti di Counterpoint Research, il particolare tipo di chip Bluetooth “a bassa energia” utilizzati per rilevare la vicinanza tra i dispositivi senza scaricare la batteria del telefono è assente in un quarto degli smartphone in uso attivo a livello globale. Altri 1,5 miliardi di persone usano ancora telefoni di base o “funzionali” che non eseguono affatto iOS o Android.

«In tutto, quasi 2 miliardi [mobile users] non trarrà vantaggio da questa iniziativa a livello globale”, ha affermato Neil Shah, analista di Counterpoint. “E la maggior parte di questi utenti con dispositivi incompatibili provengono dal segmento a basso reddito o dal segmento senior che in realtà è più vulnerabile al virus”.

La penetrazione degli smartphone e l’adozione di dispositivi particolari varia ampiamente in tutto il mondo. Nel Regno Unito, il regolatore dei media Ofcom ha affermato l’anno scorso che circa l’80% degli adulti possiede uno smartphone. Tuttavia, il signor Wood stima che solo circa i due terzi degli adulti avrebbero un telefono compatibile.

“E questo è il Regno Unito, che è un mercato degli smartphone estremamente avanzato”, ha affermato. “In India, potresti avere il 60-70 percento della popolazione che viene immediatamente escluso”.

Counterpoint Research è più ottimista, stimando che l’88% di compatibilità nei mercati sviluppati come Stati Uniti, Regno Unito e Giappone, mentre circa la metà delle persone in India possiederebbe il telefono necessario.

“Apple e Google collaborano per consentire l’uso della tecnologia Bluetooth per aiutare le agenzie governative a identificare e arrestare la diffusione del virus è un passo nella giusta direzione”, ha affermato Shah.

© 2020 The Financial Times Ltd. Tutti i diritti riservati. Non essere ridistribuito, copiato o modificato in alcun modo.