Amazon Web Services aggiunge macOS su bare metal a EC2

38

Aurich Lawson

David Brown, vicepresidente di EC2 di Amazon, segue una scenetta con il CEO di Filmic Kevin Buonagurio che traccia l'evoluzione dell'azienda dall'esecuzione di Mac mini su scaffali in filo metallico in un armadio alle istanze macOS in Amazon EC2.

Amazon Web Services e Apple hanno collaborato per portare le moderne funzionalità di provisioning del cloud sulla piattaforma macOS con il lancio di martedì mattina del nuovo tipo di istanza ECS mac1.metal. In una sorta di deviazione dalla solita tariffa cloud di Amazon, i nuovi tipi di istanza non sono affatto macchine virtuali: sono sistemi Mac mini, imbullonati in coppia a slitte montate su rack 1U.

No, questi non sono sistemi Apple Silicon: i mini in questione sono il modello basato su Intel, ciascuno con una CPU Core i7-8700B 6c / 12t, 32GiB RAM e interfaccia di rete 10Gbps. Le istanze mac1.metal non offrono storage locale, ma si affidano a Elastic Block Storage (EBS) a cui si accede a 8 Gbps tramite Thunderbolt 3 ad alta velocità. Il provisioning del cliente, la fatturazione e la gestione fuori banda vengono gestiti tramite il sistema Nitro offboard di Amazon , nelle periferiche montate sulle slitte e collegate tramite le interfacce esterne dei mini.

Sebbene non sia in gioco la virtualizzazione, le istanze mac1.metal possono essere ruotate su e giù quasi altrettanto rapidamente, grazie alla gestione dell'hardware AWS Nitro, che è invisibile dal punto di vista del cliente. Per qualcuno che fa girare un'istanza mac1.metal, l'istanza è a tutti gli effetti un Intel Mac mini perfettamente vanigliato e nuovo di zecca.

Annuncio pubblicitario

Come altri tipi di istanze Amazon, vengono forniti automaticamente con una coppia di chiavi SSH e la maggior parte dei clienti utilizzerà i mini come farebbero con una VM Linux. Ma l'immagine predefinita include anche tutti i normali componenti macOS più orientati al desktop: se gli sviluppatori ne hanno bisogno o lo desiderano, possono abilitare VNC e controllare a distanza la loro istanza mac1.metal proprio come farebbero con qualsiasi altro Mac desktop. I clienti possono anche creare e distribuire le proprie immagini macOS personalizzate utilizzando l'AMI.

A cosa servono?

L'applicazione più ovvia per i nuovi tipi di istanza è rappresentata da farm di build moderne e adeguate di Continuous Integration / Continuous Deployment (CI / CD) su larga scala. CI / CD su MacOS non è una novità, ovviamente, ma essere in grado di distribuire build farm CI / CD su EC2 significa essere in grado di sbarazzarsi degli armadi on-premise pieni di hardware nelle piccole imprese. Per le aziende più grandi, significa essere in grado di distribuire fattorie più ampie con più istanze, poiché possono essere attivate e ridotte su richiesta, se necessario.

Intuit, i produttori di software di contabilità tra cui TurboTax, QuickBooks e Mint, ha già migrato l'80% delle sue build di produzione da hardware on-premise o tradizionale in leasing a istanze mac.metal su EC2. Il vicepresidente dello sviluppo del prodotto Pratik Wadher afferma che l'azienda ora sperimenta "prestazioni fino al 30% migliori rispetto alla nostra infrastruttura del data center" grazie all'espansione della capacità elastica e all'elevata disponibilità su più zone rese possibili in EC2.

Filmic, i creatori di app utilizzate per girare video professionali da iPhone, con cui potresti avere familiarità dai video di lancio di iPhone 12, ha anche migrato alcune delle sue pipeline CI / CD alle nuove istanze EC2 di macOS. Secondo Seth Faxon, Responsabile dello sviluppo iOS di Filmic, l'aumento della scala di build farm EC2 rende possibile "una maggiore velocità e più tempo per lavorare su cose divertenti".