Android 13 è quasi arrivato (ma probabilmente non per il tuo telefono)

211

Google ha testato la prossima versione di Android per la maggior parte dell’anno, nota come Android 13. Ora è arrivata la versione beta finale, portandoci un passo avanti verso l’aggiornamento completato.

Android 13 Beta 4 è ora disponibile per il download su dispositivi Google Pixel selezionati, che secondo Google è l’ultimo aggiornamento di prova prima del completamento ufficiale di Android 13. L’ultimo aggiornamento stabile è “mancano poche settimane” e, proprio come le altre beta, il nuovo aggiornamento Beta 4 è destinato principalmente agli sviluppatori che hanno bisogno di testare app e giochi su Android 13.

Proprio come la Beta 3 del mese scorso, questo aggiornamento non presenta modifiche degne di nota o nuove funzionalità. Google si è concentrato sulla correzione di bug e vulnerabilità della sicurezza prima del rilascio finale.

Android 13 si concentra sui miglioramenti della sicurezza e della privacy, simili ad Android 12 e 11. C’è una nuova autorizzazione di runtime per le notifiche, quindi è più facile rifiutare le notifiche da determinate app e l’accesso ai file locali è stato suddiviso in tre nuove autorizzazioni (che rappresentano immagini/foto, video e audio). Anche il lettore multimediale è stato aggiornato e i tablet hanno alcune ottimizzazioni in più in seguito ai miglioramenti di Android 12L.

Anche se Google rilascerà Android 13 tra poche settimane, c’è ancora la domanda su quando verrà effettivamente implementato su telefoni e tablet popolari. Google non controlla direttamente gli aggiornamenti per i dispositivi Android, esclusi i telefoni Pixel dell’azienda: spetta al produttore (Samsung, Motorola, ecc.) aggiornare i propri dispositivi con il codice più recente di Google.

Samsung è stata più veloce con importanti aggiornamenti, poiché l’aggiornamento di Android 12 dell’anno scorso ha impiegato solo pochi mesi per raggiungere la serie Galaxy S21. La maggior parte delle altre aziende non è così veloce, quindi se le versioni precedenti sono indicative, molti telefoni e tablet potrebbero dover aspettare fino alla fine di quest’anno o nel 2023.

Fonte: blog degli sviluppatori Android