Apple batte Google alle estensioni web sui dispositivi mobili

12

Mela

Le aziende tecnologiche hanno una reputazione. Google tende a spingere la busta, mentre Apple impiega tempo per perfezionare le cose, senza preoccuparsi di essere "prima". Ecco perché è così strano vedere Safari su iPhone ottenere estensioni prima di Chrome su Android.

A partire da iOS 15, Safari per iPhone e iPad può scaricare le estensioni tramite l'App Store. E queste estensioni non sono solo di Apple. Anche terze parti possono crearli. È la stessa funzionalità che è stata in Safari per desktop per anni.

RELAZIONATO: Novità di iOS 15, iPadOS 15 e macOS Monterey

Quale altro browser Web popolare ha avuto estensioni per anni? Google Chrome, ovviamente. In effetti, Chrome e Safari hanno aggiunto estensioni nel 2010. Le estensioni sono una parte importante di ciò che ha catapultato Chrome alla popolarità che ha oggi. Quindi cosa trattiene la versione Android?

Non è certamente impossibile che i browser Android abbiano estensioni. Dolphin Browser era uno dei browser di terze parti originali sulla piattaforma ed esiste ancora oggi con il supporto per "componenti aggiuntivi".

Componenti aggiuntivi in ​​Firefox per Android

Non sono solo i browser più piccoli e di nicchia a farlo. Mozilla Firefox per Android include anche un numero limitato di componenti aggiuntivi che funzionano su dispositivi mobili. Non hai accesso alla vasta libreria di componenti aggiuntivi dal desktop, ma ce ne sono ancora alcuni utili che migliorano l'esperienza.

RELAZIONATO: Come installare estensioni (componenti aggiuntivi) in Mozilla Firefox

Ma cosa succede se sei davvero legato alle estensioni di Chrome in particolare? Potresti pensare di essere bloccato in attesa che Google segua l'esempio di Apple e li porti su Chrome per Android. Sorprendentemente, non è così. Google non è stato battuto solo da iOS, ma anche dagli sviluppatori sulla propria piattaforma.

Kiwi Browser è un browser open source basato su Chromium. Questa è la stessa spina dorsale per browser come Microsoft Edge e, naturalmente, Google Chrome. Kiwi, tuttavia, ti consente di scaricare estensioni dal Chrome Web Store.

Estensione desktop Chrome installata in Kiwi

Esatto, l'intero Chrome Web Store è disponibile nel browser Kiwi. Puoi installare le estensioni proprio come faresti sul tuo PC. Stai utilizzando un sito Web desktop su un telefono, quindi il processo è un po' goffo, ma funziona assolutamente, con un problema.

Poiché Kiwi è basato su Chromium, perdi alcune delle funzionalità più tipiche di Google di Chrome. Vale a dire, non puoi utilizzare la funzionalità di sincronizzazione di Chrome estremamente utile che mantiene tutti i tuoi segnalibri e la cronologia sincronizzati tra i browser. Ma ottieni estensioni!

Kiwi è la prova che le estensioni di Chrome possono essere eseguite in un browser mobile. Non c'è motivo tecnico per cui Google non avrebbe potuto aggiungere questa funzione a Chrome su Android qualche tempo fa. Avrebbe anche potuto seguire l'esempio di Firefox e offrire una selezione più ridotta di estensioni.

Apple e Google si spingono costantemente a vicenda per adottare le funzionalità che le persone desiderano. Lo vediamo accadere tutto il tempo. Attualmente, Apple sta facendo una grande spinta alle funzionalità per la privacy, il che sta portando Google a prenderlo più seriamente. Le estensioni in Safari su iOS 15 indurranno finalmente Google a portarle su Chrome su Android? Possiamo solo sperare.

RELAZIONATO: Che cos'è un'estensione del browser?