Apple odia il divertimento, non dice più Windows 3.1 su iPad

0
5

Mela

Dì addio al DOS sull'iPad. Abbiamo dimostrato come installare Windows 3.1 su un iPad il 12 luglio 2021 e la copertura mediatica che ne è seguita sembra aver svegliato il gigante addormentato di Cupertino. Ora, Apple prevede di estrarre l'emulatore iDOS 2 dall'App Store entro due settimane.

Proprio ieri, l'autore di iDOS 2 Chaoji Li ha annunciato che Apple ha rifiutato un aggiornamento inviato al popolare emulatore MS-DOS per iPhone e iPad attualmente disponibile nell'App Store. In un messaggio inviato a Li, Apple ha dichiarato che "al momento della rivalutazione", l'app iDOS non è conforme alle Linee guida per la revisione dell'App Store perché può eseguire codice, che "consente il download di contenuti senza licenza".

Come sottolinea Li sul sito Web di iDOS 2, l'autore è sempre stato in prima linea sulle capacità dell'emulatore con Apple e, dopo l'approvazione dello scorso settembre, i fan del retrogaming MS-DOS hanno nutrito la speranza che forse Apple avesse allentato un divieto di lunga data sugli emulatori nell'App Store.

Mentre la decisione iniziale di Apple di consentire a iDOS 2 di caricare programmi MS-DOS arbitrari ha sorpreso alcuni in primo luogo, questo improvviso capovolgimento mette in luce la natura spesso arbitraria del processo di revisione delle app di Apple. Critiche simili hanno fatto parte del recente processo Epic Games vs. Apple.

Per ora, iDOS 2 è ancora disponibile per l'acquisto e, se Apple lo ritira, lo avrai ancora disponibile sul tuo iPhone o iPad ma non potrai ricevere aggiornamenti in futuro. Se Apple fa un ulteriore passo avanti e rimuove completamente iDOS dall'elenco, rimarrà sul tuo dispositivo ma non sarà disponibile per il riscaricamento in un secondo momento.

Finora, molti commentatori su siti come MacRumors, 9to5Mac e Hacker News hanno risposto a questa notizia con la stessa domanda: perché Apple non può semplicemente farci divertire? Come ha scherzato John Gruber di Daring Fireball, iDOS è stato "citato per aver violato la regola 11.38, che proibisce un eccessivo e innocuo divertimento nostalgico".

È vero; c'è molta gioia nell'esplorare il nostro passato nostalgico sui nostri amati iPhone e iPad. Ma c'è di più in gioco qui che divertirsi.

La libertà di imparare dal passato

L'innovazione non riguarda solo il futuro. Remixare la conoscenza del passato fa nascere nuove idee e nuove invenzioni. Tanti meravigliosi concetti software dell'era MS-DOS attendono la riscoperta da parte delle nuove generazioni. Possono quindi applicare queste idee a nuove app senza dover reinventare la ruota. È così che facciamo progressi come civiltà: costruiamo su ciò che è venuto prima. Perché non lasciare che il processo di scoperta avvenga su un iPhone o iPad?

La libertà di imparare dalla storia fa parte di una società libera. Se tutti i computer avessero linee guida restrittive simili sull'esecuzione del software, alcune grandi aziende avrebbero il controllo assoluto su ciò che possiamo e non possiamo eseguire sui nostri dispositivi.

Certo, Apple non è un despota e ci sono molte alternative. Sei libero di acquistare un vecchio PC ed eseguire Windows 3.1 o installare un emulatore su un dispositivo Android. Un tablet Windows 10 ti consentirà di eseguire emulatori MS-DOS, così come un Mac.

Ma il comportamento dei progetti di Apple limitando iDOS sulle sue piattaforme iPhone e iPad ha un enorme impatto sociale perché è l'azienda più preziosa al mondo. Altri modellano il successo dell'azienda e il messaggio conta. Apple realizza ottimi prodotti e le aziende copiano Apple perché ha idee eccellenti. Ma un mondo in cui tutte le aziende di smartphone e PC imitassero il blocco capriccioso delle app di Apple non sarebbe gratuito o equo.

Benj Edwards

Apple è una società quotata in borsa di proprietà di milioni di azionisti. È una grande nave, ma può essere guidata nella giusta direzione nel tempo se un numero sufficiente di noi fa il caso: vogliamo solo divertirci in modo innovativo con i nostri dispositivi Apple. C'è così tanta gioia nell'esplorare il passato. Non priviamoci dell'opportunità di esplorare liberamente la nostra storia culturale tecnologica. Le generazioni future e la nostra società saranno molto più povere per questo.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui