Apple ora vale 1,5 trilioni di dollari

38

Il grafico Nasdaq che rappresenta la performance azionaria di Apple negli ultimi cinque anni.

Oggi, Apple è diventata la prima azienda statunitense a raggiungere una capitalizzazione di mercato di 1,5 trilioni di dollari. Il titolo è salito anche se gli investitori hanno iniziato a ritirarsi in molte altre aree dell’economia.

I motivi addotti dagli investitori per l’ottimismo includono l’anticipazione del lancio di un iPhone 5G in autunno, i segnali di forti vendite sull’App Store e l’interesse per il potenziale dei Mac basati su ARM, sulla base di un rapporto di Bloomberg di ieri secondo cui Apple potrebbe annunciare un ARM transizione alla conferenza annuale degli sviluppatori alla fine di questo mese.

Ieri e oggi, il movimento di Apple è andato contro la maggior parte del resto del mercato, dove le azioni degli investitori hanno riflesso la paura di una recrudescenza globale del coronavirus e l’anticipazione di cattive notizie dalla Federal Reserve statunitense in un rapporto che uscirà oggi.

Per capitalizzazione di mercato si intende essenzialmente il numero totale di azioni di una società negoziata moltiplicato per il valore di negoziazione corrente di un’azione di quella società, il che la rende la migliore misura pubblicamente disponibile del valore effettivo della società.

Annuncio

La valutazione di Apple nel mercato azionario ha visto un drammatico rialzo nonostante due grandi eventi di panico tra gli investitori negli ultimi due anni: uno a cavallo tra il 2018 e il 2019, quando i rapporti affermavano che le vendite di iPhone erano in calo, e un altro quando la pandemia ha messo radici per la prima volta in Cina, dove si trovano gran parte delle operazioni e dei partner critici di Apple, all’inizio di quest’anno.

Va notato che Apple ha intrapreso una campagna aggressiva per riacquistare alcune delle proprie azioni per ridurre le sue riserve di liquidità, che molti investitori hanno ritenuto eccessive, ma una misura della capitalizzazione di mercato spiega questo.

Dopo che gli investitori si sono preoccupati nel 2018 e nel 2019 dell’eccessiva dipendenza di Apple dall’iPhone, la società ha cercato di lanciare più servizi e produrre contenuti che potessero almeno in parte compensare il rallentamento degli smartphone, che colpisce anche i suoi concorrenti. In generale, gli investitori sono stati contenti dei progressi che hanno visto.

Insieme a quei servizi e contenuti spingono, anticipazione di Mac basati su ARM che potrebbero offrire vantaggi competitivi in ​​un campo ai consumatori, ottimismo sulle prospettive di un iPhone 5G e interesse per il potenziale a lungo termine delle esplorazioni di Apple sulla salute e sulla realtà aumentata la tecnologia sembra aver fornito agli investitori abbastanza per essere ottimisti.

Detto questo, il mercato azionario di oggi non è altro che volatile. Il tempo dirà se la crescita continuerà o se gli azionisti torneranno ad essere ombrosi.