Apple sta cambiando parti del suo processo di revisione delle app dopo la controversia Hey

71

Ingrandisci / App Store di Apple.

Apple ha visitato il suo sito Web per sviluppatori per annunciare oggi una serie di nuove iniziative, servizi e strumenti per gli sviluppatori. La maggior parte di ciò che l’azienda ha elencato sono evoluzioni delle offerte standard che promuove alla conferenza degli sviluppatori in corso, ma un elemento pubblicitario sembra essere una risposta diretta alla recente controversia sulle linee guida dell’App Store sollevata da Dropbox, di cui abbiamo parlato a lungo la scorsa settimana .

Andando avanti, la società di Cupertino afferma che non sospenderà più le correzioni di bug sulle violazioni delle linee guida, tranne quando sono in gioco problemi legali. Apple afferma anche che offrirà nuovi canali agli sviluppatori per sfidare i suoi giudizi.

Apple è stata presa di mira dopo aver rifiutato un aggiornamento per la correzione di bug all’app di posta elettronica Hey, realizzata da Basecamp. Apple ha detto agli sviluppatori dell’app che l’app avrebbe dovuto incorporare il sistema Apple per gli acquisti in-app o rischiare di essere rimossa. Apple ha anche affermato che avrebbe dovuto rifiutare l’app per cominciare, ma che ha notato il problema solo durante la revisione dell’invio della correzione dei bug.

Il CTO di Basecamp si è rivolto a Twitter con un thread appassionato accusando Apple di comportamento criminale per aver insistito sul taglio dei ricavi dell’app. Il thread del tweet ha suscitato molte discussioni, non solo sull’acquisizione da parte di Apple dei ricavi delle app, ma anche sull’incapacità dell’azienda di essere trasparente e coerente sulle linee guida dell’App Store.

Ecco le parole di Apple sul sito Web degli sviluppatori oggi:

Annuncio

Inoltre, sono in arrivo due modifiche al processo di revisione dell’app e verranno implementate questa estate. In primo luogo, gli sviluppatori non solo saranno in grado di impugnare le decisioni sul fatto che un’app violi una determinata linea guida delle Linee guida per la revisione dell’App Store, ma disporranno anche di un meccanismo per contestare la linea guida stessa. In secondo luogo, per le app già presenti sull’App Store, le correzioni di bug non verranno più ritardate per le violazioni delle linee guida, ad eccezione di quelle relative a problemi legali. Gli sviluppatori potranno invece affrontare il problema nel prossimo invio.

Gli sviluppatori saranno sicuramente felici di conoscere il cambiamento relativo agli aggiornamenti composti da correzioni di bug. Il resto della dichiarazione di Apple sembra suggerire che la società stia aprendo nuove vie di discussione con gli sviluppatori sulle linee guida per la revisione dell’App Store e sui giudizi specifici che Apple formula su di esse.

Come sarà, però, non è chiaro. Altrettanto poco chiaro è se porterà a cambiamenti effettivi nella politica o nell’applicazione. Maggiori dettagli arriveranno probabilmente quando le modifiche verranno introdotte più avanti in estate, ma per ora Apple sta solo dicendo agli sviluppatori che sta ascoltando.

La scorsa settimana, l’SVP di Apple Phil Schiller ha rilasciato un’intervista a TechCrunch in cui ha difeso le linee guida di Apple e ha affermato che non ci sarebbero state modifiche alle politiche effettive in risposta alle lamentele sulla situazione di Hey. Tuttavia, Apple ha comunque approvato l’app Hey dopo tutto, dopo che Basecamp ha presentato una versione dell’app che seguiva le linee guida di Apple in modo minimo. È probabile che la controversia continui.

Le altre nuove iniziative, servizi e strumenti menzionati oggi da Apple nel suo articolo includono una spiegazione di clip e widget, l’accesso ad API e framework nuovi o ampliati come ARKit, un nuovo strumento StoreKit per aiutare gli sviluppatori a pianificare la monetizzazione, dettagli su Xcode riprogettazione, nuove funzionalità in SwiftUI, funzionalità ampliate per Catalyst e informazioni sui nuovi requisiti di privacy.