Ars prova il nuovo browser Opera R2020

84

Ingrandisci / L’opzione “stacca video” fornita da Opera per YouTube e video simili è davvero carina: oltre a staccare il video dal browser, elimina gli inutili elementi di controllo/informazione che tendono a rovinare non così accidentalmente il tuo video quando lo metti in pausa.

Jim Salter

Quando viene fuori l’argomento dei browser Web, la maggior parte delle persone pensa solo a Mozilla Firefox, Google Chrome e qualunque cosa Microsoft stia facendo questa settimana. (Sto solo scherzando, Microsoft: il nuovo Edge non è ironicamente fantastico!) Ma oggi daremo un’occhiata alla perenne damigella d’onore Opera, che ha rilasciato una nuova versione con nome in codice R2020 questo martedì.

Supporto del sistema operativo

Opera R2020 è disponibile su Windows, MacOS e Linux, mentre Opera Touch, per dispositivi mobili, è disponibile su Android e iOS. Abbiamo testato Opera sia su Linux che su Windows e abbiamo anche testato Opera Touch su Android. Le porte MacOS e iOS non sono state testate.

Linux

Ingrandisci / Prendi nota, tutti: questo è il modo corretto per impacchettare e distribuire software di terze parti dal tuo repository a distribuzioni derivate da Debian.

Jim Salter

io@banshee:~$ cat /etc/apt/sources.list.d/opera-stable.list# Questo file assicura che Opera Browser sia aggiornato # come parte dei regolari aggiornamenti del sistema deb https://deb.opera.com/opera-stable/ stable non-free #Opera Browser (versioni finali)

Siamo stati assolutamente lieti di vedere un’offerta in stile Google Chrome di un file .deb quando abbiamo visitato la pagina di download di Opera da una workstation Ubuntu 19.10. A parte il pacchetto nativo iniziale, l’installazione di Opera dal file .deb fornito offriva anche la possibilità di aggiungere automaticamente il repository di Opera all’elenco dei repository di sistema di Ubuntu, rendendo automatici ulteriori aggiornamenti di sicurezza e funzionalità. (Gli RPM nativi sono offerti in modo simile agli utenti Fedora e OpenSUSE.)

  • Nessuno dei siti di streaming video a pagamento funzionava in Opera con Ubuntu. Complimenti ad Amazon Prime per essere uno dei pochissimi a preoccuparsi di intrappolare errori e fornire messaggi utili!

    Jim Salter

  • Anche Netflix è stato intrappolato per errori DRM, ma il suo messaggio è stato notevolmente meno utile di quello di Amazon Prime. Ci sei andato così vicino, Netflix…

    Jim Salter

  • Disney+ non ha funzionato correttamente e non ha intrappolato errori, lasciandoci con una schermata iniziale senza fine.

    Jim Salter

  • Hulu non ha funzionato correttamente e non ha intrappolato errori, lasciandoci con una schermata iniziale senza fine.

    Jim Salter

  • CBS All Access non ha funzionato correttamente e non ha rilevato errori, lasciandoci con una schermata iniziale senza fine.

    Jim Salter

Per la maggior parte, tutto era perfetto, tranne, sfortunatamente, per i siti commerciali di video in streaming. Sebbene la riproduzione su YouTube fosse perfetta (in effetti, Opera offre alcune nuove funzionalità davvero interessanti lì e in altri siti con video incorporato), il supporto Widevine DRM non funzionava e quindi nessuno dei servizi a pagamento che abbiamo testato era funzionante.

Annuncio

Abbiamo trovato (e provato) alcuni suggerimenti relativi al patching delle scimmie con copie della libreria Widevine da una copia installata di Google Chrome, ma nessuno di questi ha funzionato.

Tutto il resto che abbiamo testato in Opera ha funzionato davvero molto bene con Ubuntu 19.10—in effetti, la maggior parte dei nostri test è stata fatta su quella piattaforma—ma la totale mancanza di un supporto DRM funzionante renderà Opera un gioco da non fare per molti utenti Linux a meno che e fino a quando è corretto.

finestre

  • Sotto Opera su Windows, anche CBS All Access, il più perspicace dei servizi di streaming, ha funzionato bene.

    Jim Salter

  • Netflix funziona bene su Opera sotto Windows.

    Jim Salter

  • Amazon Prime Video funziona bene su Opera sotto Windows.

  • Hulu funziona bene su Opera sotto Windows.

  • Disney+ funziona bene su Opera sotto Windows.

Non c’è molto da dire sul supporto di Windows o, non ci sarebbe stato, se Opera non avesse avuto problemi di riproduzione video sotto Linux. Fortunatamente, sotto Windows il plug-in DRM ha funzionato bene e senza problemi, e tutti i siti di streaming che abbiamo testato hanno funzionato.

Oltre a ciò… è un’app di Windows di terze parti. Lo scarichi dal fornitore, lo installi e si aggiorna da solo indipendentemente da qualsiasi altra cosa sul tuo sistema. Questa è quasi certamente la piattaforma del sistema operativo di punta per il browser e, per quanto ne sappiamo, non ci sono intoppi o difetti al di sotto di essa.