Bitcoin potrebbe finalmente crollare, e questa è una buona cosa

74

David Sandron/Shutterstock.com

Bitcoin è stata la prima criptovaluta mainstream, ma il suo prezzo elevato ha assicurato che rimanesse popolare, anche se la tecnologia alla base è diventata più obsoleta e inefficiente. Ora, Bitcoin potrebbe finalmente entrare in una spirale mortale.

Un Bitcoin vale ancora circa $ 17.000, a partire da quando questo articolo è stato pubblicato, ma si tratta di un calo significativo rispetto a dove la valuta era valutata un anno fa. La valuta era al massimo storico di circa $ 68.000 nel novembre 2021, quindi se ne avessi acquistati alcuni allora, avresti perso oltre il 70% dei tuoi soldi. Il valore di Bitcoin si basa interamente sul suo algoritmo di scarsità artificiale (l’estrazione di Bitcoin è progettata per essere più difficile con il passare del tempo) e sulla percezione del suo valore da parte di altre persone: quest’ultima è stata sicuramente danneggiata nell’ultimo anno.

Grafico dei prezzi dei bitcoin da novembre 2021-2022 Coinbase

Da quel massimo storico di novembre, il Regno Unito ha ordinato la chiusura di tutti i bancomat Bitcoin, l’exchange di criptovalute Bexplus è stato chiuso con sole 24 ore di preavviso, la casa automobilistica Tesla ha venduto la maggior parte dei suoi Bitcoin (a un certo punto potresti comprare Tesla automobili con la valuta), e la Cina ha condotto ripetute repressioni delle operazioni di estrazione di criptovalute nel suo paese. Questo sta ignorando i vari hack, “rub pull” e altri incidenti che hanno danneggiato la fiducia nel più ampio mondo delle criptovalute, incluso Bitcoin.

Bitcoin ha fatto un altro tuffo la scorsa settimana, insieme ad altre criptovalute, in parte a causa del crollo di FTX, una piattaforma per lo scambio di criptovalute. FTX aveva una partnership con GameStop e una pubblicità durante l’ultimo Super Bowl, ma un rapporto del 2 novembre indicava che gran parte del valore dell’azienda era racchiuso in una società commerciale (Alameda Research) di proprietà del CEO di FTX, Sam Bankman-Fried. Ciò ha portato Binance, un’altra società commerciale, a decidere di vendere la propria quota del token crittografico di FTX, che si è rapidamente trasformato in Binance che tentava di acquisire l’intera FTX per mantenere stabile il proprio investimento. Il giorno successivo, l’accordo è saltato, la piattaforma di trading BlockFi ha sospeso i prelievi dei clienti a causa dei suoi collegamenti con le società, le Bahamas hanno congelato tutte le risorse di FTX e ora FTX ha dichiarato bancarotta. La situazione è così grave che sta riaccendendo gli appelli per regolamentare l’industria delle criptovalute come le banche.

Proprio come il crollo delle criptovalute Luna e terraUSD all’inizio di quest’anno, la catena di problemi di liquidità ha causato effetti a catena sull’intero ecosistema di trading, poiché una società si è resa conto che l’altra non aveva tutti i soldi che sosteneva. Non sorprende che ciò abbia un impatto sul valore di molte criptovalute (anche Ethereum è sceso del 73% nell’ultimo anno), ma sta colpendo Bitcoin in modo particolarmente duro.

È improbabile che Bitcoin crolli completamente a breve, dal momento che ci sono ancora molte persone che vedono valore nella valuta, ma è difficile vedere la valuta risalire ai massimi precedenti. Probabilmente è una buona cosa, però: Bitcoin è una delle peggiori criptovalute in termini di efficienza energetica e gli impianti di estrazione di Bitcoin utilizzano spesso carbone e altre forme di energia non rinnovabile. Con il cambiamento climatico in aumento e altre monete che passano a un modello di prova di puntata migliore (ma ancora lungi dall’essere perfetto), Bitcoin dovrebbe essere lasciato nel passato.