Cos'è il Google Play Store?

0
29

BigTunaOnline / Shutterstock

Google è principalmente noto per la ricerca, ma ha molto di più da offrire. È ovvio quando visiti il ​​Google Play Store, un mercato digitale pieno di contenuti. Diamo un'occhiata a cos'è e come è iniziato.

Android Market: dove è iniziato il Play Store

Il Google Play Store è nato come "Android Market" nel 2008. È stato lanciato insieme ai primi dispositivi Android e il suo scopo era distribuire app e giochi. Questo è tutto.

All'inizio Android Market era estremamente semplice. Fino al 2009 non supportava app e giochi a pagamento. Tuttavia, con la crescita della piattaforma Android, anche l'Android Market è cresciuto. Entro il 2012, presentava oltre 450.000 app e giochi Android.

A questo punto, l'ecosistema di Google si era notevolmente ampliato rispetto agli umili inizi dell'Android Market. In effetti, l'Android Market era solo uno dei mercati online dell'azienda.

Tre negozi in uno

La creazione del Google Play Store nel 2012 è stata il culmine di tre mercati online separati che Google gestiva all'epoca. Ha combinato Android Market, Google Music Store e Google eBookstore.

Il Google eBookstore è stato lanciato nel 2010 con oltre tre milioni di eBook. Nonostante la grande biblioteca, era per lo più piena di titoli e scansioni di pubblico dominio. Google Music è stato lanciato nel 2011 in versione beta e, sebbene i fan adorassero la funzione di caricamento locale, la sua libreria di musica da acquistare non era grande.

A differenza delle app e dei giochi Android, gli store di Google Music e eBook non sono esclusivi dei telefoni e dei tablet Android. Google stava adottando lo stesso approccio di Apple, che mantiene App Store, Apple Books e iTunes come entità separate. Tuttavia, i negozi di Google non erano così popolari, nonostante avessero una disponibilità più ampia.

Per riflettere più accuratamente l'ambito di ciò che Google aveva da offrire, tutti e tre i negozi sono stati combinati sotto il marchio "Google Play". L'eBookstore è diventato "Google Play Books" e Google Music è diventato "Google Play Music", tutti contenuti nel Play Store.

Il Google Store si dirama

La scheda "Dispositivi" ora va al Google Store

Il Play Store è un mercato digitale. Tuttavia, vendeva anche dispositivi fisici. Per un breve periodo, Google ha venduto dispositivi Nexus, Chromecast e Chromebook tramite una scheda "Dispositivi" nel Play Store.

A quel tempo, questo era l'unico posto in cui Google doveva vendere merci. Man mano che gli sforzi per l'hardware dell'azienda crescevano, era giunto il momento per un nuovo negozio. Il Google Store è stato creato nel 2015 per l'hardware dell'azienda e la scheda "Dispositivi" sul Play Store ora indirizza a quello invece.

RELAZIONATO: Cos'è il Google Store?

Google Play oggi

Al giorno d'oggi, il Google Play Store ospita app e giochi Android, film e programmi TV, eBook e audiolibri. Google Play Music è stato deprezzato a favore di YouTube Music.

RELAZIONATO: Come passare da Google Play Music a YouTube Music

Il Play Store viene installato su telefoni e tablet Android come posizione centrale per il download e l'acquisto di contenuti. Può anche essere trovato su Android TV e Google TV streaming stick, set-top box e televisori intelligenti. Se un dispositivo esegue Android, quasi certamente includerà il Play Store.

Nel frattempo, le altre aree di contenuto del Play Store, come Google Play Libri e Google TV / Play Movies & TV, sono disponibili su altre piattaforme, come iPhone e iPad. È possibile accedere al Google Play Store ovunque anche tramite un browser web.

Se sei interessato a un bene digitale di Google, il Play Store è dove vorrai andare.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui