Cos'è un ufficio programmi open source?

0
5

Migliora la tua tecnologia e strategia per i dati aziendali a Transform 2021.

L'open source è una componente fondamentale di quasi tutti gli stack software moderni, dai database alla sicurezza del cloud, e un recente rapporto di Synopsys ha concluso che il 98% delle basi di codice contiene almeno un po 'di codice open source.

Ma il software open source (OSS) può presentare sfide, come problemi di licenza e conformità e la necessità di garantire il consenso della comunità per un nuovo progetto e promuovere buone relazioni con il più ampio mondo open source. Al centro di molti di questi problemi c'è il fatto che OSS, per sua stessa natura (e definizione), necessita di un approccio aperto e collaborativo che può essere contrario ai tradizionali processi aziendali “chiusi”.

Per portare formalità e ordine al mix, gli uffici dei programmi open source (OSPO) sono diventati parte integrante di attività che vanno dai titani della tecnologia come Google alle startup supportate da capitale di rischio.

Allineamento

Sebbene le responsabilità precise dell'OSPO possano variare, avere un ufficio dedicato fornisce la struttura e formalizza l'esistenza di software, strumenti e progetti open source all'interno di un'azienda. Può persino aiutare l'azienda ad allineare gli obiettivi del progetto OSS con gli obiettivi aziendali chiave e giustificare le decisioni internamente, come la necessità di sovvenzionare un responsabile del progetto a tempo pieno o dedicare risorse a progetti open source di cui l'azienda beneficia attivamente.

Oskari Saarenmaa è cofondatore e CEO di Aiven, una società che gestisce l'infrastruttura dati open source delle aziende, con supporto commerciale per MySQL, Elasticsearch, Apache Kafka, M3, Redis, InfluxDB, Apache Cassandra, PostgreSQL e Grafana. Sulla scia del suo recente round di finanziamento da $ 100 milioni, la società si sta ora preparando a lanciare il suo primo OSPO.

"L'open source è al centro di ciò che offre Aiven ed è nel nostro interesse collettivo sviluppare tecnologie open source e garantire che l'open source rimanga veramente aperto", ha detto Saarenmaa a VentureBeat. "Man mano che l'azienda cresce, rimanere in contatto con le comunità open source è sempre più importante e vogliamo assicurarci che ci sia un team e una funzione in azienda che coordini i nostri sforzi, spostando i nostri contributi da occasionale a continuo e prevedibile. Questo è il motivo per cui stiamo lanciando il programma open source Office ".

Sopra: console Aiven

L'OSPO di Aiven mirerà specificamente a contribuire ai progetti open source su cui ha costruito la sua attività. "Il nostro team OSPO funge da ponte tra le diverse comunità di sistemi operativi e Aiven per guidare correzioni e funzionalità importanti per Aiven", ha spiegato Saarenmaa.

L'azienda con sede a Helsinki, in Finlandia, sta attualmente reclutando sviluppatori open source che coprono Kafka, PostgreSQL ed Elasticsearch, oltre a un program manager open source. Saarenmaa ha detto che si aspetta che l'OSPO alla fine sovrintenda alla conformità open source, sebbene questa non sia una priorità così urgente per l'ufficio come potrebbe essere per le aziende che "sono partite più lontano dal mondo open source".

Saarenmaa ha affermato che mentre l'impegno ei contributi open source "emergono molto" nelle conversazioni con clienti e colleghi, l'azienda sente relativamente poco di OSPO in particolare.

"Un modello OSPO, tuttavia, esiste da un po 'di tempo nelle grandi aziende per coordinare gli sforzi esistenti relativi all'open source", ha affermato. "Alcuni di questi uffici si limitano a guidare il consumo di open source all'interno di tali organizzazioni e possono quindi essere piuttosto deludenti dal punto di vista della comunità. Ma altre aziende stanno coinvolgendo in modo proattivo la comunità per collaborare e restituire ".

Ecosistema open source

Arjan Stam è direttore delle operazioni di sistema presso Alliander, una società di reti energetiche e membro della coalizione open source LF Energy della Linux Foundation. Stam ha esperienza nella creazione di uffici di programmi open source, incluso Alliander, che ha un OSPO per coordinare e facilitare un ecosistema open source, fornire consulenza sui suoi vari progetti open source, organizzare eventi come hackathon e webinar e aiutare a costruire una comunità open source intorno progetti specifici.

Sopra: Alliander's HQ ad Arnhem, Paesi Bassi

L'OSPO di Alliander è il risultato dell'adesione alla coalizione LF Energy nel 2018.

"La prima necessità di un OSPO è diventata evidente quando è sorto un maggiore interesse su come mappare il nostro panorama architettonico su un panorama di prodotti open source e su come costruire e coordinare una roadmap su questo", ha detto Stam a VentureBeat.

Questa è stata la genesi per un'etica più incentrata sull'open source in Alliander e ha contribuito a portare struttura e organizzazione ai suoi piani open source.

“L'OSPO si è rivelato un ottimo mezzo per questo perché da lì c'era una panoramica su tutte le attività rispetto alla collaborazione, [code] riutilizzo e qualità ", ha affermato Stam. "Da lì, abbiamo iniziato a consolidare il codice, costruire una migliore struttura di sviluppo e cercare lentamente all'esterno lo sviluppo dell'open source. È nato l'OSPO come pilastro strategico per il cambiamento ".

Alliander e LF Energy hanno aperto il progetto Grid Exchange Fabric (GXF) lo scorso anno, con l'obiettivo di affrontare l'interoperabilità nella rete elettrica nazionale olandese. Anche disporre di un luogo centralizzato e designato per tutto ciò che è open source si è dimostrato inestimabile.

"C'era un posto dove andare per fare domande e discutere", ha spiegato Stam. “Mettiamo in atto tutti i tipi di piattaforme interne di condivisione delle informazioni accessibili a tutti in azienda. Ci siamo anche assicurati che i team di sviluppo iniziassero a utilizzare queste piattaforme per la comunicazione strutturata del loro sviluppo ".

Nei mesi successivi, l'OSPO di Alliander si è evoluto ed è diventato "più maturo", secondo Stam, con ruoli che spaziano dal punto di vista legale, all'architettura aziendale e a un responsabile OSPO dedicato. "Inoltre, è cresciuta la consapevolezza della nostra responsabilità verso il mondo esterno", ha aggiunto Stam. "L'OSPO non riguarda più solo il software, ma la reputazione e l'identità."

Poiché OSPO non aderisce a una struttura rigida, potrebbe evolversi di pari passo con le esigenze specifiche di un'azienda. Ciò può comportare la difesa di sviluppatori esterni e interni, la comunicazione e l'esecuzione di strategie, la garanzia che il software di un'azienda sia conforme alle limitazioni di licenza dei componenti open source che utilizza e il mantenerlo ben mantenuto e protetto.

"L'OSPO è diventato lentamente l'entità in cui si coordina il modo in cui avvieremo nuovi progetti basati sull'open source collaborazionista", ha detto Stam. "È diventata un'entità strategica che aiuta ad accelerare la realizzazione della roadmap di Alliander".

VentureBeat

La missione di VentureBeat è quella di essere una piazza cittadina digitale per i responsabili delle decisioni tecniche per acquisire conoscenze sulla tecnologia trasformativa e sulle transazioni.

Il nostro sito fornisce informazioni essenziali sulle tecnologie dei dati e sulle strategie per guidarti mentre guidi le tue organizzazioni. Ti invitiamo a diventare un membro della nostra community, per accedere a:

  • informazioni aggiornate sugli argomenti di tuo interesse
  • le nostre newsletter
  • contenuti gated leader di pensiero e accesso scontato ai nostri eventi pregiati, come Trasforma il 2021: Per saperne di più
  • funzionalità di rete e altro ancora

Diventare socio