Dove vado ora che CentOS Linux è andato? Controlla la nostra lista

0
35

In un annuncio inaspettato all'inizio di questa settimana, Red Hat ha eliminato la variante CentOS free-as-in-beer della sua distribuzione di punta, Red Hat Enterprise Linux.

L'annuncio, che dichiarava chiaramente "CentOS Stream non è un sostituto di CentOS Linux", ha lasciato migliaia di utenti CentOS sbalorditi e disorientati. In molti casi, gli utenti CentOS erano migrati a CentOS 8, che si aspettavano di ricevere supporto fino al 2029, solo per scoprire che la loro distribuzione "fino al 2029" era diventata una distribuzione "fino al 2021" pochi mesi dopo che avevano installato in primo luogo.

Non posso fingere che questa sia una buona notizia per gli utenti di CentOS, ma posso offrire alcune buone notizie: CentOS potrebbe essere morto, ma è tutt'altro che la tua unica opzione per una distribuzione di "ricostruzione" compatibile con i binari RHEL. Diamo un'occhiata ad alcune delle opzioni più probabili di seguito.

1. CentOS Stream

Lo so, lo so … metti giù i forconi! Molti utenti CentOS ora ex sono troppo arrabbiati con Red Hat per considerare la migrazione a CentOS Linux "non sostitutivo", CentOS Stream. Ma nonostante la dichiarazione sfacciata di Chris Wright, CTO di Red Hat, secondo cui Stream non è un sostituto di CentOS Linux … per un numero enorme di utenti, potrebbe esserlo molto facilmente.

Prima di questa settimana, la relazione tra CentOS Linux e Red Hat Enterprise Linux era, effettivamente, "è la stessa cosa, ma senza il marchio e il supporto". In molti modi, quella relazione continuerà ad essere vera. CentOS Stream e Red Hat Enterprise Linux continueranno a essere strettamente collegati l'uno all'altro. La nuova relazione funziona così:

Annuncio pubblicitario

  • I fork di RHEL versione x.0 da Fedora
  • CentOS Stream versione x fork dalla versione RHEL x.0
  • Il lavoro di sviluppo per RHEL x.1 viene eseguito nei repository di CentOS Stream versione x
  • Fork di RHEL x.1 da CentOS Stream versione x

  • RHEL versione y.0 fork da Fedora
  • CentOS Stream versione y fork da RHEL y.0
  • Il lavoro di sviluppo per RHEL x.2 viene svolto nei repository di CentOS Stream versione x
  • Il lavoro di sviluppo per RHEL y.1 viene eseguito in CentOS Stream versione y repository
  • Fork di RHEL x.2 da CentOS Stream x
  • RHEL y.1 fork di CentOS Stream y

E così via. Quindi, mentre CentOS Stream è una sorta di rilascio continuo, è limitato: passa da una versione secondaria all'altra, ma la sua versione principale è stabile e tiene traccia di Fedora. Un utente CentOS Stream 8 non sarà costretto a provare il codice RHEL 9 prima di quanto avrebbe fatto un utente CentOS Linux 8.

Ciò che si perde qui è la capacità di controllare quando si esegue un aggiornamento di una versione minore sul sistema. Un utente su RHEL 8.x può decidere quando è pronto per l'aggiornamento a RHEL 8.y, mentre un utente CentOS Stream 8 fluirà in modo trasparente e automatico attraverso gli stati congelati per diventare versioni secondarie di RHEL.

Se sei il tipo che preme il grilletto su una versione minore di CentOS il giorno del lancio, questo è un gioco da ragazzi: basta migrare a Stream e farla finita. Sarà effettivamente la stessa esperienza a cui sei abituato, con meno lavoro. Non avrai più bisogno di eseguire gli aggiornamenti di versioni minori, avvengono automaticamente.

Se hai bisogno sia del controllo delle versioni minori che di quelle principali o sei semplicemente troppo arrabbiato con Red Hat per voler continuare a utilizzare un prodotto sotto il loro controllo diretto e sei determinato a passare a valle, continua a leggere. Ho più opzioni per te. Alcuni di loro sono anche buoni!

Annuncio pubblicitario

2. Oracle Linux

Sì, Oracle. Eccoci di nuovo con i forconi, giusto? Bene, Oracle Linux è compatibile al 100% con i binari dell'applicazione con Red Hat Enterprise Linux. È una "distribuzione di ricostruzione" basata sui sorgenti di RHEL e non molto altro, proprio come lo era CentOS Linux.

Se tutto ciò di cui hai bisogno o desideri è una distribuzione gratuita come birra che tiene traccia di RHEL con precisione, Oracle Linux potrebbe essere la tua nuova casa. La distribuzione è in circolazione da un po 'di tempo e ha il sostegno di una delle più grandi società IT del mondo. Poi di nuovo, passare a Oracle perché hai trovato la governance di Red Hat arbitraria e opprimente è un aspetto piuttosto strano.

Oracle Linux in sostituzione di CentOS probabilmente ha più senso per i negozi che hanno già una grande presenza Oracle.

3. Cloud Linux

CloudLinux OS è una distribuzione di ricostruzione RHEL progettata per provider di hosting condiviso. Il sistema operativo CloudLinux stesso probabilmente non è il sostituto gratuito di CentOS che chiunque sta cercando: è più simile a RHEL stesso, con le tariffe di abbonamento necessarie per l'uso in produzione.

Tuttavia, i manutentori del sistema operativo CloudLinux hanno annunciato che rilasceranno un sostituto 1: 1 per CentOS nel primo trimestre del 2021. Il nuovo fork sarà un "sistema operativo separato, totalmente gratuito, completamente compatibile con RHEL 8 e versioni future".

Ci sono alcuni vantaggi in questo prossimo fork. Il sistema operativo CloudLinux è in circolazione da un po 'e ha una reputazione piuttosto solida. Il nuovo fork che stanno annunciando non sarà una grande sfida per Cloud: stanno già forkando RHEL regolarmente e tengono traccia delle modifiche per mantenere il sistema operativo CloudLinux completo. Tutto ciò che devono fare è assicurarsi di separare il proprio marchio e le funzionalità premium aggiuntive solo su licenza.

Questo dovrebbe essere anche un aggiornamento molto semplice per gli utenti di CentOS 8: esiste già un percorso di migrazione con un solo script molto semplice da CentOS al sistema operativo CloudLinux completo. La conversione da CentOS a "il nuovo fork" dovrebbe essere altrettanto semplice e senza il passaggio di registrazione necessario per il completo Cloud Linux.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui